Una nave da crociera, la Woodstock della birra e niente sarà più come prima

di Alessandro Morichetti


Mamma quanto ho goduto. Quasi 500 birrafondai, 230 fusti imbarcati e 180 vuotati fanno circa 10 litri di birra pro capite.

Raccontare la crociera della birra partendo dai numeri non serve a nulla, sembrerebbe una sagra d’agosto o poco più. Premesse importanti, risultato superiore alle aspettative. Protagonista, quella birra selezionata e raccontata a voce alta che sta facendo la fortuna di una topaia romana. I 10 anni del Ma che siete venuti a fà – pub romano che dei pub biretta-pizza-patatine non ha davvero nulla – sono diventati un compleanno in grande stile. Il ponte di una nave da crociera trasformato in una Woodstock della birra artigianale internazionale, con gente che balla bevendo Fleurette (Birrificio Italiano) o prende il sole a bordo piscina con Original Leipziger Gose (Bayerischer Bahnhof) nel bicchiere. Roba di cui il 95% dei publican italiani non sospetta neanche l’esistenza.

Ho visto gente felice e ragazzi dello staff sfatti di fatica ma orgogliosi di divertirsi lavorando. Ho visto spine che cambiavano delizia prima che arrivassi a fartene un sorso. Una specie di paradiso del pane liquido, misto a chiacchiere, inciuci e strategie varie per riprendersi dalla stanchezza. E’ stato un continuo: colazione non prima delle 10, birrette, pranzo, birrette, cena, birrette, musica, birrette e poi finalmente buona notte, anche se siamo all’alba. Parentesi al delirio è stata una Barcellona bellissima, movimentata e non caotica. Mare, movida e avanguardia. Sagrada Família, Park Güell, La Catedral e Casa Battló si stampano in testa facilmente.

Prima di scendere, pillole di saggezza in ordine sparso. A fare la storia sono quelli che seguono una visione fregandosene del resto. Le buone idee hanno bisogno di eroi, gli eroi di imprese. Oggi anche l’Italia del luppolo ha qualcosa da raccontare e insegnare. Qualcosa che non aveva mai fatto nessuno prima. Un evento di birra che è diversità culturale, tradizioni locali, sociologia del gusto e condivisione. Tante le braccia operative da ringraziare (dallo staff del Macche a Marco Caria e Publigiovane in giù), una la mente: Manuele Colonna. Vendere birra e combattere l’appiattimento che fa bene al mercato di massa, accendersi di passione ma condirla di stakanovismo e realismo senza montarsi la testa. Così facile che non lo fa nessuno, perché facile non è. Ora lo capite ma che siamo venuti a fà. Trastevere, poi in crociera a Barcellona, e adesso?

Aggiornamento delle 16:18 | Due video di Emanuela Marottoli (Beer and Pics), giusto per rendere l’idea del ponte.

Anche sotto coperta, l’atmosfera non era male.

Aggiornamento delle 15:47 del 16 giugno | Un mare di birra: le presentazioni (video dell’utente Youtube komu79).

Aggiornamento delle 9:00 del 21 giugno 2011 | Manuele Colonna a cuore aperto (video dei Birrai Ciociari).


avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

9 Commenti

avatar

Tommaso Farina

circa 9 anni fa - Link

Hahah non c'era una camicia nemmeno per sbaglio!

Rispondi
avatar

Tommaso Farina

circa 9 anni fa - Link

A parte gli scherzi: ottimo. Tutti i posti esauriti? Lo chiedo perché alla prossima voglio esserci anch'io.

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 9 anni fa - Link

Prossima volta? Non ci sarà una prossima volta, suppongo. "Esauriti" è la parola chiave :-). Il video sul ponte parla da solo.

Rispondi
avatar

marco

circa 9 anni fa - Link

Peccato non ci sia una prossima volta. Dovrebbe diventare un evento periodico, ogni 4 anni, come Olimpiadi e Mondiali. Siamo lì, più o meno.

Rispondi
avatar

anonimo

circa 9 anni fa - Link

la prossima volta vengo anch'io. voi portate la birra che io porto la gnocca. da quello che vedo non è che abbondava. finocchi.

Rispondi
avatar

Silvana Seccia

circa 9 anni fa - Link

.... ma perchè mi perdo questi eventi???? ufff.....

Rispondi
avatar

Andrea

circa 9 anni fa - Link

risultato superiore alle aspettative???? Senza polemica ma sono 10 anni che questa "topaia" spilla ettolitri all'anno e fa cultura birraia di altissimo livello...la presenza non solo delle birre ma sopratutto di alcuni tra i Birrai più importanti ed affermati del panorama Nazionale e Internazionale è il segno della grandezza di una "topaia" che spilla settimanalmente qualche migliaio di litri di birra....la cosa più bella di tutta la crociera è stata passare 4 gg divertendosi e conoscendoci senza dover roteare vorticosamente dei bicchieri ma scolando delle sane vecchie pinte piene,senza menaresela troppo.

Rispondi
avatar

Alessio

circa 9 anni fa - Link

http://www.pintaperfetta.com/2011/06/16/un-mare-di-birra-report/

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.