Abissi virali. DEVO avere lo spumante prodotto in fondo al mare

di Fiorenzo Sartore

La storia è nota. Un bel giorno Piero Lugano, enotecaro a Chiavari, ha l’idea geniale: produrre un metodo classico avviando la rifermentazione in bottiglia non nelle solite grotte, o cave. Decide di usare il fondale marino al largo di Portofino. Quindi ingabbia 6.500 bottiglie di bianchetta (varietà locale) e le deposita a 70 metri di profondità, nella Cala degli Inglesi.

Dopo tredici mesi “sui lieviti”, ieri sono state ripescate le prime bottiglie, con vasto dispiego di mezzi navali e gru. Solo un piccolo imprevisto: “una delle dodici gabbie in cui sono custodite le bottiglie per la spumantizzazione subacquea è stata individuata a centocinquanta metri dal luogo di deposizione: «Hanno tentato di portarla via – conferma Lugano – ma pesa una tonnellata e l’hanno abbandonata di traverso. Sono comunque riusciti a sottrarre una quarantina di pezzi, roba da sub professionisti».

Stupore, curiosità, commenti salmastri sul genere “guarda cosa non si fa per farsi notare”. Ebbene, sapete che c’è? La trovata eno-virale funziona. Perlomeno con me: sono in piena ansia da assaggio, DEVO provare questo metodo classico. Disponibile dal prossimo Natale, a prezzi non modici (35-40 Euro). E infatti, va a ruba.

[Il Giornale, Il Secolo XIX – Immagine: fotogallery de Il Secolo XIX]

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

12 Commenti

avatar

Filippo Ronco

circa 10 anni fa - Link

E' indubbiamente la prima "mucca viola" avvistata in Liguria a memoria nel nostro settore. Grande Piero. Fil.

Rispondi
avatar

fabrizio

circa 10 anni fa - Link

Piero Lugano è un bel "sacripante",noblesse oblige,bravo,bravo,bravo.

Rispondi
avatar

Luca Ferraro

circa 10 anni fa - Link

splendida azione di eno-marketing....

Rispondi
avatar

giulio

circa 10 anni fa - Link

Il fatto che abbiano lasciato sul fondo un tot di bottiglie senza battere ciglio testimonia quanto realmente valgano queste bottilgie.

Rispondi
avatar

Filippo Ronco

circa 10 anni fa - Link

Prima assaggiare, poi parlare.

Rispondi
avatar

roberto gatti

circa 10 anni fa - Link

Pur di vendere a prezzi elevati, non si sa piu' che cosa inventare..... Una trovata eno-pubblicitaria per i tanti eno-polli !!

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 10 anni fa - Link

guarda caso disponibile verso Natale... quoto

Rispondi
avatar

giulo

circa 10 anni fa - Link

Stanno facendo qualcosa di simile anche in Spagna, con vini rossi fermi, forse con un approccio un po' più scientifico che di marketing www.underwaterwine.com

Rispondi
avatar

Massimo Masili

circa 10 anni fa - Link

M smettetela di fare gli artisti, il vino si fa in cantina, a Portofino le cozze.

Rispondi
avatar

Massimo Masili

circa 10 anni fa - Link

Il tutto pronto a capodanno, una bella impepata di cozze e vino non di 70 anni ma di 70 metri, trovato li, nelle foci di San Rocco. p.s le cozze attaccate alle bottiglie Massimo Masili WSET

Rispondi
avatar

La Fiaschetteria

circa 10 anni fa - Link

sono cosi' curioso che ho ordinato 6 bott. non vedo l'ora

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.