marketing

Angelo Gaja: “Almeno tre i cambiamenti significativi nel vino degli ultimi decenni. Ecco quali”

Angelo Gaja: “Almeno tre i cambiamenti significativi nel vino degli ultimi decenni. Ecco quali”

Da oggi ci sarebbe questo nuovo autore che propone i suoi contributi in anteprima esclusiva per Intravino. Si chiama Angelo Gaja e produce vino a Barbaresco e non solo. Ha una discreta notorietà come produttore però come giovane wine blogger continua »

Per Google Trends, nella sfida tra Barolo, Amarone e Brunello c’è un vincitore. Eccolo

Per Google Trends, nella sfida tra Barolo, Amarone e Brunello c’è un vincitore. Eccolo

Andrea Troiani è un nostro lettore, “appassionato di vino, aspirante sommelier, etc”. Su di lui possiamo aggiungere quest’altra parte della sua presentazione: “mi occupo di marketing digitale da (troppi) anni e, come voi, sono un eno-curioso. Per farla breve, ho continua »

Generazione Riesling. Elementi di marketing e comunicazione supergiovane made in Germany

Generazione Riesling. Elementi di marketing e comunicazione supergiovane made in Germany

Ulrich Kohlmann, “fondatore e proprietario” di Tuscantasting.it, ci invia questo contributo che parla di Generazione Riesling, un “progetto nato in Gran Bretagna nel 2006 allo scopo di modernizzare e rendere più dinamica l’immagine del vino tedesco”. Contiene molti aspetti continua »

Il meglio della settimana in cui Gabriele Bonci spiega facilmente il marketing (e le marchette)*

I post più letti negli ultimi sette giorni.
1“Per i produttori di vino la produzione biologica e biodinamica è una via senza uscita” (Attilio Scienza).
2Il Molise alla conquista dell’Expo. Sottomettere l’Abruzzo costava meno.… continua »

Comunicare il vino italiano del mondo, dal Festival della TV un’idea niente male per aumentarne il valore

Siamo ormai ospiti fissi al Festival della TV di Dogliani, dove il vino e il cibo quest’anno hanno goduto di un palco a parte in Piazza Carlo Alberto, col consueto seguito di pubblico interessato e partecipe. Il tema nell’anno di … continua »

Consigli gratis per fare vini di successo

Consigli gratis per fare vini di successo

Bastassero il terroir e l’uva matura, il vino di successo lo farebbe qualunque vignaiolo dotato dei due ingredienti. E invece serve ben altro nel mezzo, serve la mano, la tecnica, l’ispirazione, e altre duemila cose che hanno a che fare … continua »

Gentili sigg.ri, la presente per richiedere la rimozione di un vostro articolo

Lo dico io prima che lo dica un altro: ho un po’ la tendenza a parlarmi addosso ultimamente. Sarà l’età o la stagione di vacanze ma sta succedendo. Però c’è anche il fatto che ogni tanto si vorrebbe portare il … continua »

Diventa anche tu Italian Wine Expert coi corsi di Ian D’Agata e Stevie Kim. E ripassa l’inglese, comunque

Cosa vuoi fare da grande? Se ti piace l’idea di scrivere “Italian Wine Ambassador” oppure “Italian Wine Expert” sul tuo biglietto da visita, questa forse è l’occasione buona. La notizia succulenta la apprendo leggendo il primo wine blog d’italia, che … continua »

Marketing estremo tra seni nudi e allusioni spinte: galleria documentata tra Ganevat, Simonutti e altri

Marketing estremo tra seni nudi e allusioni spinte: galleria documentata tra Ganevat, Simonutti e altri

Succedono fatti insoliti. Il lungo articolo di Rémy Charest apparso la settimana scorsa su Punchdrink.com, intitolato “Sex, Sexism and the Natural Wine Label” non ha provocato più di tanto la mia curiosità. In fondo parlare di etichette che usano figure … continua »

Verso la zonazione del Chianti Classico. Con qualche dubbio, che prontamente vi elenchiamo

Un inizio incoraggiante, come lo sono sempre gli inizi vibranti di nobili aspirazioni. Incoraggiante perché non ispirato da intenti compromissori, né tantomeno clientelari: promosso, al contrario, da comuni esigenze e solidi riscontri storici, scientifici e documentali. A fronte dell’euforia degli … continua »

Fighetti di sinistra. Due o tre cose che so di loro, ora che ho parlato con Angelo Gaja

Sulla lavagna di Intravino Angelo Gaja è segnato da sempre sul lato dei “buoni” e, probabilmente, rimarrà in quella posizione per tanto tempo ancora. Prima, però, vorremmo ci chiarisse il senso di quella definizione infelice rilasciata giusto ieri al Corriere … continua »

Tengo famiglia. Il “vino da ristorante” come ultima novità ed estrema risorsa

Un tempo le cantine sociali, nel corso di un’onorata carriera fra gli scaffali dei supermercati, inciampavano puntualmente nella produzione di una linea per la ristorazione: vini di fascia più alta (o forse gli stessi, con un abito diverso) e interdetti … continua »