Fun-damentale: come si sciabola lo Champagne

di Fiorenzo Sartore

SciabolataPost agostano da conservare per Capodanno. A qualcuno piace la sciabola, per aprire lo Champagne. I vinofanatici seri già conosceranno la leggenda – gli altri no, ma stiamo qua apposta.

Narra delle truppe napoleoniche che facevano saltare il tappo dello Champagne con un colpo secco di sciabola: sistema pittoresco, e marziale, per brindare. La tradizione della sciabola sopravvive alle milizie dell’Imperatore: anzi, ha la sua bella confraternita.

Come si fa, tecnicamente? Non è facilissimo. Questo post di Cooking Issues ce lo spiega nel dettaglio.

Innanzitutto, non serve una sciabola (ed  è già un bel sollievo). Basta un coltello da cucina; usato dal lato non affilato della lama, che deve colpire il collo della bottiglia nel punto in cui si aggancia la gabbia metallica. Colpo secco e preciso, seguendo il filo della saldatura sul vetro. Ecco, dovrebbe essere tutto qui, a questo punto la vostra bottiglia di Champagne sarà fieramente decapitata.

Naturalmente, è il caso di esercitarsi su bottiglie di minor impegno finanziario. Scegliete voi su quali accanirvi: Asti, Cava, oppure (orrore) prosecchino.

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

13 Commenti

avatar

giulio

circa 11 anni fa - Link

ma il collo deve essere ghiacciato?

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 11 anni fa - Link

No, assolutamente. Ma lo Champ dev'essere a temperatura di servizio.

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 11 anni fa - Link

però fiore io sapevo che più freddo è più facile è, voglio dire, meglio che sia sui 4-5 che sui 9-10

Rispondi
avatar

massimo lanza

circa 11 anni fa - Link

la sciabola è ormai superata !!! ho visto di recente dei virtuosi "sciabolare" con la base di un bicchiere !!!

Rispondi
avatar

Il Fermentatore

circa 11 anni fa - Link

Se il collo non è ben freddo è molto più difficile, comunque con la sciabola viene meglio, per quanto riguarda il collo di bicchiere chiedere ai ristoratori quanti bicchieri rotti si riesce ad ottenere!

Rispondi
avatar

Gianpaolo Giacobbo

circa 11 anni fa - Link

.... io ho visto sciabolare con la forchetta. Certo che "orrore con il prosecchino..." che caduta di stile. Perchè ce l'avete tanto con il Prosecco? Purtroppo non lo conoscete. Ho aperto un Sur Lie 1982 un sogno ... cose che voi umani non potete nemmeno immaginare ....

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 11 anni fa - Link

va bene, definitivamente devo rimodulare i riferimenti ironici. no, gianpaolo, tranqui, qui adoriamo il prosecco. e appunto quel riferimento era ironico.

Rispondi
avatar

fabrizio scarpato

circa 11 anni fa - Link

Approposito...Il ministro Zaia ha piantato la prima barbatella di prosecco, anzi di glera, sul Carso, in territorio friulano: sembra che i friulani temano di restare subordinati ai veneti nella gestione dell'affare Prosecco, soprattutto dopo la concessione da parte della UE della Dop. Non sarà che dopo gli scontri coi piemontesi imbottigliatori, anche tra furlani e veneti ci saranno scintillii di sciabole, e non per aprire bottiglie?

Rispondi
avatar

Giampaolo Giacobbo

circa 11 anni fa - Link

si tranqui Fiore scherzavo .... abbastanza.

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 11 anni fa - Link

Beh se la prossima volta che lo apri mi inviti, somno pronto a trasformarmi in un extra terrestre!!!!

Rispondi
avatar

nicola a.

circa 11 anni fa - Link

Per sabre con il piede del bicchiere (il cerchio) bisogna velocemente passarlo sulla riga del collo creando attrito e calore, e poi dare un colpo secco finale all'anello del collo.

Rispondi
avatar

Nicoletta Tavella

circa 11 anni fa - Link

Il vero mai più senza...

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.