Gianluca Rossetti

Perché la birra non sfonda nei ristoranti (e il vino invece sì)

Perché la birra non sfonda nei ristoranti (e il vino invece sì)

Pare che il mondo craft non riesca a fare breccia nel cuore di chi si occupa di cibo di qualità. Per tanti cuochi meglio la sponsorizzazione dell’industriale, meglio tenere in vetrina birre crafty (vale a dire simil-artigianali nella confezione e … continua »

I Nirvana per spaventare i cinghiali nel vigneto

I Nirvana per spaventare i cinghiali nel vigneto

Oggi dici Nirvana e pensi: c’è un tizio che da icona Grunge è diventato lo zimbello di mezza internet chiedendo i danni per essere finito da piccolo sulla copertina di un album rock passato alla storia .
Potete approfondire ma … continua »

Rimedi anti crisi: a Gambellara nasce il Birrificio Agricolo Sorio

Rimedi anti crisi: a Gambellara nasce il Birrificio Agricolo Sorio

La buona notizia è che c’è un nuovo birrificio in città. Forse è perfino più rilevante che, in piena pandemia, qualcuno abbia avuto tanto pelo sullo stomaco da imbarcarsi in un’impresa del genere.

Inquadriamo la questione.

Il comparto craft italiano … continua »

Di quella volta che smisi di bere vino avendo scambiato mia moglie per un cappello

Di quella volta che smisi di bere vino avendo scambiato mia moglie per un cappello

Cerca che cerca (nel vino), scava che scava (nel vino) capita pure di caderci, dentro quel fosso. Sotto ogni cosa, sentimento, idea (incluso il vino e la sua narrazione), c’è una voragine in sosta: e le cose, i sentimenti, le … continua »

Nessuno tocchi le Italian Grape Ale

Nessuno tocchi le Italian Grape Ale

Pazzesco che proprio nei giorni in cui Birrificio Italiano lancia l’endorsement per le Italian Pils – birre a bassa fermentazione sottoposte a dry hopping con soli luppoli tradizionali europei o con luppoli dalle caratteristiche equipollenti a quelle dei luppoli tradizionali … continua »

Le tre declinazioni del Berteru, nel cuore di Mamoiada

Le tre declinazioni del Berteru, nel cuore di Mamoiada

Pensare a Mamoiada senza esserci stato mai. Assurdo.

Le vigne, le mani callose, la zolla-altarino buona per ogni messa? No, non è questo che mi manca: non mi riguarda. Certo, andare nei posti, toccare e vedere cose e persone un … continua »

Breve ricognizione estiva dei vini che non ho bevuto

Breve ricognizione estiva dei vini che non ho bevuto

In questo periodo dell’anno mi vengono sempre in mente i Righeira. E non è un bene: per me, cresciuto a pane e rock e blues e prog, meno che per altri (da piccolo mi piaceva Madonna: starò scontando la … continua »

Il vino d’estate (e la birra d’inverno)

Il vino d’estate (e la birra d’inverno)

“Ma come si fa a bere vino d’estate? Rosso poi. Assurdo, impensabile”. Chi non l’ha letto in giro dopo il solstizio?

È un problema serio, altro che. Come facciamo, chiudiamo il blog per tre mesi? Baci e abbracci, ci si … continua »

Storie di birra: le IGA del Birrificio Artigianale Barley

Storie di birra: le IGA del Birrificio Artigianale Barley

“Ciao Jacopo, come va? Qui a Cagliari è bellissimo, quasi venti gradi, e io sto andando a birre. Poi ti racconto”.

Inizia così una giornata che ricordo come l’ultima prima che la soglia del Coronavirus si piazzasse davanti la porta … continua »

Il turista italiano ai tempi del colera

Il turista italiano ai tempi del colera

Di ritorno dal nord Europa con un paio di ”boh” stampati in fronte.
Lei da dove arriva? Da Roma. Ah, ok.
Questo accadeva lunedì 24.
Sto a un paio d’ore da Amsterdam, esco a cena perché la sera ho fame. … continua »

Guida galattica (e vinicola) per uscire dal caos delle chiacchiere

Guida galattica (e vinicola) per uscire dal caos delle chiacchiere

“Ci sono ovviamente molti problemi che la vita ci pone: alcuni dei più noti sono rappresentati da domande quali “Perché noi uomini nasciamo?”, “Perché moriamo?”, “Perché passiamo tanta parte del tempo concessoci a portare orologi da polso digitali?”.
Guida galattica … continua »

Io questo vino non l’ho capito

Io questo vino non l’ho capito

E poi accade di non capirlo, un vino.
Di questo si parla poco, quasi mai. Pubblicamente l’ho sentito dire forse mezza volta, o nessuna. “Proprio non lo inquadro, va per suo conto, che fastidio, sa un po’ di questo e … continua »