La Lanterna di Diogene a Solara di Bomporto (Modena) e i fallimenti del giornalismo enogastronomico

La Lanterna di Diogene a Solara di Bomporto (Modena) e i fallimenti del giornalismo enogastronomico

di Alessandro Morichetti

Vedo la Chiocciola su Osterie d’Italia di Slow Food e telefono 10 minuti dopo. Sarò a Bomporto per una visita a Cantina della Volta e quando leggo “cooperativa sociale” mi suonano un tot di campanelli. Alle 13 del giorno dopo sono a tavola e ci vorrebbe il talento dei bravi giornalisti enogastronomici per tratteggiare al meglio i confini di uno spazio umano dall’energia contagiosa: peccato che, ormai giunti al decennale di attività, NON ci sia in tutta l’Internet una recensione della stampa di settore. Per capire le basi ci si affida alla Gazzetta di Modena ma per il resto vuoto pneumatico.

Entrato in sala, mi sento già a casa.

interno

La Lanterna di Diogene a Solara di Bomporto è un’oasi di umanità che ti scuote pigliandoti per la gola: casolare ristrutturato nella campagna emiliana e cooperativa sociale che gestisce tutto. Il timoniere è Giovanni Cuocci, un poco più che 40enne che ha trovato il proprio modo di stare nel mondo. Trenta bottiglie di vini solo emiliani e romagnoli – per l’80% quei Lambrusco rifermentati in bottiglia che gli amanti del Lambrusco come me potrebbero bere all’infinito (da Vittorio Graziano in poi) – che stanno bene praticamente con tutto quello che arriva a tavola, cioè “cucina tradizionale emiliana”.

La lanterna di Diogene

Cooperativa sociale significa che gli aiutanti e soci (!) di Giovanni sono ragazzi speciali, con patologie fisico/mentali di vario genere (Sindrome di Down, autismo). L’idea è stata limpida: coinvolgere i ragazzi in un progetto ristorativo serio ed economicamente consistente, mettere sedute più persone possibile (di solito poche a pranzo, una trentina la sera), farle stare bene e tornare. Sgombriamo subito il campo da pietismi: qui si mangia proprio bene, il salametto in foto era una bomba e molte delle materia prime utilizzate sono auto-prodotte.

Christian e Sara sono fidanzati e buona parte dei tortelloni di ricotta di capra e ortiche che ho ordinato – delicatissimi e molto gustosi – sono merito loro: Christian ha raccolto le ortiche mentre Sara partecipava a stendere la sfoglia. Sara ha una bellissima collanina coi loro nomi di fidanzati mentre Christian bada più al sodo e sul ciondolo di Batman ha scritto il suo numero di telefono, nel caso lo dimenticasse.

Christian e Sara

Il caffè, invece, ce lo porta Giacomo. No, non è vero. In realtà lui il caffè se lo stava comodamente prendendo per cavoli suoi e io l’ho disturbato per una foto dell’unico vero sosia di Boris Becker quando era Becker (se non lo sapevate, sono uno dei più grandi scopritori di somiglianze al mondo). Mi ha anche ringraziato dello scatto.

Giacomo

Il menù è questo, 33 euro più i vini. Di chiocciole ne vale due. Fate girare la storia, raccontatela a più persone possibile, contaminate il mondo con la bellezza.

Menù

PS: La Lanterna di Diogene non ha un vero sito internet (solo una pagina che spiega il progetto, leggetela!), non ha un addetto stampa né un ufficio marketing solerte nell’invitare blogger o giornalisti di settore: ce ne siamo accorti.
Se però una web agency di buon cuore volesse occuparsi di creare un sito Internet per La Lanterna, io credo che i ragazzi potrebbero pareggiare i conti con un bel pranzo. Fatevi sotto, grazie.
Osteria La Lanterna di Diogene
via Argine Panaro, 20 – Solara di Bomborto
059 801101 (sepre meglio prenotare) – lalanterna@lalucciola.org

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

7 Commenti

avatar

vinogodi

circa 5 anni fa - Link

...assolutamente da non perdere . Grazie per la segnalazione . Sarebbe divertente farci anche una bella serata di sommi vini abbinati a somme squisitezze della terra , artigianali e prodotte col cuore... e poi parlarne...

Rispondi
avatar

noemi

circa 4 anni fa - Link

ciao

Rispondi
avatar

Moris

circa 5 anni fa - Link

Confermo in toto: gran posto, grandi libagioni e grandissime persone! Neanche il terremoto li ha fermati

Rispondi
avatar

Alessio

circa 5 anni fa - Link

Alessandro - sono contento che tu abbia scoperto e dato un po' di pubblicità a questa chicca modenese. Lavorano bene e fanno del bene. Meglio di così non si può fare... Alessio

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 5 anni fa - Link

Alessandro Morichetti tu hai un cuore che è ancora più grande e generoso della tua stazza fisica. Un posto così se lo inventava Jamie Oliver, invece che il bravissimo Giovanni Cuocci avrebbe avuto un riscontro ben maggiore.

Rispondi
avatar

noemipetrazzuologmail@libero.com

circa 4 anni fa - Link

Ciao sono la noemi amica di giovanni cuocci

Rispondi
avatar

Denis

circa 4 mesi fa - Link

Grazie Ale.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.