Lisa Foletti

Sono stata 9 giorni a New York e sono dimagrita – Parte prima

Sono stata 9 giorni a New York e sono dimagrita – Parte prima

Quanto siamo legati all’immaginario del cibo americano tutto grassi idrogenati e zuccheri raffinati? Quanto siamo abituati a pensare che gli americani ingurgitino solo hamburger, donut, ali di pollo e hot dog innaffiati da fiumi di cola e milkshake? Sotto sotto … continua »

“Les Chaumes” di Domaine Méo-Camuzet e la Borgogna vola

“Les Chaumes” di Domaine Méo-Camuzet e la Borgogna vola

“I Borgogna hanno le mani piccole: si infilano dappertutto e arrivano dove altri non riescono ad arrivare.”

È così che parla dei vini che ama, lui, nella penombra del suo soggiorno, in quel tempo indefinito che non è più pomeriggio … continua »

Innamorarsi di un grande Bordeaux: il Saint-Julien Léoville du Marquis de las Cases 1986

Innamorarsi di un grande Bordeaux: il Saint-Julien Léoville du Marquis de las Cases 1986

“Mi piacciono le donne che assomigliano ai grandi Bordeaux” dice lui, cercando di rispondere alla mia domanda “Perché ami tanto i Bordeaux?”. Li ha conosciuti molto tempo fa, poi è rimasto folgorato dalla Borgogna (come tutti, dice) e solo dopo … continua »

Pipero a Roma, tutto il resto è noia

Pipero a Roma, tutto il resto è noia

Recentemente, parlando del Metamorfosi di Roy Caceres, ho professato il mio amore incondizionato per la città di Roma, per la sua gente e per la sua ristorazione. Restando in tema di esperienze capitoline, e dopo idonea decantazione, credo sia giunto … continua »

Roy Caceres, uno chef sudamericano a Roma

Roy Caceres, uno chef sudamericano a Roma

Ogni volta che metto piede in terra romana mi sento figlia illegittima di Gigi Proietti e della Sora Lella. Ma pure un po’ di Mario Brega. Appena annuso l’aria di Roma mi prende la cadenza romanesca, che mi espone al … continua »

Quanto alcol c’è nel mio bicchiere di vino?

Quanto alcol c’è nel mio bicchiere di vino?

Sono lustri che, da sommelier, mi sento ripetere la stessa, inesorabile domanda: ma quanti gradi fa questo vino?
Al bancone di un’enoteca come al tavolo di un ristorante, la curiosità del cliente si muove spesso in quell’unica, fatidica direzione: la … continua »

Missione impossibile o quasi: definire il Chianti Classico in sole 30 bottiglie

Missione impossibile o quasi: definire il Chianti Classico in sole 30 bottiglie

Mi sento come uscita da una centrifuga a 1600 giri e 90 gradi. Non che io abbia mai tentato l’esperienza, ma credo di immaginare cosa si provi. Il processo dura solitamente una decina di minuti, il mio è durato circa … continua »

L’Aqua Crua è un ristorante con la cucina bene in vista

L’Aqua Crua è un ristorante con la cucina bene in vista

L’amenità dei Colli Berici in una radiosa giornata di ottobre dimora nei colori che la natura restituisce generosamente in un’orgia di sfumature calde, spatolate a tempera sull’orizzonte. Belle da togliere il fiato le vigne docilmente ammansite e ordinate in filari … continua »

Lo scoop dei vini naturali Carrefour in diretta dal mio divano

Lo scoop dei vini naturali Carrefour in diretta dal mio divano

Qualcuno avrà certamente visto circolare questa foto sul web. Ebbene, l’autrice sono io, e quello che vedete sullo sfondo del volantino è il mio copridivano (posso fornire le prove).

Qualche giorno fa la mia cassetta della posta era stipata di … continua »

Il Domaine de L’Horizon e la Francia meno battuta: verticale doppia e assaggio di tutti i vini

Il Domaine de L’Horizon e la Francia meno battuta: verticale doppia e assaggio di tutti i vini

Et voilà! Finalmente la Francia del sud, calda e mediterranea. Tra il Rodano e i Pirenei, la Languedoc-Roussillon, quella che a fare un passo si finisce in Spagna. Ricordo bene quando, al corso da sommelier, si parlava poco o niente … continua »

Ristorante Magorabin, tra precisione sabauda e ritmo giamaicano

Ristorante Magorabin, tra precisione sabauda e ritmo giamaicano

Marcello Trentini è uno che “cerca il freddo per il letto”, usando le parole di Andrea Grignaffini. È uno che ama complicarsi la vita, insomma. E ci scherza anche su, sciorinando aneddoti, non senza qualche sassolino nella scarpa che è … continua »

Internet sta cambiando anche il mondo del vino e non è detto che lo stia migliorando

Internet sta cambiando anche il mondo del vino e non è detto che lo stia migliorando

Dialogo telematico tra un consumatore curioso e un interlocutore virtuale, nell’anno del Signore 2017.

“Scusi, consumatore… Sì, dico a lei, bevitore assetato di conoscenza. Dove prende informazioni sul vino? Come alimenta la sua cultura enoica?”.
“Be’, consulto le guide”.
“Le … continua »