Le feste comandate (ma anche: Buona Pasqua)

di Fiorenzo Sartore

«Vorrei un vino che dentro c’è un po’ di tutto». «Voglio un barbera ma che sia di quelli buoni, no come certi». «L’anno scorso m’ha venduto un vino che inizia per erre». «L’importante è che non sia Chianti!» «Cercavo il Grignolino Chinato». «Ma il vino nei cartoni, com’é?» «Lei, che è enologo».

Voi che (invece) siete enofili serissimi, che frequentate la crème brûlée dell’enomondo, manco vi sognate che succede in prima linea, qua sotto, coi famosi clienti finali – o forse lo sapete benissimo, e per questo ne state alla larga. Alle feste comandate escono fuori a frotte, in branchi, in torme, e squadernano la loro caratteristica saliente: hanno bisogno d’essere salvati. E chi meglio di un enotecaro amorevole?

Buona Pasqua a tutti.

[I testi virgolettati sono ripresi, pari pari, da clienti reali, in enoteca. I nomi sono omessi per proteggere gli innocenti. Nessun cliente è stato ferito o maltrattato durante le riprese].

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

4 Commenti

avatar

william lee

circa 8 anni fa - Link

"Vorrei quel vino..con quel sapore..". "Vorrei un vino per chi non beve molto vino...". Entrambe richieste in un noto ristorante di Sao Paulo dove lavoro.

Rispondi
avatar

Eleutherius Grootjans

circa 8 anni fa - Link

Lei che è enologo, se mi fa il grignolino chinato, prometto che lo compro.

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 8 anni fa - Link

"Mi dia il vino più pesante che ha", allora come la mettiamo Signor Enotecaro?

Rispondi
avatar

gian paolo

circa 8 anni fa - Link

secondo me è Lambrusco ...Buona Pasqua.gp

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.