Quante calorie ha il cibo che stiamo ingurgitando? Caloriebrands ha la (terribile) risposta

di Antonio Tomacelli

Chi vi scrive è attualmente sottoposto a un regime alimentare durissimo — 1600 calorie al giorno — da cui uscirà solo dopo aver perso almeno 10 kg o la vita. Non è un cazzo facile sopravvivere con 1600 fottute calorie e per darvi un’idea del dramma date un’occhiata ai valori di una pizza: 1680, mangi quella e sei a posto per il resto del giorno. DEVI essere a posto.

L’account Instagram Caloriebrands si preoccupa di farci sapere quante calorie contiene un dato prodotto alimentare, sostituendo al marchio le calorie, appunto. Potrebbe essere il mio memento mori di oggi, ma la mia mente malata sta già elaborando i giorni che mi ci vorranno per smaltire un barattolo di Nutella: siamo a circa tre, si può fare.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

2 Commenti

avatar

rampavia

circa 5 anni fa - Link

1600 calorie mi pare poco. Circa dieci anni or sono, per motivi di salute, ho DOVUTO perdere parecchi chili. Con una dieta equilibrata a 2000 calorie pro die ho perso, in sei mesi, 18 kg (da 90 a 72). Recuperati poi sino a 82 kg in 2 anni. Il ricordo piacevole di quel periodo è il sorso (sorso non bicchiere) che mi concedevo, ovviamente proibitissimo, di Kritt Gewurztraminer VT 1990 di Mark Kreydenweiss. Vino già ottimo ma, date le circostanze, il migliore che abbia mai bevuto.

Rispondi
avatar

sergio

circa 5 anni fa - Link

La nuova app segnalata nel post non è, secondo me, lo strumento utile per acquisire delle nozioni basilari sulla nutrizione e sul consumo calorico. E' nata da un'impostazione sbagliata e invece di chiarire crea confusione mentale. Anche il dietologo che ti ha consigliato quello schema per dimagrire ha le idee confuse. Se invece siamo nel fai da te allora penso che sia colpa dei rosati :-)

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.