Vini di carattere | Lei non sa chi sono io

di Alessandro Morichetti

Immagine 2

Quante volte Edward Tscheppe si sarà sentito apostrofare: “Il vino somiglia a chi lo fa”? I biodinamici sono alternativi, si sa, anche nel marketing. Detto, fatto. I vini di Gut Oggau vengono dal Burgenland, regione austriaca tra le più vocate, e mettono in etichetta tutto l’albero genealogico di famiglia. Da sinistra, abbiamo i 2 nonni, Bertholdi e Mechtilde, poi 4 genitori e 3 figli. In tempi di marketting spinto, l’idea non è malvagia. Ma dico, se un’annata andasse male, sopprimiamo il vino, la faccia o ci diamo dentro di lifting enologico? Liti familiari in vista.

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

1 Commento

avatar

www.bereilvino.it

circa 11 anni fa - Link

Io direi di sopprimere il responsabile del marketing che ha avuto la geniale idea. Costringere i consumatori a riconoscere i volti di tutti i familiari è proprio assurdo. E se tra alcuni anni arrivano 2 o 3 bimbi in famiglia? Mettono in commercio altre 2 o 3 etichette? saluti, Fabio Italiano

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.