franco ziliani

Della Juve, del Toro e del tifo incondizionato da stadio applicato ai Barolo (Boys)

Della Juve, del Toro e del tifo incondizionato da stadio applicato ai Barolo (Boys)

Insieme a Tiziano Gaia, Paolo Casalis è l’autore di Barolo Boys – The Movie. Ne abbiamo parlato qui, Federico Ferrero ne ha parlato qui e questo contributo di Paolo, particolarmente centrato, meritava uno spazio particolare. [a.mcontinua »

Hello MoriKitty e la dura vita del wineblogga

A volte ritornano. MoriKitty vi presenta un po’ di nuovi amici – del resto è sabato, mica possiamo essere serissimi sempre. Gli altri giorni, invece…… continua »

Il convegno Ais sulla comunicazione del vino? Inutile

Parlare del Convegno Ais di ieri mattina a cui non sono stato mi è costato 5 telefonate, un travaso di bile, una fioriera in bella vista farcita di cimici e 2 mail ex ante a Franco Lionel Ricci (©) che … continua »

Sebastian Stocker | I vini figli dell’ombra

Le mani di Sebastian Stocker sono mani di artigiano, dotate di una intelligenza propria. Sono mani forti, fini, eleganti, tornite dal lavoro. Era il 1955 quando hanno aperto per la prima volta le porte della Cantina Sociale di Terlano. … continua »

Franco Biondi Santi dice NO al cambio di disciplinare del Rosso di Montalcino

A Montalcino, domani è il D-Day in cui il Consorzio del Brunello deciderà le sorti del Rosso di Montalcino. A questo proposito, ha destato scalpore, negli ultimi giorni, che Decanter e la newsletter del Gambero Rosso (pdf) parlassero … continua »

Dal Gambero Rosso ai blog. Vizi e virtù del World Wine Web

Scritto per Enogea 35 ma consegnato in ritardo, l’articolo originario dal titolo Raccontare il vino al tempo dei blog e delle marchette è stato integrato e sarà pubblicato a puntate. Questa fa seguito alla prima.
Gli albori della novità … continua »

Spiegare agli italiani la differenza fra giornalismo e pubblicità è una perdita di tempo

“That isn’t journalism: it’s advertising” è una frase troppo difficile da tradurre o dite che ce la posso fare? Oh, io mi butto, o la va o la spacca: “Questo non è giornalismo, è pubblicità”. La puntuta osservazione la trovate … continua »

Anteprime toscane 2011 | Il Brunello di Montalcino 2006

Da Bergamo alla Korea, il Brunello di Montalcino attira assaggiatori da tutto il mondo nel degustificio© più ganzo della terra. Veniamo agli assaggi di Benvenuto Brunello 2011. Il millesimo 2006 non è assolutamente l’annata del secolo che molti avevano … continua »

Burton Anderson mi ha ammaliata col vino e chi ha sue notizie parli al più presto

Quando Burton Anderson tratteggiava la figura di Franco Biondi Santi sull’International Herald Tribune, il colosso Castello Banfi non era ancora sbarcato a Montalcino. Finivano gli anni Settanta, il Brunello era vino per pochi e tra questi c’era un wine writer continua »

Già, giammai | Come fare moda con un vino modesto di cui nessuno sentiva il bisogno

Quando la soddisfazione nel promuovere un vino modesto come il neonato Già è riassunta dal motto “comunque vada, sarà un successo” c’è poco da stare felici, anche se ti chiami Oscar mr Eataly Farinetti. Quello che NON vorresti da un … continua »

Dopo il francobollo di Berlucchi chi merita il prossimo?

Per la prima volta, il 5 novembre scorso, Poste Italiane ha emesso un francobollo della serie “Made in Italy” dedicato a un’azienda del vino. L’onore è toccato alla Guido Berlucchi & C., storica azienda di Borgonato in Franciacorta cui si … continua »

La settimana che chiudo tutto e scappo via

1 – La storia della DOC Marsala è fatta di anni d’oro, tempi bui, riscoperte e rielaborazioni. E oggi cos’è un Marsala serio? Mauro Mattei lo sa.

2 – Il distributore automatico di vino, in Pennsylvania, ti controlla … continua »