tempranillo

Le D.O. Ribera del Duero y Rueda e  qualche ottima bottiglia in assaggio al tasting di New York

Le D.O. Ribera del Duero y Rueda e qualche ottima bottiglia in assaggio al tasting di New York

Recentemente, in occasione del Ribera y Rueda Trade & Media Tastingtenutosi a New York lo scorso 9 Aprile presso il West Edge, mi è capitato di rispolverare due delle regioni vitivinicole più interessanti della Spagna. Prima di parlarne, … continua »

La verticale di Vigna alle Nicchie, il tempranillo che nasce tra le conchiglie di San Miniato

Parli di San Miniato, in provincia di Pisa, e ti viene in mente il tartufo bianco, non certo il nettare di Bacco: eppure qui Leonardo Beconcini con Eva Bellagamba hanno deciso di proseguire l’opera del padre di Leonardo, Pietro: dedicarsi … continua »

Franza o Spagna, pur che se magna. Touraine e Rioja, internazionalismo al Pig’s Ear di Dublino

Qualche giorno prima di una veloce vacanza in Irlanda leggo su Passione Gourmet di un ristorante a Dublino e penso: il mondo mi manda segnali. PG è il (mio) miglior gastro blog, il blog di recensioni di ristoranti che consulto … continua »

Il mito esagerato del giorno è Vega Sicilia Unico. E siccome pareva poco, 1970

Il millesimo è importante, considerato a tutt’oggi il migliore uscito, insieme al 1968. Vega Sicilia deve il suo nome alla famiglia Santa Cecilia, proprietaria in origine della collina su cui sono posizionati i vigneti. Sicilia infatti deriva da Cecilia e … continua »

Cannare alla cieca Barbaresco Asili 2006 Roagna e Pergole Torte 2006. Poi darsi all’ippica

Quando a tavola fai flop così, o punti sul dopocena o sei out. E io, modestamente… Bel ristorante, ordino due bottiglie alla cieca per il commensale: Barbaresco Asili 2006 Roagna e Le Pergole Torte 2006 di Montevertine. Stessa annata, Toscana … continua »