I Tre Bicchieri di Valle d’Aosta e Basilicata 2016 del Gambero Rosso

di Antonio Tomacelli

Strano l’abbinamento tra Valle d’Aosta e Basilicata ma, a pensarci bene, qualche collegamento c’è. La Valle è in grande spolvero ma i lucani non sono da meno anche se manca qualche bel nome.
Valle d’Aosta
Valle d’Aosta Chambave Moscato Passito Prieuré ’13 – La Crotta di Vegneron
Valle d’Aosta Chardonnay Cuvée Bois ’13 – Les Crêtes
Valle d’Aosta Petite Arvine ’14 – Elio Ottin
Valle d’Aosta Pinot Gris ’14 – Lo Triolet
Valle d’Aosta Pinot Noir Semel Pater ’13 – Maison Anselmet
Valle d’Aosta Syrah ’13 – Rosset Terroir

Basilicata
Aglianico del Vulture Il Repertorio ’13 – Cantine del Notaio
Aglianico del Vulture Serpara ’10 – Re Manfredi – Terre degli Svevi
Aglianico del Vulture Titolo ’13 – Elena Fucci

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

1 Commento

avatar

Marco De Tomasi

circa 6 anni fa - Link

... e ancora non c'è il Fumin Ten Perdu di Didier Gerbelle ... mah !

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.