sigari

Nerone, il gordo italiano giramondo

Nerone, il gordo italiano giramondo

Tra cinque anni Philip Morris interromperà la produzione di sigarette, e il mondo dei sigari cambierà per sempre. Ma per molti versi, specie dopo la terza rivoluzione cubana in seguito alla fine dell’embargo degli Stati Uniti, quello del sigaro è … continua »

Perché ci mancherà lo Juan López  Seleccion No. 1

Perché ci mancherà lo Juan López Seleccion No. 1

Se siete tra quelli che amano un sigaro con lo stesso sapore, intensità, forza e potere seduttivo dal primo all’ultimo puff, questa non è roba per voi. Se invece vi piacciono le montagne russe, e passare dalle dolcezze agli schiaffi … continua »

Mombacho Liga Maestro, il sigaro poco adatto ai principianti (ma va bene con lo Champagne)

Mombacho Liga Maestro, il sigaro poco adatto ai principianti (ma va bene con lo Champagne)

La storia di Mombacho è recente, ma racconta bene il mondo del sigaro degli ultimi travolgenti anni. Il terzo esodo storico da Cuba porta infatti tanti professionisti e aziende intere a delocalizzare la produzione di sigari in altri paesi caraibici, … continua »

Vin Santo del Chianti e Cohiba, 50 di questi anni e di questi abbinamenti

Vin Santo del Chianti e Cohiba, 50 di questi anni e di questi abbinamenti

Per i 50 anni di Cohiba, lo storico marchio cubano un tempo di uso esclusivo della famiglia Castro a l’Havana, a Cuba stanno preparando una festa mai vista, anche per gli standard iperbolici del Festival del Habano che inizia la … continua »

Sigari e Chianti, la nuova via dell’abbinamento passa da Cuba

Di vizi non ce ne manca nessuno. Quindi quando abbiamo letto che il Consorzio Chianti (quello grande, grandissimo, con la C girata a forma di sorriso) sarebbe stato sponsor del prossimo Habanos Festival a Cuba aspettavamo a momenti con il … continua »

Partagás serie P No.2, il moderno culto del sigaro è qui

Gli appassionati non scherzano, e ci vanno giù pesanti nel definire questo sigaro. Perché forse è l’esempio più illustre della moda estrema cubana, che vede nell’intensità e nella potenza il marchio di fabbrica. Eppure ci deve essere qualcosa, in questo … continua »

Hoyo de Monterrey Epicure Special, il piacere speciale della Vuelta Abajo

Un colorado maduro affascinante già appena esce dal tubo, aitante e muscoloso: ecco l’impressione che dà l’ultimo nato nella famiglia Epicure della mitica Hoyo. Fondata nel 1865 dal leggendario José Gener, immigrato spagnolo a Cuba giovanissimo, che nel 1850 aveva … continua »

Cohiba Siglo VI, lo Chateau Latour dei sigari

E’ considerato da molti il miglior sigaro al mondo. Fin dal giorno in cui è stato presentato nel 2002 si pone nell’élite del fumo cubano, a partire dal prezzo impegnativo, anche se la linea BeHike della stessa Cohiba va oltre. … continua »

H. Upmann Magnum 50, il sigaro di JFK per una baia d’estate

Una vitola impegnativa e succulenta, adatta ad un post pranzo estivo senza troppi pensieri. Un peso medio-massimo da approcciare con cura, che la casa fondata da Herman Upmann (non vi sbagliate, è proprio un tedesco di Brema) offre in affiancamento … continua »

Puro d’Oro Davidoff Notables, intensità e relax

Scuro e imponente, uno dei sigari dal profumo a crudo più bello del mondo, ricco com’è di rimandi al cacao del Madagascar, pepe nero e specie dolci mescolate ad un sottofondo di humus e terriccio argilloso. La capa a ricciolo … continua »

Fumate cubane in vacanza. Por Larranaga Small Robusto Exclusivo Italia

Il piacere da sigaro cubano è qualcosa che ti entra dentro poco a poco, raramente è un colpo di fulmine. Ma questa edizione regionale Italia di Por Larranaga è una delle poche fumate capaci di affascinare al primo puff. Difficile … continua »

Puro d’Oro Gorditos Davidoff o della sostenibile pesantezza delle fumate moderne

Forse il titolo è cattivo e un po’ fuorviante, ma serve a mettervi in guardia da una fumata troppo rilassata: questo sigaro è un piccolo mostro di concentrazione e ricchezza domenicana. In teoria nasce come sigaro di qualità per una … continua »