Quando il diavolo fa il botto

di Antonio Tomacelli

Dice Francesco Arrigoni sul Corriere.it: “Mi appare strano che le case di Champagne (ma anche quelle dello spumante) facciano a gara per sponsorizzare questo genere di eventi, ritenendo evidentemente che ciò giovi alla propria immagine.

Dice ancora Francesco Arrigoni: “Per questo mi ha stupito l’ultima campagna pubblicitaria di Moët et Chandon, uno dei grandi produttori dello Champagne, sempre molto attento ad abbinare glamour e bollicine.

Dice il Diavolo: “Ora ti sistemo io” e gli piazza il banner incriminato giustaffianco del post.

Tiè!

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

1 Commento

avatar

Carlo

circa 9 anni fa - Link

Ho letto l'articolo di Arrigoni e posso capire benissimo il suo punto di vista, dovrebbe provare a vincere e salire su di un palco per capire quanto sia bello quel gesto. Non è uno spreco, è tradizione e cultura. Chissà se è dello stesso avviso per il riso gettato nei matrimoni? Le mondine non le vogliamo tutelare? :-D

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.