teobaldo cappellano

Vino naturale: una modesta proposta

Che sia riesumato Andrea Bacci. A lui per primo, reo non confesso, siano inviati i funzionari della repressione frodi. Conciossiaché fu lui per primo, nel 1596, a comporre nel medesimo titolo – quello del suo celebre trattato De Naturali Vinorum continua »

Ezio Rivella può aiutare Barolo e Barbaresco in un modo solo: rimanendo a Montalcino

“Le tradizioni sono palle al piede, servono al massimo come ancoraggio storico”. “Le flessioni di mercato del Brunello di Montalcino dopo Brunellopoli? Vaneggiamenti di giornalisti che si sono masturbati”. “Qualità è quello che piace. Chi vende ha ragione. Chi non … continua »

Nelle Langhe non ci sono più i giovani vignaioli. La storia di Paolo Veglio

Le Langhe del vino dei re hanno un problema serio: non ci sono più i giovani vignaioli. Tra nomi altisonanti di cantine, cru prestigiosi, storie mitologiche dei patriarchi, vini mediamente pazzeschi e prezzi importanti per il compratore quotidiano, rischia di … continua »

Facciamo che dopo un Barolo Chinato del 1950 si torna tutti dal mare per lavorare

Una storia mista a leggenda narra che venne al mondo nel 1870, quando il farmacista Giuseppe Cappellano da Serralunga d’Alba lo vendeva nella sua bottega torinese come lenimento medicamentoso e antimalarico. Il Barolo Chinato è un vino aromatizzato fatto di … continua »

Parlare di vino naturale è confrontarsi con la lettera di Giovanna Morganti, nient’altro

Giovanna Morganti è una produttrice chiantigiana che adoro. “Naturale”, diremmo sapendo che l’etichetta non precisa abbastanza. Ha pubblicato una lettera sul sito del Consorzio Vini Veri, quasi in risposta al nostro post “L’idiozia di due fiere naturali separate continua »

L’idiozia di due fiere naturali separate dovrà finire prima o poi

Che il Vinitaly sia la fiera clou del vino italiano non ci piove. Una specie di Motorshow pieno di bottiglie che ti ubriachi solo al pensiero. Si va prevalentemente per affari, l’evento è ormai consolidato e per assaggiare le cose … continua »

La retroetichetta perfetta

Oggi parliamo di “lato B”. Non quel lato B, intendo la retroetichetta delle adorate bottiglie di vino. Iniziamo dicendo che nessuno o quasi gli ha mai dato il giusto peso, almeno non fino ad ora. E’ arrivato il momento … continua »