Emanuele Giannone

Vino poliglotta e poliglotti del vino agli esami di Pollenzo

Vino poliglotta e poliglotti del vino agli esami di Pollenzo

Enoglossia: vino poliglotta, poliglotti del vino.

Io non so dire con certezza come si parli il vino. Tutt’al più ho un’idea: composita, caleidoscopica e ben confusa, indotta da calici e calchi in gran copia, i secondi generosamente offerti da … continua »

I vini della Befana, isole comprese

I vini della Befana, isole comprese

Sei gennaio, nel 2020 c’è stato il bonus e la Vecchia passa alla scopa elettrica, compra un biglietto di prima classe sul Trinacria-Ichnusa-Express, chiude la scopa e sale a Faro Superiore, scende a Nurri. A Nurri riapre la scopa, fa … continua »

Benvenuti a Brest, città dove il vino è “avant tout un produit de plaisir fédérateur!”

Benvenuti a Brest, città dove il vino è “avant tout un produit de plaisir fédérateur!”

Ac’hann e weler kêr, cioè d’ici on voit la ville.
Una città non è più sconosciuta quando vi si trovano un porto e un posto. I porti sono tutti uguali e familiari. I posti sono tutti diversi e … continua »

Vini affabili contro vini ineffuckbili

Vini affabili contro vini ineffuckbili

I vini forbiti, famosi e ultrafini, diciamo ineffabili: basta. Non ne voglio più. Diciamo ineffabili perché la connotazione prende piede e fa très chic. Ecco: non ne voglio più parlare. Basta con l’effazione dell’ineffabile – già di suo una contraddizione … continua »

Bruciano i ristoranti di Joe Bastianich ma la sua risposta è esemplare

Bruciano i ristoranti di Joe Bastianich ma la sua risposta è esemplare

Per comprendere ci mancano certamente le basi culturali e l’esperienza diretta. Quelle che servirebbero a capire non tanto tensioni razziali e sperequazioni socioeconomiche – queste sì, con buona approssimazione possiamo capirle anche noi, ci aiutano studio e informazione, senso di … continua »

La tavola sinottica del Porto è davvero spettacolare

La tavola sinottica del Porto è davvero spettacolare

I vini fortificati si attestano oggi in Italia più o meno come i partiti della sinistra non candeggiata: pervicacemente frazionati, premiati da frazioni minime dei votanti. Tale stato di cose ce li aveva già resi simpatici in tempi ormai lontani, … continua »

L’Odissea ai tempi del Coronavirus: diario di un difficile ritorno dall’estero

L’Odissea ai tempi del Coronavirus: diario di un difficile ritorno dall’estero

L’autore campa per sei mesi l’anno demolendo e ristrutturando navi, per i restanti sei odiando le navi e soprattutto chi le fa girare. Le navi. E non solo quelle. E’ in auto-isolamento dopo una transoceanica con finale da brividi. Questo continua »

L’eredità di Franco Biondi Santi

L’eredità di Franco Biondi Santi

Biondi Santi: un classico. Che cosa significa? Classico è una parola di cui facciamo uso ricorrente e di sicuro effetto; ma siamo veramente consapevoli del suo significato? Uno che se li beveva, i classici, in senso letterale e letterario, disse … continua »

Del Giudicar Veloce e Vacuo. Metacritica della Critica Gastronomica: la recensione

Del Giudicar Veloce e Vacuo. Metacritica della Critica Gastronomica: la recensione

Questo è il resoconto tardivo di una lettura reiterata. La reiterazione è la causa del ritardo: l’autore è in uscita con il successivo, mentre qui si racconta del libro precedente. Sono un pessimo recensore, mi prendo molto tempo. D’altra parte, … continua »

Benvenuto Brunello 2020: my two cents

Benvenuto Brunello 2020: my two cents

Tremila siepi/1. Tale è stata la specialità quest’anno, non più una maratona come nelle precedenti edizioni. Per fortuna. Purtroppo. La povera 2014 non ha fatto Riserva – all’Anteprima ce n’erano tre, dico tre, tutte 2013 in uscita ritardata, tra l’altro … continua »

Skerlj e Zidarich, in due sull’altopiano

Skerlj e Zidarich, in due sull’altopiano

Lavorare stanca. Di tanto in tanto, compensa con soddisfazioni inattese. Lavorare di notte in un cantiere a Trieste soddisfa più di quanto possa stancare, quando il lavoro si interrompe con un’evasione verso l’Altopiano. Seguire muratori del turno di notte colar … continua »

I Magnifici Sette della Ribolla di Oslavia: anche Gravner entra nel consorzio

I Magnifici Sette della Ribolla di Oslavia: anche Gravner entra nel consorzio

Nell’ottobre del 2018 l’associazione di sei produttori – Radikon, Fiegl, Primosic, Il Carpino, Dario Prinčič e La Castellada – costituitasi allo scopo presentò a Gorizia la Proposta di Disciplinare di Produzione della DOCG Collio Ribolla di Oslavia. Grande riscontro, impeccabile … continua »