Francia

Barolo e Barbaresco top del 1990, storia di una grande annata che fu (e ora non lo è più)

Barolo e Barbaresco top del 1990, storia di una grande annata che fu (e ora non lo è più)

Serata con gruppo di amici sbevazzoni della combriccola di Torino che si riunisce per approfondire il discorso sui nebbioli dell’annata 1990 per battezzare un pugno di bottiglie ancora presenti nella cantina di un noto appassionato farmacista torinese. Bottiglie non acquistate … continua »

La proprietà di Biondi Santi finisce ai francesi, e non è nemmeno brutto come sembra

La proprietà di Biondi Santi finisce ai francesi, e non è nemmeno brutto come sembra

I francesi saranno anche i cugini simili a noi, ma quando si tratta di finanza i ragionamenti che fanno sono di altro stile, sicuramente a più ampio raggio: se da un lato tentano di conquistare Mediaset con Vivendi (con Opa … continua »

La crisi finanziaria internazionale tra la vendita di Vietti e i ribelli Comité régional d’action viticole

La crisi finanziaria internazionale tra la vendita di Vietti e i ribelli Comité régional d’action viticole

Regolarmente, in contesti storici differenti ma in condizioni di processo similari, il sistema capitalistico produce crisi derivanti da sovrapproduzione di merci che trovano difficoltà di allocazione, provocando stagnazione, caduta dei prezzi, disoccupazione di massa, salari bloccati: ogni crisi di sovrapproduzione … continua »

La Francia vista da qui

La Francia vista da qui

Quando raccontiamo perché la Francia ha un primato sul vino, parliamo spesso del tempo. Inteso come anni, decenni, secoli: la risalenza nel tempo di una tradizione produttiva finisce per stabilire una forma di primato difficilmente discutibile. Al punto che chi … continua »

Dom Perignon non teme le annate difficili. La 2005, per esempio

Stanchi di essere continuamente invitati a quegli eventi dove si beve e si crapula a gratis come fa ogni blogger, abbiamo comprato di tasca nostra una bottiglia di Dom Perignon 2005 direttamente alla fonte, ovvero in Francia, e ce la … continua »

Tutto il vino che ho assaggiato finora all’Expo 2015. Compresa qualche birra

Non di solo “Vino a Taste of Italy” vive l’uomo ad Expo 2015. Ci sono tante altre occasioni di assaggio, ma in ogni caso smontiamo subito l’entusiasmo per chi pensa di darsi alle orge alcoliche e assaggiare centinaia di vini … continua »

L’eterna sfida Italia vs Francia su vino e cucina risolta da Gianni Mura con poche impareggiabili parole

Enogea 59 vale il prezzo del biglietto anche solo per l’intervista a Gianni Mura, giornalista di Repubblica ma probabilmente la firma di sport più autorevole in circolazione. Per anni ho comprato il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari solo per seguire … continua »

Vini rosati nel mondo: due o tre cose sorprendenti che ho saputo di loro

L’ultimo report di FranceAgriMer sul consumo dei vini rosati nel mondo è davvero interessante. L’anno di riferimento è il 2012, ultimo in termini di dati disponibili. La sintesi introduce la difficoltà di definire in maniera certa una produzione mondiale dei … continua »

Dal terroir al terrorismo: breve storia del Comité d’action viticole

La notte tra sabato e domenica scorsi migliaia di abitanti dell’Haute-Garonne, vicino a Tolosa, sono stati lasciati senza possibilità di comunicare via cavo. La motivazione: attacco contro due punti di interscambio telefonici. Firma sui muri: C.R.A.V., ovvero Comité régional d’action continua »

La Cina sorpassa Francia e Italia nel consumo di vino rosso

Secondo un rapporto di Vinexpo e IWSR (International Wine & Spirit Research) in Cina si sono bevute, nel 2013, 1 miliardo e 860 milioni di bottiglie di vino rosso, superando in classifica Italia e Francia.

Secondo Guillaume Deglise, dirigente di … continua »

Emmanuel Giboulot, il viticoltore biodinamico che rischia il carcere piuttosto che usare gli insetticidi

La viticoltura biodinamica o biologica che sia ha un nemico più o meno occulto: la flavescenza dorata, una malattia della vite contro la quale l’unico rimedio possibile è l’estirpazione del vigneto o l’uso di insetticidi contro l’insetto vettore: lo … continua »

Il Maury di Mas Amiel, il vino in damigiana più buono del mondo

Probabilmente in una gara tra i vini più sconosciuti in Italia il Maury, e in genere i vin doux naturel (VDN)vincerebbero a man bassa. In quello scrigno pieno di tesori del Sud Ovest della Francia troviamo Mas Amielcontinua »