etichette

Etichette di vino che parlano e nuove tendenze del marketing

Etichette di vino che parlano e nuove tendenze del marketing

Marketing, strategie di mercato e sistemi di commercializzazione mi hanno sempre affascinato e, sebbene il mondo sia saturo di pseudo esperti in tal senso, anch’io vorrei dare un mio piccolo contributo.

Il primo punto a cui vorrei dedicare due righe … continua »

FIVI dice no all’obbligo di ingredienti sulle bottiglie di vino. Ha ragione e vi spiego perché

FIVI dice no all’obbligo di ingredienti sulle bottiglie di vino. Ha ragione e vi spiego perché

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti ha espresso parere contrario alla nuova normativa europea in tema di etichette, che prevederebbe l’inserimento degli ingredienti e i valori nutrizionali. Nel commentare il fatto, cominciamo con il dire la cosa fondamentale: è già continua »

Avvertenze sulla salute: immagini choc sulle bottiglie dei superalcolici. In Irlanda lo stato etico fa sul serio

Avvertenze sulla salute: immagini choc sulle bottiglie dei superalcolici. In Irlanda lo stato etico fa sul serio

L’Irlanda è già un bel pezzo avanti. O indietro, a seconda dei punti di vista: “Il governo di Dublino ha adottato a dicembre 2015 la proposta di legge sulla salute pubblica, notificata in Commissione a gennaio. Per le sostanze alcoliche … continua »

Gianni Gallo. Disegnatore di sogni e di etichette

Gianni Gallo. Disegnatore di sogni e di etichette

David Lewis, esegeta del realismo modale, afferma che “ci sono molti modi in cui le cose avrebbero potuto essere, oltre al modo in cui effettivamente sono”. Poi vanno come devono andare. E le nostre vite pure, anche quelle parallele. Plutarco, … continua »

Fivi, l’Europa e la disobbedienza civile. (Anche le Fivi nel loro piccolo, eccetera)

Il post che state per leggere parte dalle conclusioni. Non so come esprimere altrimenti il senso di disagio, o dovrei dire malessere, che mi coglie ormai ogni volta che ho a che fare con alcuni meccanismi della cosiddetta convivenza civile. … continua »

Marketing estremo tra seni nudi e allusioni spinte: galleria documentata tra Ganevat, Simonutti e altri

Marketing estremo tra seni nudi e allusioni spinte: galleria documentata tra Ganevat, Simonutti e altri

Succedono fatti insoliti. Il lungo articolo di Rémy Charest apparso la settimana scorsa su Punchdrink.com, intitolato “Sex, Sexism and the Natural Wine Label” non ha provocato più di tanto la mia curiosità. In fondo parlare di etichette che usano figure … continua »

Retroetichette verbose | A qualcuno piace con i nutrition facts (americani, chettelodicoaffare)

Che bello se fossimo potenti come gli americani. Mentre noi stiamo qui ad immaginare cosa vorremmo sull’etichetta del vino (gli ingredienti, la percentuale di solfiti, l’oroscopo) quelli tagliano corto e richiedono a Cascina Gilli di elencare i nutrition facts. E … continua »

WinePorn

Attenzione alle etichette, e pure alle retroetichette. Attenti soprattutto a non finire come Château Haut Gay, che per colpa di una etichetta lussuriosa non può esportare il suo Bordeaux negli Stati Uniti.

Il Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives … continua »

Tipi strani: Monsieur Touton e il vino femminista


Ma senti un po’ questo: “Amo la recessione, sto lavorando molto bene”. Uno che parla così, un pò ti spiazza, vero? Il suo nome è Guillame Touton ed è fondatore e proprietario della Monsieur Touton Selection. È il solitocontinua »

Questo o quello per me pari sono (G. Verdi, quasi)

Mica nelle etichette c’erano solo Hitler e Mussolini. No, vedete?, c’è pure Papa Wojtila. Par Condicio. Così, in sintesi, si è difeso il supermercato GS di Cuveglio, Varese, dalle accuse di una indignata turista francese. E puntando su questa … continua »

La settimana del prosecco pop

1. Abbiamo scalato le vette impervie per essere a Rossese Style. Ma ci è piaciuto.

2. Tornati sulla terra, abbiamo parlato con un sommelier. E non ci è dispiaciuto.

3. Intanto, in Alabama censuravano un’etichetta con una donna … continua »

Il braccio (vio)lento della legge

A 114 anni dalla sua esecuzione, lo stato dell’Alabama censura un dipinto che la Hahn Family Wines usa come etichetta dei propri vini. “L’immagine potrebbe scioccare gli acquirenti” è scritto  nella sentenza che noi, al pensiero di tanti quarantenni eccitati … continua »