Frontiere del gusto | Cuffia, accappatoio e Bruno Paillard 1999

di Andrea Gori

Immagine 1Ormai c’ho preso gusto col vino in piscina. Anzi, a dirla tutta stavolta mi sono dato allo Champagne, tié. Via quel muso perbenista, per carità. Bollicine a bordo vasca è il sogno di qualsiasi uomo sulla faccia della terra. E poi, dico, Capodanno 2010, niente di meglio per festeggiare il decennio che un bel Bruno Paillard che se l’è vissuto tutto, millesimo 1999.

NB: il video è scuro per non farvi rosicare troppo mentre me la spasso.

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

3 Commenti

avatar

daniela (senzapanna)

circa 9 anni fa - Link

eviterei la cuffia

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 9 anni fa - Link

ma vedessi come erano belline le cuffie con il logo della Grotta Giusti! ;-)

Rispondi

daniela delogu

circa 9 anni fa - Link

non ne dubito, è solo che accappatoio e champagne assolvono già al loro dovere, soprattutto se ci sono anche le terme :D

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.