Eliminazione mondiale | Ecco la prossima nazionale italiana di calcio

di Alessandro Morichetti

Appena usciti dal mondiale di calcio, il mio pensiero è corso a Canzone per un’amica (capolavoro!) ma non chiedetemi perché. Neanche la vittoria gloriosa di Germania 2006 riesce a cancellare un’eliminazione così triste. E ora? Stop alla dietrologia, 15 mln di c.t. azzurri sono già al lavoro tra quotidiani, bar e parrocchie. Noi siamo già oltre, ecco in anteprima i convocati della nazionale di calcio che verrà, casacca azzurra aderente permettendo.
1. Sandro Sangiorgi (capitano) | Estremo difensore di purezza e ortodossia, ha fantasia e personalità da vendere, un riferimento per la squadra.
23. Luciano Pignataro | Attira in area gli avversari a suon di bufale (mozzarella campana) per poi stenderli a colpi di congiuntivo. Gode quando l’arbitro non si accorge dei suoi falli.
9. Carlo Macchi | Torre d’area, avvezzo ai colpi di testa ma con ottime doti di rompi-palleggio. Un vero grattacapo del parrucchiere della nazionale.
7. Giancarlo Gariglio | Il sogno italiano. Dai campi di periferia alla vetta del mondo. Fresco, generoso e sin troppo corretto. Gli faresti un fallaccio per vedere come reagisce.
10. Daniele Cernilli | Er pupone der Tufello, talento puro non sempre supportato dal fiato. Minaccia di querela sempre nel taschino, ha un debole per il cucchiaio.
8. Marco Sabellico | Impossibile dribblarlo, confina a nord con la Toscana e a sud con la Campania. Tecnicamente discutibile ma vero perno del centrocampo.
21. Franco Ziliani | Estroso, imprevedibile, Pirlo per chi lo ama, pirla per i detrattori. Genio e sregolatezza, alterna colpi di genio a “colpi di testa”. Senza di lui, tutto il resto è noia.
16. Gianni Fabrizio | Svizzero naturalizzato italiano, ha un fiuto eccezionale per le giocate di fino. Vende fantasia ma all’ombra delle punte.
5. Paolo De Cristofaro | Giovane e promettente, talento e speranza del futuro grazie a un volto da eterno bambino. Ti morde i polpacci sorridendo e non te ne liberi manco morto.
19. Fabio Giavedoni | Viaggia sulla fascia destra (adriatica) a velocità siderale. Introverso e temuto per le sue incursioni al centro, da Santa Maria di Leuca al Golfo di Venezia il gioco a due con Gariglio non teme rivali.
20. Fabio Rizzari | Ineffabile e scostante, con Ernesto Gentili ha inventato la catapulta infernale che tutti invidiano. Grande tecnica anche se a volte, più che correre, sfila. Eppoi quegli occhialini fighi, dai!

Allenatore: Cesare Prandelli
Massaggiatore:
Eleonora Guerini

Aggiornamento delle 13.38
In panchina:
12. Luca Maroni | Ha uno stile inimitabile, eccentrico e acrobatico. Sa incassare come nessun altro e ammaliare con una dialettica lisergica. Ricorda René Higuita.
6.
Antonio Boco | Talentuoso, rantola sulla fascia non disdegnando giocate da prima donna. Cresciuto nelle giovanili del Gambero Rosso, attende paziente la deposizione dei senatori per prendere le redini del gioco.
11. Giampaolo Gravina | Piede piccolo da campione e incedere ciondolante da artista. Per Michelangelo Buonarroti lo scultore deve liberare dalla pietra la figura che vi è imprigionata. Leo Messi, esci da quel corpo.
4. Andrea Gori | Ribattezzato affettuosamente “prezzemolino” per la capità di essere ovunque, adattandosi a qualsiasi modulo di gioco. Marito fedele e innamorato ma perseguitato da schiere di groupies che disturbano la partita.
13. Marco Gatti | Chi ne parla avendo in antipatia Paolo Massobrio gli augura una vita da panchinaro. Chi invece lo conosce ne apprezza laboriosità, competenza e il senso della misura dell’uomo-squadra.
15. Ivano Antonini | Eclettico, solido e affidabile sia in fase offensiva che difensiva. Una vera mina vagante. Peccato per il cartellino di proprietà di una squadra sfigata.

Vice-allenatore: Alessandro Masnaghetti | Dopo anni sulla ribalta, sperimenta innovazioni e giocate rivoluzionarie su campi di periferia. Conterraneo di Arrigo Sacchi, uno porta gli schemi di movimento, l’altro il vino e le cartine.
Preparatore atletico: Franco Maria Ricci | Ha messo in forma migliaia di giocatori. Dove ci sono un campo e una palla – dal biliardino al Subbuteo passando per l’oratorio sotto casa – trovi lui e le sue camicie inaffrontabili. Per molti, FMR è un incentivo più che convincente a cambiare sport.

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

24 Commenti

avatar

Franco Ziliani

circa 9 anni fa - Link

forse c'é un errore Alessandro, la Guerini, fa l'assaggiatrice, non il massaggiatore. Uso il maschile, perché al femminile la parola assume altri significati, non sempre simpatici, e sicuramente non adatti ad una persona come Lady Wine. Certo che in squadra insieme al Robert Parker der Tufello non mi ci vedo, farei fatica a passargli la palla, "pirla" (per i detrattori) come mi definisci...

Rispondi
avatar

DD

circa 9 anni fa - Link

ma si poteva scrivere un articolo più idiota di questo? Vai a lavorare insieme a quegli 11 fighetti li sopra! fidati...

Rispondi
avatar

Luciano Pignataro

circa 9 anni fa - Link

Lavora tu per noi. Ci sta bene così

Rispondi
avatar

DD

circa 9 anni fa - Link

i fighetti era riferito ai giocatori della nazionale caro Pignataro... tu continua ad assaggiare Fiano, Grego, Falanghina e Aglianico.

Rispondi
avatar

francesca ciancio

circa 9 anni fa - Link

buuuuuu che serio che è doc! secondo me DD è in realta Lippi

Rispondi
avatar

il consumatore

circa 9 anni fa - Link

Vedo che scrivere sempre di vino da un po' alla testa!

Rispondi
avatar

beniamino d'agostino

circa 9 anni fa - Link

Spettacolo puro, mai più figure di merda!

Rispondi
avatar

Carlo Macchi

circa 9 anni fa - Link

Nel comunicare urbi et orbi che il mio ruolo calcistico è sempre stato quello del portiere (Rocco diceva: i bronconi o in porta o all'ala sinistra e all'ala sinistra bisogna correre)devo ringraziare il Morichetto perchè è stato il primo a farmi ridere dopo l'ecatombe di ieri. Credo inoltre che la suddetta squadra, almeno per 3/4 gara, non avrebbe fatto rimpiangere quella che tutti abbiamo visto.

Rispondi
avatar

Fabio Cagnetti

circa 9 anni fa - Link

Ingiustificabile (quanto quella di Cassano nell'altra Nazionale) l'esclusione di Gian Luca Mazzella; è vero che chi gioca in un campionato estero ha in genere meno visibilità in ottica Nazionale (cosa doveva fare Giuseppe Rossi per farsi portare in Sudafrica?), ma il Nostro, che peraltro ha trascorsi pedatori di un certo livello, ha appena iniziato a bloggare sul Fatto, che i soliti bene informati considerano l'ultimo quotidiano che valga la pena leggere.

Rispondi
avatar

Maurizio Rusconi

circa 9 anni fa - Link

mi hai preceduto...e con un kg in meno non avrebbe sfigurato in mezzo al campo con gli azzurri (sbiaditi)di ieri. Il Fatto non sarà l'ultimo ma certamente uno dei pochi che valga la pena, non leggere, ma acquistare.

Rispondi
avatar

Franco Ziliani

circa 9 anni fa - Link

ragazzo simpatico Mazzella, ma scrivere sul Fatto, ahinoi, che scelta discutibile...

Rispondi
avatar

DD

circa 9 anni fa - Link

tante cose sono discutibili Franco, a partire da te... per la cronaca, quando cominci a degustare per slowfood giusto per capire? almeno mi evito di comprare la guida!

Rispondi
avatar

falletto

circa 9 anni fa - Link

Questa è bella. L'unico quotidiano che non prende fondi dallo stato e fa inchiesta, sarebbe una scelta discutibile..... hai ragione meglio scrivere per il sito dell'AIS, l'indiscutibile associazione, è più prestigioso...

Rispondi
avatar

DD

circa 9 anni fa - Link

franco non risponde?

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 9 anni fa - Link

Alle provocazioni non risponde (e secondo me fa più che bene). Non comprare quella guida e pace, facile.

Rispondi
avatar

Franco Ziliani

circa 9 anni fa - Link

su quella guida farò solo una dozzina di schede. Manifestare l'intenzione di non acquistarla per "ritorsione" per la mia, del tutto marginale, collaborazione, é del tutto fuori luogo.

Rispondi
avatar

DD

circa 9 anni fa - Link

ma come marginale... sul suo blog dice a destra ed a sinistra che sarà uno dei massimi collaboratori della guida di Slow Food, o sbaglio?

avatar

DD

circa 9 anni fa - Link

Alessandro e tu che vuoi? Sei il difensore del paladino del vino? La mia era una domanda... se sei frustrato non è colpa mia buon lavoro

Rispondi
avatar

ALAN

circa 9 anni fa - Link

DD se fai un blog per conto tuo lo vengo a leggere

avatar

Pierpaolo

circa 9 anni fa - Link

E Armando Castagno? E' già affermato per essere Balotelli e meno indisciplinato di Cassano. Però, per me, è un titolare fisso.

Rispondi
avatar

Franco Ziliani

circa 9 anni fa - Link

anch'io vorrei sempre avere in squadra un talento puro come Armando. Un vero fuoriclasse

Rispondi
avatar

francesca ciancio

circa 9 anni fa - Link

bel post amico mio!!! solo che è proprio vero.......solo soltanto maschi

Rispondi
avatar

dansan

circa 9 anni fa - Link

... e come al solito arrivo tardi, e come al solito mi permetto il cartellino rosso, direi un po' per tutti (che avete, evidentemente, lo stesso criterio di Lippi nelle scelte). E il pibe-de-oro Francesco Falcone dove lo lasciamo???!!! Io credo valga ancor di più solo per il fatto che nel suo understatment non posa bensì è semplicemente se stesso. Degno angioletto del Masna, a mio avviso, nel suo genere, non ha eguali. Bonne soiree :-)

Rispondi
avatar

Mauro Stopponi

circa 9 anni fa - Link

noooooo!!! Maroni in panchina nooooo!!!!!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.