giancarlo gariglio

Tutte le aziende con chiocciola di Slow Wine 2017

Tutte le aziende con chiocciola di Slow Wine 2017

Ritengo sia da anni una delle liste più interessanti proposte dalle guide di settore, perfettibile come tutte ma ottima traccia di riflessione sulla viti-enologia italica. Quello delle chiocciole di Slow Wine – riconoscimento all’azienda che si contraddistingue per incarnare a … continua »

Il meglio della settimana in cui non avete letto le chiocciole di Slow Wine 2016 (eccole qua)*

I post più letti degli ultimi sette giorni.
1Tutte le Eccellenze per la guida I Vini d’Italia 2016 de L’Espresso: la lista più attesa. (3.747 visualizzazioni)
2 – “Talebani” del vino, #nogomma, burocrazia del gusto. Finalmente un continua »

La matematica non è un’opinione, neanche coi freddi numeri di Barolo Boys

La matematica non è un’opinione, neanche coi freddi numeri di Barolo Boys

In un post relativo alla vicenda Barolo Boys Giancarlo Gariglio utilizza un anno mirabile (“a quo” avrebbero detto i latini), da cui sarebbe partita la rinascita del Barolo e l’aumento vertiginoso dei suoi prezzi: il 1994. Dice il continua »

Vedendo Barolo Boys penso a mio padre Marco Ferrero e a come davvero è andata a finire quella storia

Vedendo Barolo Boys penso a mio padre Marco Ferrero e a come davvero è andata a finire quella storia

«Vuoi un po’ di vino? È vinello».
«No, dovresti dire: vuoi un po’ di schifo? È schifello».

Nonno Pietro Ferrero[1] faceva il muratore. Ero passato a salutarlo un pomeriggio, avrò avuto tredici anni; mi aveva offerto un bicchiere di … continua »

Per qualcuno la lista delle chiocciole è la cosa più interessante di Slow Wine 2015. Eccola qua

Scremato quel 70% di lettori che ancora fatica a distinguere la simbologia di Slow Wine, fuori di dubbio è che il simbolo principe dell’enclave braidese sia la chiocciola, riconoscimento che segnala le cantine più in linea con la filosofia Slow. … continua »

Che mondo del vino raccontano le chiocciole di Slow Wine 2014?

Non abbiamo partecipato al lento avvicendarsi delle segnalazioni di Slow Wine 2014 perché tra bottiglie, monete, grandi vini, vini quotidiani e quant’altro mi è venuto un mal di testa che la metà basta. A margine delle considerazioni fatte negli anni … continua »

L’accordo tra Slow Wine e Vinitaly Wine Club è un macroscopico conflitto di interessi?

E insomma, pochi giorni dopo esserci occupati di alcuni aspetti commerciali della Guida Oro edita dal Seminario Permanente Luigi Veronelli eccoci tornare sul vasto argomento relativo agli editori, e al mercato. La notizia di ieri è che Slow Wine, … continua »

Anteprime Toscane 2013. Gli assaggi della Vernaccia di San Gimignano

La Vernaccia di San Gimignano è un simbolo, incarna la capacità toscana di fare sistema attorno al proprio patrimonio culturale. Ogni anno, attraverso questo evento, riesce ad attrarre un numero notevole di giornalisti, considerando il carattere locale della produzione, che continua »

Torchiare il curatore Giancarlo Gariglio per evitare banalità su Slow Wine 2013

Inizia oggi il Salone del Gusto a Torino ed è la mia prima volta. Per festeggiare, mi sono regalato un bel laboratorio di Krug alle 17 e non credo che arriverò alle 19 di stasera pienamente cosciente. Il clou, però, … continua »

3 bicchieri 2012, 5 bottiglie, chiocciole, cavatappi e grappoli. La gente vuol sapere

Sono curioso di sapere i vini premiati dalle varie guide nel 2012? Da morire! Certo, la mia etica imporrebbe low profile, salvifico disinteresse per il gossip di vinti e vincitori, menefreghismo verso i 3 bicchieri (hey, ancora esistono?) e … continua »

“Quelli che le guide” 2011 | Un grande futuro dietro le spalle?

Dalle cattiverie sui blog fino alla critica aperta e e feroce nei confronti dei vini “cosiddetti naturali”: durante il convegno Quelli che le Guide, annuale ritrovo delle 6 guide del vino più definitive d’Italia, non ci siamo fatti mancare … continua »

Il meglio della settimana

I post più letti degli ultimi sette giorni.

1 – Il futuro del vino (naturale) sono i piccoli produttori illuminati. Per tutto il resto c’è Intravino.
2 – Slow Wine | Tutte le risposte di Giancarlo Gariglio e Fabio continua »