vino novello

Finalmente stilo la lista di cose enoiche che non vedo l’ora di perdermi a novembre

Finalmente stilo la lista di cose enoiche che non vedo l’ora di perdermi a novembre

Ci risiamo, novembre è arrivato e posso finalmente rifiatare. Per pochi, preziosissimi giorni, la casella di posta smetterà di vomitare i roboanti comunicati stampa di cantine che hanno vinto il premio come “terzo miglior vino bianco della Valsassina” o di … continua »

La fine più nobile per il vino novello: una bella gelatina (in 6 versioni)

“San Martino, ogni mosto diventa vino” recita un adagio popolare, ma siamo proprio certi che il succo d’uva già l’11 novembre possa chiamarsi vino? Secondo me non ha struttura, come tutti i giovani d’altronde. Attacco giocato sulla dolcezza di frutta … continua »

La promozione del Beaujolais Nouveau sceglie strane vie d’uscita

Che fine ha fatto il Novello italiano? Non pervenuto, visto che ormai non ne parlano neanche più i blog, e il suo declino pare alquanto inarrestabile. E il Beaujolais Nouveau? Non sta messo meglio, se al massimo ricorrono trovate di … continua »

Già, giammai | Come fare moda con un vino modesto di cui nessuno sentiva il bisogno

Quando la soddisfazione nel promuovere un vino modesto come il neonato Già è riassunta dal motto “comunque vada, sarà un successo” c’è poco da stare felici, anche se ti chiami Oscar mr Eataly Farinetti. Quello che NON vorresti da un … continua »

Il meglio della settimana

I post più letti degli ultimi sette giorni.

1 – 10 vini italiani che mettono tutti d’accordo. E nessuno di questi si chiama Ruby.
2 – L’Alto Adige (anzi no, il Südtirol) si unisce sotto una capsula comune. … continua »

Qualcuno ha detto “Novello”?

E’ domenica. Gli editorz di Intravino sono indaffarati a fare altro: Ale Morichetti è a Merano, ad ogni stand se la tira e dice “sì, sono proprio quello”. Tomach (vulgo Antonio Tomacelli) fa la pennica. Tutti gli altri, boh. … continua »

Beaujolais Nouveau 2006 (no, non mi sono sbagliato a scrivere)

Assaggiare il Beaujolais Nouveau 2009, in vendita da ieri, era troppo facile. Troppo scontato. Il novello per eccellenza, quello che ha indicato il cammino ad infinite imitazioni e citazioni, non è destinato ad affinarsi. Lo sappiamo tutti, giusto? Va bevuto … continua »

L’inevitabile degu di novello

Ho aspettato la mezzanotte ed un minuto di questo garrulo venerdì 6 novembre 2009. Credici. Poi, nella perfetta legalità, messo a nanna il bimbo (si sa mai che veda) ho stappato il novello rituale. L’unico che vendo – il famoso … continua »

L’infotainment sul novello


Una parte della stampa sembra tranquillizzante sulle sorti del novello. A girare tra i blog invece l’ottimismo passa. Per Francesco Arrigoni “la stagione 2009 parte sottotono a cominciare proprio dal novello”. Aristide si chiede se ormai il novello non sia … continua »

La settimana delle domande (quasi) inevase

1 – Certi vini sembrano nati per far discutere all’infinito: roba di Lambrusco e lambruschisti, e come ti sbagli?
2 – Altri, invece, ti fanno sognare la Borgogna al prezzo umano del 2006 di Bruno Gottardi: tutta un’altra … continua »

Novello Latino low cost. E bullarsi, pure

Riparliamo di vino novello, ma per rompere un po’ le scatole, stavolta.
Leggo oggi un comunicato Ansa dell’Assessorato all’agricoltura della Regione Lazio, assieme con l’Istituto Vino Novello del Lazio (ammappala, esiste un ente apposta?) che magnifica, com’è d’uso, le sorti … continua »

I peggiori. Commenti. Di sempre.

Era destino. Nemmeno il tempo di premiare il commento migliore di sempre e per la legge del contrappasso, ecco che arriva il peggiore. Certo, non ti aspetti che a firmarlo sia il direttore del Gambero Rosso, di solito meno pedante, … continua »