vini toscani

Petra 2017 e l’eleganza maremmana possibile

Petra 2017 e l’eleganza maremmana possibile

Ci può essere eleganza in Maremma? Ci sono altre zone oltre Bolgheri dove i bordolesi possono dare eccellenza e qualità assoluta in Toscana ? Dal 1997 il gruppo Terra Moretti cerca di rispondere a queste due domande e le risposte … continua »

Cambiare vita in Toscana: un sogno di nome Poggio La Noce

Cambiare vita in Toscana: un sogno di nome Poggio La Noce

Mi sono persa sulla collina di Fiesole in cerca di una azienda vinicola.

Se si analizza la frase in senso logico ci sono almeno due aspetti che di logica all’apparenza ne sono privi: perdersi a Fiesole e cercare vigne qui.… continua »

Villa Saletta, il vino toscano dal 980 d.c.

Villa Saletta, il vino toscano dal 980 d.c.

La tenuta di Villa Saletta è situata nel comune di Palaia, in Valdera, quella parte della provincia di Pisa che da Pontedera si apre verso sud lungo il corso del fiume Era. 720 ettari tra olivete, boschi seminativi e vigne, … continua »

Castagnoli, quel Chianti classico sconosciuto ai più

Castagnoli, quel Chianti classico sconosciuto ai più

In Chianti Classico ci si può ancora sorprendere. In un territorio che lavora con una qualità così alta e costante di anno in anno,  le sorprese sono poche. E bazzicando con costanza queste terre, le manifestazioni nei comuni e le … continua »

Sassicaia 2017 sfida un’annata difficile e vince alla grande

Sassicaia 2017 sfida un’annata difficile e vince alla grande

Un millesimo complicato il 2017 con germogliamento precoce, gelate primaverili e caldo siccitoso estivo al limite dell’accettabile per un grand vin ma che la vicinanza del mare ha mitigato in maniera da non compromettere  più di tanto la qualità per … continua »

Val di Buri, il vino da tavola nato quasi per caso

Val di Buri, il vino da tavola nato quasi per caso

Beviamo vino, non beviamo storie, né bei progetti. Bottiglia alla mano, il racconto serve a contestualizzare, divertire, appassionare il potenziale cliente. Poi il momento arriva, quello in cui il vino entra in bocca, ma non a parole. È li che … continua »

Note a margine della CCC2020. Che fine ha fatto Castellina in Chianti?

Note a margine della CCC2020. Che fine ha fatto Castellina in Chianti?

Il Chianti Classico è un territorio vasto e magmatico. Va dalle porte di Siena, a quelle di Firenze e tra le sue colline di chiaroscuri, tra boschi e vigne, valli strette e creste più aspre che dolci, incontra una gran … continua »

Anteprima Nobile di Montepulciano “Toscana” 2020: la prova della 2017 e la conferma dello stile

Anteprima Nobile di Montepulciano “Toscana” 2020: la prova della 2017 e la conferma dello stile

Se ormai le “stelle” alle annate lasciano il tempo che trovano è anche colpa di rating spesso anche troppo generosi e a Montepulciano purtroppo l’annata 2017, quella in anteprima in questi giorni, è un caso piuttosto eclatante. Non fa notizia … continua »

Anteprima Vernaccia 2020: il duetto di verticalità delle annate 2019 e 2018

Anteprima Vernaccia 2020: il duetto di verticalità delle annate 2019 e 2018

L’annuale degustazione in sala Dante per l’Anteprima Vernaccia 2020 prevedeva  un approfondimento su cosa si intende per “classicità” nel mondo del vino oggi e le annate 2019 e la Riserva 2018 in anteprima per la stampa durante gli assaggi alla … continua »

Paolo Marchionni e il difficile mestiere di non essere guru

Paolo Marchionni e il difficile mestiere di non essere guru

Meglio guru che paraguru, dice il saggio, ma l’unica domanda a cui Paolo non ha risposto fra le tante che gli ho fatto in una serata di chiacchiere e vino è proprio questa: “come mai non sei diventato un guru?”. … continua »

Vini migranti 2020: a che punto è il vino naturale

Vini migranti 2020: a che punto è il vino naturale

Ormai sarà anche vero che ci sono più manifestazioni sui vini naturali che etichette di vini naturali ma il mercato reagisce semplicemente a quello che il pubblico chiede sempre più a gran voce e cioè, un vino che risponda ad … continua »

Botte da orbi e risse in terra di Chianti (1902 – 1930)

Botte da orbi e risse in terra di Chianti (1902 – 1930)

Mettetevi comodi.
Mettetevi comodi e soprattutto pigliatela come volete. L’altra sera, qui a Genova, sono andato al concerto di Vinicio Capossela, che è terminato con “La lumaca”, una canzone tratta dall’album “Ballate per uomini e bestie”:

(…) Lasciare un passaggio,continua »