Diversamente Spritz 4 | Il pinot nero, per esempio

di Antonio Tomacelli

Uno spritz nel vino ed è subito cocktail. Intravino vi regala le sette ricette facili per sconfiggere il caldo e sfuggire alla noia del “solito” aperitivo.

Quando sei nel tunnel dello spritz, il banale vinello bianco non ti basta più: ci vuole qualcosa di forte, che faccia crollare definitivamente i tuoi tabù sull’uso sconsiderato del vino nei cocktail. Un pinot nero, ad esempio, magari un borgognone col pedigree immacolato da miscelare a un proletarissimo maraschino. Cattiveria pura, insomma, ma la nostra mission è chiara: dimostrare al mondo che il vino è un ottimo dissetante. Eccovi dunque la quarta, dissacrante ricetta, giusta per una persona:

Ingredienti:
vino rosso (un pinot nero di Romanée-Conti andrà benissimo)
ginger ale
liquore maraschino
Riempire un bicchiere da long drink di vino e ginger ale in parti uguali. Aggiungere mezzo cucchiaio di maraschino, il ghiaccio e un rametto di rosmarino per decorare. Mescolare senza agitare.

Alternative valide al Romanée-Conti? Non cercatene, fareste la figura dei barboni.

Gli altri spritz della serie: uno, due, tre.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

8 Commenti

avatar

Adriano Aiello

circa 9 anni fa - Link

Ma al settimo il serial killer si scopre?

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 9 anni fa - Link

Prego di notare che Romanée Conti non produce Pinot Nero, bensì vin de Bourgogne. Per il resto Tomax fa come ti pare.

Rispondi
avatar

Luca Miraglia

circa 9 anni fa - Link

Ottima precisazione, NN, come al solito, ancorche' nell'ambito di un post assolutamente demenziale!!

Rispondi
avatar

Il Guardiano del Faro

circa 9 anni fa - Link

Mah, tutto sommato ci può anche stare usando un vino DRC. Quella sciacquatura di botte che fa di nome Vosne Romanée 1er cru Duval Blochet potrebbe andar bene, però supportato da qualche goccia di Creme de Framboise Philippe de Bourgogne per dargli un po' di profumo di Borgogna haut de gamme. L'importatore è lo stesso, quindi sarà anche pratico rintracciare le due bottiglie. A quel punto con una bottiglietta di soda si chiude il cerchio, anche senza Maraschino ;-)

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 9 anni fa - Link

"E il commentatore del giorno è...." :-)

Rispondi
avatar

suslov

circa 9 anni fa - Link

intrugli simili li fanno in borgogna ma usano l'aligote' non il sacro pinot nero mah ... io non capisco ...

Rispondi
avatar

ivan

circa 9 anni fa - Link

lo spritz va fatto in un unico modo: prosecco fermo o tocai acqua frizzante bitter o vermouth va servito preferibilmente con oliva intera il resto non è spritz

Rispondi
avatar

Vittorio Vezzola

circa 9 anni fa - Link

C'è un filmato che segnalo da cui si può trarre ispirazione per ulteriori cocktail: http://www.youtube.com/watch?v=frenui1ftc4 Dopo il primo minuto...

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.