Lisa Foletti

La cucina di Angelo Sabatelli è un distillato di Puglia

La cucina di Angelo Sabatelli è un distillato di Puglia

Il 2 giugno riapre il ristorante di Angelo Sabatelli. Lisa Foletti ci è andata poco prima del lockdown e questa è la sua recensione.

“Le hai mangiate le orecchiette?”
“E i cavatelli al sugo??”
“Mi raccomando, la focaccia!”
“Hai provato … continua »

L’intervista a Paolo Babini: il pagadebit ha un futuro nobile

L’intervista a Paolo Babini: il pagadebit ha un futuro nobile

In questo periodo di fermo produttivo e sociale, Facebook si è trasformato in una vetrina di lati B, ma anche U, V e Z, intesi come quelli peggiori. Un coacervo di sfoghi, arringhe, sproloqui socio-medico-politici da cui (quasi) nessuno si … continua »

Ezio Bosso e il vino nato con la sua musica

Ezio Bosso e il vino nato con la sua musica

Non è mia intenzione scrivere il coccodrillo di Ezio Bosso, anche perché non ne sarei capace, e poi non è questo il luogo.

Ci ha lasciati un bravo musicista e un grande comunicatore, molto amato dalla gente per quel … continua »

#iorestoacasa: Il Rabajà di Cortese non risolve i problemi però aiuta

#iorestoacasa: Il Rabajà di Cortese non risolve i problemi però aiuta

L’effetto peggiore di questa voragine spazio-temporale in cui siamo cascati è che mi si sono atrofizzati i pensieri. Ora che è tutto congelato, s’è paralizzato pure il mio cervello, anche disponendo di tutto il tempo e l’agio immaginabili.
Mi sento … continua »

Il ristorante Bros’ a Lecce è overrated?

Il ristorante Bros’ a Lecce è overrated?

Lecce è un luminoso abbraccio di candido barocco, oro e silenzio. A cena questa volta si va da Bros’, un giovane stellato Michelin di cui si fa un gran parlare nell’ambiente della ristorazione “che conta”.

Come è noto, i Bros’ … continua »

Quattro fenomeni in bottiglia e un pugno di amici

Quattro fenomeni in bottiglia e un pugno di amici

“Chi va dicendo in giro
Che odio il mio lavoro
Non sa con quanto amore
Mi dedico al tritolo
È quasi indipendente
Ancora poche ore
Poi gli darò la voce
Il detonatore”
(Il bombarolo, di Fabrizio De André)

Lui è … continua »

Local, non il solito ristorante di Venezia

Local, non il solito ristorante di Venezia

Lòcal o Locàl, declinato all’inglese o alla veneziana. Più cosmopolita il primo, più domestico il secondo. E già nell’ibridazione del nome, la sintesi di questo posto.

Con il Local, a Venezia, i fratelli Benedetta e Luca Fullin hanno forgiato … continua »

El Celler de Can Roca, o del pranzo della vita

El Celler de Can Roca, o del pranzo della vita

Ormai viaggio soltanto per sedermi a tavola. Macino chilometri con l’unico scopo di visitare i luoghi del cibo e del vino. Conosco le città e i Paesi attraverso i loro ristoranti. Ogni tanto inciampo in qualche sasso antico o cedo … continua »

Sono stata 9 giorni in Albania e non ci ho capito una fava (anzi, un’oliva)

Sono stata 9 giorni in Albania e non ci ho capito una fava (anzi, un’oliva)

Dopo l’epopea a stelle e strisce dello scorso anno (si veda qui, qui e qui il mio racconto), la scelta dell’Albania come meta vacanziera ha posto definitivamente la questione su un altro registro: più che eguagliare i fasti newyorkesi, … continua »

Titoli che fanno male: “Lambrusco contro champagne: presto il sorpasso”

Titoli che fanno male: “Lambrusco contro champagne: presto il sorpasso”

C’è chi si fa chiamare “Lambruscologo” e scrive di vino sulla Gazzetta di Modena.
C’è chi pensa di valorizzare il Lambrusco di Sorbara paragonandolo allo Champagne e, nel confezionare questo raffronto, infila una serie di inesattezze e ingenuità da … continua »

Quando il calciatore al ristorante chiede la carta dei vini

Quando il calciatore al ristorante chiede la carta dei vini

Ristorante, interno sera (perché all’esterno fa troppo caldo).

Si accomodano 3 esemplari di sesso maschile, 2 giovanissimi e 1 uomo sulla cinquantina, che mi dicono essere 3 sportivi di fama nazionale. Come al solito, io non li (ri)conosco, perché di … continua »

Il vino e l’esibizionismo social hanno rotto le scatole

Il vino e l’esibizionismo social hanno rotto le scatole

“Hai visto su Féisbuc le mie bevute di ieri? Sono andato da Gigione Lo Zozzone e mi sono fatto una verticale di Monfortino dal ’53 al ’98”.

“Eh, figo! Io invece ho appena messo su Instagram le foto della comunione … continua »