sandro sangiorgi

Sotto a chi tocca. La gente del vino: Luca Santini (professione: direttore commerciale)

Sotto a chi tocca. La gente del vino: Luca Santini (professione: direttore commerciale)

Alcuni saranno famosi, altri lo sono già ma poco cambia: sono le persone che – a vario titolo: giornalisti, degustatori, blogger, sommelier, commercianti – ci aiutano a bere meglio, capire di vino, approfondire la nostra passione e divertirci. 
La gente continua »

Sotto a chi tocca | La gente del vino: Giampiero Pulcini (la sensibilità che vorremmo)

Sotto a chi tocca | La gente del vino: Giampiero Pulcini (la sensibilità che vorremmo)

Alcuni saranno famosi, altri lo sono già ma poco cambia: sono le persone che – a vario titolo: giornalisti, degustatori, blogger, sommelier – ci aiutano a bere meglio, capire di vino, approfondire la nostra passione e divertirci. 
La gente del continua »

Sotto a chi tocca. La gente del vino: Giulio Bruni (uno di cui sentiremo parlare, a Roma e non solo)

Sotto a chi tocca. La gente del vino: Giulio Bruni (uno di cui sentiremo parlare, a Roma e non solo)

Alcuni saranno famosi, altri lo sono già ma poco cambia: sono le persone che – a vario titolo: giornalisti, degustatori, blogger, sommelier – ci aiutano a bere meglio, capire di vino, approfondire la nostra passione e divertirci.
La gente del continua »

Sotto a chi tocca | La gente del vino: Francesco Annibali (ovvero: della densità di parola)

Sotto a chi tocca | La gente del vino: Francesco Annibali (ovvero: della densità di parola)

Alcuni saranno famosi, altri lo sono già ma poco cambia: sono le persone che – a vario titolo: giornalisti, degustatori, blogger, sommelier – ci aiutano a bere meglio, capire di vino, approfondire la nostra passione e divertirci.
La gente del continua »

La vocazione del vino naturale (e i suoi abbinamenti)

La vocazione del vino naturale (e i suoi abbinamenti)

Mi accade spesso di aprire a caso vecchi numeri di Porthos, e trovare spunti di riflessione attuali. Porthos è stato, per chi non lo sa, la fanzine sul vino più fondamentale del nuovo millennio. Ora che ha chiuso le stampe … continua »

Vino, un breve elenco di libri utili per iniziare a capirci qualcosa

Vino, un breve elenco di libri utili per iniziare a capirci qualcosa

Estate piena, un ottimo momento per pubblicare un post dedicato a letture da spiaggia varie ed eventuali. Non solo però, la mia idea era infatti quella di raccogliere in un unico pezzo una serie di consigli utili a chi volesse … continua »

Chi sale e chi scende? Tutti i potenti del vino italiano secondo Intravino, cioè la Bibbia (cit.)

Quello che segue è il frutto di un brainstorming della redazione tutta di Intravino – “la Bibbia del vino italiano” (cit.). Un borsino ampio, crudo e senza sconti sull’ampia fauna del vino di casa nostra. Tra contorsionisti, primedonne, spadaccini e … continua »

Emidio Pepe e la storica degustazione di Montepulciano d’Abruzzo (1967-2007) al Vinitaly 2014

Chiunque negli ultimi anni abbia frequentato le più importanti manifestazioni del vino si sarà sicuramente imbattuto in Pepe e nei suoi grandi Montepulciano (senza dimenticare il Trebbiano, il più ferreo degli sparring partner). Non solo i prodotti d’annata, anzi. È continua »

9 libri sul vino per fare bella figura in società

9 libri sul vino per fare bella figura in società

Lagendina è il nick di un nostro commentatore dietro cui si cela il blogger Massimo Andreucci che, da oggi, inizia la sua collaborazione con Intravino. Stanarlo non è stato semplice ma ne è valsa la pena. Buone letture.
Gli … continua »

Una specie di intervista doppia a Paolo Lauciani e Sandro Sangiorgi. Il vino naturale (non) esiste

Io a Paolo Lauciani devo e dovrò per sempre una imperitura passione per il vino perché tornando da scuola al liceo ricordo che un sentore di burro fuso mi fulminò su un Cervaro della Sala, ma proferito che al confronto … continua »

Cosa hanno in comune vini senza solforosa aggiunta e naturalità? Praticamente niente, secondo Sandro Sangiorgi

Se un giorno a Porthos cercassero un titolista io mi proporrei al volo: pagamento in vecchi numeri cartacei e bottiglie abbandonate nei sottoscala di via Mantegazza. Sarebbe un grosso affare per entrambi e per questo non si farà mai. La … continua »

Il meglio della settimana in cui ho visto un delegato Ais commuoversi*

Il meglio della settimana in cui ho visto un delegato Ais commuoversi*

I post più letti degli ultimi sette giorni.
1 – Racconto impegnato dei Mondiali di Barolo 1996, partendo dal prevedibilissimo podio.
2 – Un terzo degli intervistati non trova grandi differenze tra Prosecco e Champagne. Astenersi provocatori.
3 … continua »