vini emilia romagna

Il vino che non c’è più

Il vino che non c’è più

Ultimamente mi è capitato di imbattermi in vini che non esistono. Non solo metafisicamente o magrittianamente dichiarandolo in etichetta e provocandone un cortocircuito cognitivo, ma più semplicemente perchè, finita la bottiglia che stai magnificando, di quel vino, non ce n’è … continua »

La nouvelle vague vinicola delle Valli Piacentine

La nouvelle vague vinicola delle Valli Piacentine

Sarà un azzardo ma sento di dire che oggi le valli piacentine mi ricordano la versione tutta mosti e fermentazioni di una Silicon Valley trasportata fra Trebbia e Arda. Non si prenda il paragone alla lettera, siamo pur sempre … continua »

Podere Giardino, il fascino discreto del Lambrusco

Podere Giardino, il fascino discreto del Lambrusco

Lambrusco ti voglio bene. Probabilmente lo avrebbe detto anche il Cioni Mario – anzi no, il Cioni ci si sarebbe ubriacato inveendo contro il destino cinico e baro che prima gli sfila le 4000 e poi, in mancanza del contante, … continua »

L’intervista a Paolo Babini: il pagadebit ha un futuro nobile

L’intervista a Paolo Babini: il pagadebit ha un futuro nobile

In questo periodo di fermo produttivo e sociale, Facebook si è trasformato in una vetrina di lati B, ma anche U, V e Z, intesi come quelli peggiori. Un coacervo di sfoghi, arringhe, sproloqui socio-medico-politici da cui (quasi) nessuno si … continua »

I vini dolci dell’Emilia Romagna: un viaggio lungo 8 vini

I vini dolci dell’Emilia Romagna: un viaggio lungo 8 vini

Quando si parla di vini dolci nessun’altra regione italiana può vantare la varietà dell’Emilia Romagna. Se mettiamo insieme bollicine, passiti e muffati, anche allargando la ricerca al mondo intero, è difficile incontrare tanti stili, prodotti e vitigni come lungo la … continua »

La ghiacciaia di Bergianti è l’Area 51 del Lambrusco di Modena

La ghiacciaia di Bergianti è l’Area 51 del Lambrusco di Modena

L’area 51 del lambrusco è a Gargallo di Carpi, venti chilometri da Modena. Silenzio. Buio. Nella collinetta si apre una porta. Fuori la luna, dentro la temperatura non ha stagione: 18 gradi costanti in un caveau di cemento, rivestito d’erba … continua »