Angela Mion

Poesie dalla vita reale: lo Zibibbo dell’Abbazia San Giorgio

Poesie dalla vita reale: lo Zibibbo dell’Abbazia San Giorgio

“Ivan Jakovlevi, per decenza, indossò il frac sopra la camicia, e sedutosi a tavola si servì il sale, si preparò due capi di cipolla, impugnò bravamente il coltello e, assunta un’aria molto espressiva, si dispose a tagliare il panino. Tagliato continua »

Champagne, per le donne che tutti guardano senza vedere

Champagne, per le donne che tutti guardano senza vedere

“Je suis 

tu es 

elle est / il est

nous sommes 

vous etes 

elles sont / ils sont”

“To be, or not to be, that is the question.” Amleto – atto III.

Essere? Essere. Persona, donna, individuo, un’anima, identità.

Cerchi … continua »

Paris, Texas – un viaggio in bottiglia

Paris, Texas – un viaggio in bottiglia

Paris, Texas – film del 1984. Ebbene sì, Paris è una città del Texas.

Prima di vedere il film pensavo fosse la storia di qualcuno che partiva da Parigi in treno ed arrivava in Texas in autostop. Se sparisco immaginatemi … continua »

Elogio dell’incertezza

Elogio dell’incertezza

Le nostre menti? Geniali artisti concettuali. Interpreti, architetti, filosofi. Il design è nelle nostre case diceva qualcuno. La recensione pure. Di qualsiasi cosa si tratti, vino o cinema, pizza o politica, basta ci interessi. Siamo noi in tutti i nostri … continua »

Arte contemporanea è Nicola Biasi col suo Vin de la Neu

Arte contemporanea è Nicola Biasi col suo Vin de la Neu

Un sabato mattina, è novembre sono le otto, autostrada deserta, cielo blu, direzione Brennero. Quasi emozionante di questi tempi. Si sale la Val di Non, pochi paesi e poche macchine, tanta natura veste e trama il territorio.

A mille metri … continua »

La mia Prospettiva Nevskij si chiama Bellavista riserva Vittorio Moretti 2001

La mia Prospettiva Nevskij si chiama Bellavista riserva Vittorio Moretti 2001

Prospettiva Nevskij è una grande strada che attraversa la città di Pietroburgo, San Pietroburgo. Dalle vicine rive del fiume Neva prende il suo nome e si lascia cantare sulle note di Battiato dal 1980 e leggere sulle righe del racconto … continua »

Alcol, scimmie ed evoluzione. Perché possiamo bere?

Alcol, scimmie ed evoluzione. Perché possiamo bere?

Alla lunga confesso di aver smesso di dare tutta la colpa del giorno dopo ai solfiti.

Forse devo ancora smaltire le tre bottiglie in due bevute qualche sera fa con un amico e così nelle more dei miei sensi di … continua »

Molestie e favori sessuali per diventare sommelier: lo scandalo che scuote il mondo del vino negli USA

Molestie e favori sessuali per diventare sommelier: lo scandalo che scuote il mondo del vino negli USA

Cade l’Olimpo dei Master Sommelier d’America? Una pioggia di accuse a sfondo sessuale apre il dietro le quinte di quello che ad oggi è il titolo più prestigioso e sudato della sommellerie degli Stati Uniti. Lo scandalo che il New … continua »

Cos’è il Velo di Flor e perché dovreste assaggiare il vino di Piero

Cos’è il Velo di Flor e perché dovreste assaggiare il vino di Piero

In Spagna lo conosciamo come levaduras de flor, in Francia nello Jura, come voile, in Italia è il Velo di Flor.

Lieviti flor: per chi non li conoscesse dovete immaginare un velo, una coperta che in una … continua »

Il mistero in bottiglia: “8 filari California” di Nino Bronda

Il mistero in bottiglia: “8 filari California” di Nino Bronda

Il 14 settembre dello scorso anno una rubrica dedicata alla foto del giorno sul Corriere della sera mostrava l’immagine di una lettera battuta a macchina da scrivere spedita da un signore al Corriere con una richiesta curiosa e recitava:

“Asti, … continua »

L’acetaia nel bosco di Sirk e altre magie dell’uva

L’acetaia nel bosco di Sirk e altre magie dell’uva

A proposito di aceto, c’è aceto e Aceto. Come in tutte le cose, ci sono cose e Cose.
L’aceto Sirk parte dal presupposto che anche l’aceto, oggi, possa fare la differenza. Questo è quello che Joško Sirk, uomo del … continua »

Ridatemi il mio aperitivo sull’isola di Pellestrina

Ridatemi il mio aperitivo sull’isola di Pellestrina

Sarà atroce. Ma finirà.

Col bavero del maglione mi asciugo una lacrima che cade per inerzia, il cielo è blu, pulito da un freddo vento d’inverno a primavera, non ricordo il giorno della settimana, il campanello tace sempre.

Inforco le … continua »