identità golose

Come costruire una carta dei vini vincente, a Identità Golose 2019 il panel con i top sommelier italiani

Come costruire una carta dei vini vincente, a Identità Golose 2019 il panel con i top sommelier italiani

In scena a Identità di Sala, la costola dedicata al servizio in sala del congresso milanese di alta cucina Identità Golose, è salito un panel d’eccezione di sommelier  e maestri di sala che ha raccontato cosa significa costruire … continua »

Veuve Clicquot La Grande Dame 2008 Brut e Rosè: il pinot nero regna sovrano

Veuve Clicquot La Grande Dame 2008 Brut e Rosè: il pinot nero regna sovrano

Una cuvée de prestige composta quasi esclusivamente da pinot nero è roba da sovversivi. Strano a dirsi l’audacia viene da una grande maison che non ha lesinato  sorprese nel corso degli ultimi anni a suon di rinfrescate all’immagine a partire … continua »

Il genio di Davide Oldani per l’anteprima Dom Ruinart Blanc de Blancs 2006 e Rosé 2004

Il genio di Davide Oldani per l’anteprima Dom Ruinart Blanc de Blancs 2006 e Rosé 2004

Il consolidato rapporto tra la maison Ruinart e Identità Golose vede, ormai da tre anni, una sala dedicata a Identità di Champagne, l’incontro tra alta cucina e bollicina francese a metà tra il laboratorio di idee e una raffinata … continua »

Perché i produttori sono spesso incapaci di giudicare un vino (e lo stesso vale per i cuochi coi ristoranti)

Perché i produttori sono spesso incapaci di giudicare un vino (e lo stesso vale per i cuochi coi ristoranti)

Vi siete mai chiesti perché produrre e giudicare un vino siano attività ben distinte? O siete tra quelli per cui produttori/enologi sono i migliori giudici? Perché di solito gli unici a pensarlo sono proprio produttori/enologi.

In realtà vale un po’ … continua »

Alberto Piras, il miglior sommelier dell’anno per la guida ai ristoranti 2016 de L’Espresso

Ho conosciuto Alberto Piras nella notte del febbraio 2013 – durante Identità Golose – in cui poi avrebbe avuto un terribile incidente che poteva costargli la pelle. Dopo otto giorni di coma, per tre mesi e mezzo ha parlato … continua »

Farinetti come Vinitaly, a Expo 2015 l’affidamento diretto per l’unicità dell’impresa continua a fare guai

Se c’è una cosa che a Oscar Farinetti riesce benissimo è rendersi antipatico. Lui un po’ ci gode e un po’ ci marcia, perché le critiche gli permettono di sfoderare quell’aria da io so’ io e voi non siete un continua »

Questi produttori hanno risposto alla domanda più divertente del Vinitaly 2014. Scopri qual è

Durante il Vinitaly appena concluso avrete visto bellimbusti microfonati girare all’impazzata tra i padiglioni a caccia di noti produttori ma anche personaggi pubblici esibirsi in balli sconclusionati e ridicoli. Bene, ora vi spieghiamo tutto ma dovete darci una mano. Tutto … continua »