maremma

Poggio Concezione, il vulcano e la ricerca dei bianchi perduti

Si fa presto a dire vulcanico. Però c’è una zona della Toscana dove semplicemente non esistono altri termini per spiegare la particolarità dei vini che nascono qui. Si tratta di Pitigliano, nell’entroterra di Capalbio, lontano da tutto e da tutti … continua »

Al di qua o al di là del Paglia? Una storia appassionante dei vini di Acquapendente

Ad Acquapendente non ci sono i bianchi e i rossi, ma i vini di al di qua o al di là del Paglia, il fiume che solca la valle in senso obliquo, da nord ovest a sud est, ai piedi … continua »

Capalbio e l’invenzione di un terroir in 13 assaggi

Capalbio sembra una di quelle vecchie barzellette del tipo: ci sono un armatore in cerca di vino per il matrimonio del figlio, un ex produttore cinematografico, un diplomatico argentino, Achille Occhetto, un enologo cresciuto in Loira, il direttore di una … continua »

Anteprima della Costa Toscana 2013 ci è piaciuta. Vini, non (tutti) pervenuti

“Anteprima vini della Costa” è una manifestazione che si svolge a Lucca, dove sono in assaggio i vini di produttori delle province di Lucca, Livorno, Pisa, Massa, Grosseto. Dapprima riservata solo agli operatori di settore, è cresciuta nel corso degli … continua »

Anteprima Vini della Costa Toscana | Il nuovo viene davvero dal mare?

La definizione di Grandi Cru della Costa Toscana non ci fa impazzire. Ma se l’intento è quello di porre l’attenzione su un territorio nuovo, e al tempo stesso antico, con il mare e i suoi influssi come unico comune denominatore, … continua »

Anteprima Vini della Costa Toscana | In Maremma si bevono anche grandi sangiovese

Dopo gli ultimi assaggi di sangiovese, mi ero ripromesso di parlare d’altro. Anche se la variazione sulle bollicine di monsieur Paillard (è Champagne, non Franciacorta, per cui posso dire bollicine) ha risvegliato il desiderio nascosto di anidride carbonica, rimango … continua »

Monteverro e il sogno di Capalbio | Quale terroir per la bassa Maremma?

I sogni, a dire la verità, sono almeno due: non solo quello di far nascere un vino-icona in grado di rivaleggiare con i grandi bordolesi italiani e mondiali, ma anche quello di dimostrare la vocazione del terroir di Capalbio per … continua »

Luciano Berti e il Primitivo di Maremma

L’arte del bere miscelato ha come unico confine la fantasia. Se poi dietro al bancone metti Luciano Berti, istrionico e logorroico proprietario del Garabombo Wine Bar ad Albinia, il rischio è che in Maremma inizino a fare più cocktail che … continua »

Abbinamenti esotici in Israele

A pensarci bene, con la cucina coreana giocavamo fuori casa e col tifo contro. Al confronto, Israele sa quasi di “casalinghitudine” (cit.) e di abbinamenti col cibo ce n’è per tutti i gusti. Spumanti dalle alture del Golan e rossi … continua »

San Martino 210 La Busattina | C’è aria di Loira in Maremma

Lo puntualizziamo subito così da evitare misunderstanding: non parliamo di chenin blanc. Il San Martino 210 del 2007 è infatti frutto di un assemblaggio più casereccio (trebbiano, malvasia, ansonica). Tranquillizzatevi quindi, non si esce degli schemi della tradizione toscana … continua »

Metti il Cabernet Sauvignon in Maremma

Non se ne parla tanto. Vorrei farlo io, per dirne tutto il bene che posso. Presentato al Critical Wine del Leoncavallo di Milano nel 2007, è una combinazione di cabernet e sangiovese che fanno a Aione (Magliano in Toscana, GR). … continua »

La settimana dell’alcol proibito. Quasi davvero

1. Dichiarazioni proibizioniste tipicamente roboanti: io proibirei ai taroccatori di Brunello di farla franca. Ecco.

2. Una volta per sempre: PROIBIRE l’abbinamento dello Champagne con la torta. Qualcuno affronti quest’emergenza nazionale.

3. Moderiamo le tecniche esasperate di cantina, per … continua »