Vie del Vino

Il vino sopravviverà al Covid19, ma come?

Il vino sopravviverà al Covid19, ma come?

A marzo eravamo nel panico, le vendite crollavano e i clienti esteri erano spariti. Poi le ruote hanno ricominciato a girare, anche se non per tutti. A ottobre c’era un tenue ottimismo, ma il maledetto Covid è tornato. Negozi chiusi, … continua »

Benvenuti a Brest, città dove il vino è “avant tout un produit de plaisir fédérateur!”

Benvenuti a Brest, città dove il vino è “avant tout un produit de plaisir fédérateur!”

Ac’hann e weler kêr, cioè d’ici on voit la ville.
Una città non è più sconosciuta quando vi si trovano un porto e un posto. I porti sono tutti uguali e familiari. I posti sono tutti diversi e … continua »

La strana storia del Gamay del Trasimeno

La strana storia del Gamay del Trasimeno

Mia nonna (classe 1914) all’anagrafe fu registrata come Maria Pia, ma nel corso della sua lunga vita non c’è stata persona che usasse questo nome per rivolgersi a lei: per tutti, il suo nome era Letizia.

Chi è cresciuto nella … continua »

La rivincita delle DOC comprimarie

La rivincita delle DOC comprimarie

Amarone, Barolo, Brunello, tre esempi che sulla carta rappresentano l’eccellenza nobile del vino italiano, insieme ad altre denominazioni diventati per appassionati e non quasi una garanzia di bevuta, entusiasmano solo sentendoli nominare ma non basta certo l’altezzoso “titolo nobiliare” di … continua »

Il falso Tignanello di Tannico e le domande ancora senza risposta

Il falso Tignanello di Tannico e le domande ancora senza risposta

Brutta disavventura per Tannico, uno dei colossi dell’e-commerce del vino in Italia. Qualche giorno fa hanno pubblicato sui loro social una foto per promuovere il Tignanello, il supertuscan di Antinori, ma il primo commento non è proprio benevolo:

Bravi peccato … continua »

Alcol, scimmie ed evoluzione. Perché possiamo bere?

Alcol, scimmie ed evoluzione. Perché possiamo bere?

Alla lunga confesso di aver smesso di dare tutta la colpa del giorno dopo ai solfiti.

Forse devo ancora smaltire le tre bottiglie in due bevute qualche sera fa con un amico e così nelle more dei miei sensi di … continua »

Vino invenduto e richieste di aumenti di produzione: ecco servito il paradosso del vino italiano

Vino invenduto e richieste di aumenti di produzione: ecco servito il paradosso del vino italiano

Fiumi di vino. Davvero?
Lo sapevate che in Liguria ci sono posti dove si producono più di 300 quintali uva a ettaro? Si tratta in particolare dei comuni di Chiusanico, Ranzo e Mezzanego.

E sapevate che nella sola provincia di … continua »

La Lombardia vieta gli alcolici, Assoenologi protesta e le cantine mute

La Lombardia vieta gli alcolici, Assoenologi protesta e le cantine mute

Con l’ultimo DCPM del 18 ottobre 2020 il Governo Conte ha dato la possibilità alle Regioni di decidere misure ancora più restrittive da attuare caso per caso. Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha subito colto la palla al … continua »

Il giornalismo è come l’alcol

Il giornalismo è come l’alcol

Questo articolo comincia con la premessa che non c’è una connessione con il mondo del vino e dintorni, a parte una menzione di Distillers Company Ltd, in passato produttrice leader scozzese di alcolici e medicinali, oggi parte di Diageo (Johnnie … continua »

Il fuoco sta distruggendo le cantine in California

Il fuoco sta distruggendo le cantine in California

Torniamo a parlare nuovamente di incendi in California.
Negli ultimi 50 giorni, sia in California che nello stato dell’Oregon si sono susseguiti diversi allerta incendi con piani di evacuazione suddivisi su 3 livelli. Ad oggi si contano oltre … continua »

Alto Adige on tour: proviamo a pensare come sarà il vino dell’era Covid-19

Alto Adige on tour: proviamo a pensare come sarà il vino dell’era Covid-19

Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare e l’Alto Adige non si tira indietro per reagire al momento tremendo della ristorazione in pieno Covid-19. Serve comunicazione, servono prodotti adatti e serve fiducia nel futuro, quindi il … continua »

Breve ricognizione estiva dei vini che non ho bevuto

Breve ricognizione estiva dei vini che non ho bevuto

In questo periodo dell’anno mi vengono sempre in mente i Righeira. E non è un bene: per me, cresciuto a pane e rock e blues e prog, meno che per altri (da piccolo mi piaceva Madonna: starò scontando la … continua »