Venduta in poche ore la birra allo sterco di elefante

di Antonio Tomacelli

Si prendono un tot di chicchi di caffè e li si fanno mangiare agli elefanti. Dopo qualche ora, si recuperano i chicchi direttamente dallo sterco dell’animale e, dopo opportuno lavaggio, si mettono a macerare nella birra (?). Beh, più o meno, e comunque se volete assaggiare il risultato dovrete aspettare ancora un po’, perchè le prime bottiglie di birra Un Kono Kuro del birrificio giapponese The Sankt Gallen sono andate a ruba. Pare che il sapore ricordi la cioccolata, pensa te.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

3 Commenti

avatar

Vincenzo

circa 9 anni fa - Link

Mi interessa il prodotto dipende dal prezzo

Rispondi
avatar

ICrocodile

circa 9 anni fa - Link

fanno una cosa simile per il Kopi Luwak... roba da gourmet...

Rispondi
avatar

FdM

circa 9 anni fa - Link

roba da stronzi! :P

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.