passito

Kracher TBA Collection 1999: sinfonia Botrytis in quinto quarto toscano

Kracher TBA Collection 1999: sinfonia Botrytis in quinto quarto toscano

Le meraviglie della muffa nobile mostrano miracoli in Francia e, a macchia di leopardo, nel mondo ma solo nel Burgenland grazie a Alois Kracher si è trasformata in una istituzione fatta di mitologiche cassettine di legno che ogni anno vanno … continua »

I vini dolci dell’Emilia Romagna: un viaggio lungo 8 vini

I vini dolci dell’Emilia Romagna: un viaggio lungo 8 vini

Quando si parla di vini dolci nessun’altra regione italiana può vantare la varietà dell’Emilia Romagna. Se mettiamo insieme bollicine, passiti e muffati, anche allargando la ricerca al mondo intero, è difficile incontrare tanti stili, prodotti e vitigni come lungo la … continua »

Vini passiti piacentini, oltre il Gutturnio c’è di più

Vini passiti piacentini, oltre il Gutturnio c’è di più

Il nostro lettore Davide Bassani ci ha inviato un interessante report sui passiti piacentini che volentieri pubblichiamo.

La parola identità è la prima a cui penso quando affronto il binomio vino-Piacenza. Gutturnio? Fermo o frizzante? Riserva o Classico? Superiore o … continua »

Mott Carè di Cascina Piano. Sul Lago Maggiore la muffa è nobile, e pure un po’ magica

Mott Carè di Cascina Piano. Sul Lago Maggiore la muffa è nobile, e pure un po’ magica

Acqua dolce, muffa grigia. Anche i persici boccheggiano dal caldo e il vento si è fermato in dogana su a Zenna. Lago Maggiore: estate torrida in una terra di confine con tante leggende e poca uva. Sulla strada che porta … continua »

Istantanea discretamente a fuoco su 7 vini di Sardegna nell’anno che se n’è andato

Istantanea discretamente a fuoco su 7 vini di Sardegna nell’anno che se n’è andato

Sette è un bel numero: mi fa pensare a Gravner, ai giorni della settimana, al mio compleanno, alla somma degli anni dei miei figli. La penna la punto in faccia a sette vini sardi che, in un percorso asincrono, ricordo continua »

Malvasia Day 2015 | Tutti gli assaggi del vino delle Lipari, in versione passita e secca

Durante lo scorso Malvasia Day, tenutosi a Lipari a fine luglio (letta la prima parte?), non abbiamo perso l’occasione per fare un po’ di assaggi, sia nelle vinificazioni secche che dolci di quest’uva apparentemente autoctona. Ecco quindi i nostri … continua »

Giuliano Grazzini de La Galea: un ettaro e un solo vino (il dolce Aleatico) sull’Isola d’Elba

Qualche giorno fa ho cercato di spiegare il valore di Lucio Battisti a mio figlio. Non riuscendo ad essere convincente sui testi poetici o sulla musica, ho provato ad usare quello che i critici hanno chiamato “coltivazione dell’assenza”, cioè il … continua »

Cucinare col vino. Pesche, amaretti, passito e pannacotta: che altro vi serve per svenire di piacere?

Poche sono le cose che sanno di estate come le pesche al vino; purtroppo ancora non è propriamente estate, anzi. Le temperature un po’ ballerine degli ultimi tempi hanno aiutato ben poco la maturazione della frutta ma le prime pesche … continua »

Si scrive Sciacchetrà ma si legge Re Sciachetrà: un passito che racconta le Cinque Terre

Potrebbe sembrare un’esagerazione: un evento lungo 3 giorni con decine di giornalisti a parlare di un prodotto che arriva a stento alle ventimila (mezze) bottiglie. In realtà lo Sciacchetrà rappresenta una forma di riscatto dell’uomo sulla natura e un possibile … continua »

L’importanza di chiamarsi col nome giusto. Ovvero perché scegliamo un vino in base al nome. E tanti saluti al resto

Quanti indizi servono per fare una prova? Tempo fa chattavo con un amico sulle denominazioni di certi vini che, da sole, ne determinano l’appeal. Si diceva che un vino con un nome fighetto ha maggiori chance di piacere, così, in … continua »