Ristoranti

Ristorazione e disoccupazione: i danni del Covid19

Ristorazione e disoccupazione: i danni del Covid19

Come si dice quando sei triste ma ti viene da ridere?

Ci abbiamo messo un po’ a realizzare che con il decreto  #iorestoacasa  chi lavorava nei wine-bar (e non solo!) sarebbe diventato disoccupato. E in effetti che fa il … continua »

Due parole a chi non comprende il dramma della ristorazione per il coronavirus

Due parole a chi non comprende il dramma della ristorazione per il coronavirus

Di queste settimane apocalittiche – chiusi ermeticamente in casa con le funzioni vitali di una società ridotte al minimo – leggeremo purtroppo nei libri di storia ma è evidente che le proporzioni dell’emergenza, prima sanitaria poi economica, non siano chiare … continua »

La tempesta Gelinaz: da Gorini io c’ero e vi racconto com’è andata

La tempesta Gelinaz: da Gorini io c’ero e vi racconto com’è andata

Per qualcuno è l’ennesima e stancante pantomima di chef fighi in giro per il mondo che si atteggiano a trendsetter, per qualcun altro continua ad essere una trovata geniale ma, per i tanti che hanno affollato i 148 ristoranti … continua »

Robert Parker lascia e la Michelin piglia tutto: cambia qualcosa?

Robert Parker lascia e la Michelin piglia tutto: cambia qualcosa?

È da ieri che ci penso e ancora non sono riuscito a capire se sia “più notizia” la Guida Michelin che compra il 100% della guida di Robert Parker, o Robert Parker che ha venduto la sua guida The Wine … continua »

Vienna, una piccola guida algebrica

Vienna, una piccola guida algebrica

Giorno.
Amici, credo che sia meglio per me cominciare a tirar giù la valigia, sono quasi arrivato. Sapete, a me nei paesi di lingua tedesca mi scambiano spesso per francese. Me chiameno messié: a me, capito? Accadeva già quando … continua »

El Celler de Can Roca, o del pranzo della vita

El Celler de Can Roca, o del pranzo della vita

Ormai viaggio soltanto per sedermi a tavola. Macino chilometri con l’unico scopo di visitare i luoghi del cibo e del vino. Conosco le città e i Paesi attraverso i loro ristoranti. Ogni tanto inciampo in qualche sasso antico o cedo … continua »

Azurmendi, il food-lab di Eneko Atxa

Azurmendi, il food-lab di Eneko Atxa

Sabato 10/08/2019 ore 21.00 – Bilbao – Ristorante Azurmendi, tre stelle michelin dal 2012, chef Eneko Atxa, classe 1977.
Il ristorante ha circa 70 dipendenti tra cucina, sala e gestione, non usa frigoriferi e congelatori, si serve di quanto … continua »

Pasquale Torrente, l’uomo che inventò Cetara

Pasquale Torrente, l’uomo che inventò Cetara

Curioso. Ripensavo in questi giorni che ho sentito parlare prima di un certo cuoco e poi del suo paese, quattro case in croce di nome Cetara. Eppure ci siamo passati tutti da quella rientranza nella roccia di calcare mentre andavamo … continua »

Dove mangiare a Parigi quando ti prende la voglia di Parigi (Inaki Aizpitarte inside)

Dove mangiare a Parigi quando ti prende la voglia di Parigi (Inaki Aizpitarte inside)

L’ultima fuga a Parigi la devo raccontare, troppo forte è la devozione che ho per questa capitale.

Non avevo organizzato tutto nei minimi dettagli, non ne avevo avuto il tempo. Ma che tempo, quali dettagli, mi chiedo, se hai deciso … continua »

Cosa unisce Massimo Bottura e Nonna Papera

Cosa unisce Massimo Bottura e Nonna Papera

– Dodici verticale (9 lettere): ricetta con spaghetti, tuorlo d’uovo, guanciale, pecorino.

– Aspetta, si ci sta, questa è facile… Car-bo-na-ra

– Quattro orizzontale (otto lettere): il dolce più scomposto dagli chef.

– Eh, questa è difficile… dolce scomposto… che … continua »

Quando i giovani diventano grandi: la Stube Gourmet di Asiago

Quando i giovani diventano grandi: la Stube Gourmet di Asiago

Qualche giorno fa sono tornata, per la seconda volta, a cena alla Stube Gourmet di Asiago, guidata dal giovane chef Alessio Longhini.

La prima volta che ci sono stata risaliva a qualche mese fa e devo dire che se ci … continua »

Nell’Emporio di Bologna si sta benissimo ma non ditelo a nessuno

Nell’Emporio di Bologna si sta benissimo ma non ditelo a nessuno

Non ero sicuro di voler scrivere questo post perché non sempre le migliori scoperte si vogliono condividere. C’è un po’ di quel sano istinto di autoconservazione che fa tenere a freno la lingua, ché se lo dici sarà l’assalto e … continua »