cru

Mito di Borgogna, il Cros Parantoux: Emmanuel Rouget vs Meo Camuzet

Mito di Borgogna, il Cros Parantoux: Emmanuel Rouget vs Meo Camuzet

Vincenzo Le Voci è farmacista e bevitore seriale di altissimo livello. Le sue descrizioni centrano spesso il bersaglio.

Il mondo del vino è complesso e affascinante. È fatto da grandi uomini che grazie al loro intuito, al loro estro, alla … continua »

Dalla Gironda a Segonzac: note di viaggio dalla regione del Cognac #2

Dalla Gironda a Segonzac: note di viaggio dalla regione del Cognac #2

Ci siamo lasciati in riva alla Gironda, tra castelli e mostri acquatici. Ma anche tra qualche pineau e cognac. Eravamo però nei Fins Bois, il quarto cru della geografia del distillato francese ed anche il più eterogeneo, … continua »

Nord, sud ovest, (sud) est: i terroir di Montalcino prendono forma e sostanza

Nord, sud ovest, (sud) est: i terroir di Montalcino prendono forma e sostanza

La zonazione e la corsa verso il cru che pare ineluttabile in alcune zone del vino italiano, non è una marcia trionfale in tutto lo stivale. Ci sono tanti territori, anche illustri, che frenano e fanno resistenza più o meno … continua »

Barolo Riserva Villero, da Vietti una verticale tra due epoche: 1985-2010

Barolo Riserva Villero, da Vietti una verticale tra due epoche: 1985-2010

Nella vasta famiglia dei cru di casa Vietti, Villero ha da sempre un posto speciale. Raramente è il vino preferito dagli appassionati hard core, restando comunque il portabandiera aziendale. Se non altro per la sua rarità (è prodotto in circa … continua »

Vietti e il Barolo del triennio 2014-2015-2016

Vietti e il Barolo del triennio 2014-2015-2016

Sembra quasi una scena ricreata ad arte, o il set di un film. Arrivare dopo un viaggio immersi nel bianco abbacinante della neve sulle vigne, la vista da La Morra, i lavoratori fuori dai filari a passeggiare per un atteso … continua »

Menzioni Geografiche Aggiuntive del Rossese di Dolceacqua. Tutte le <em>nomeranze</em> a portata di clic

Menzioni Geografiche Aggiuntive del Rossese di Dolceacqua. Tutte le nomeranze a portata di clic

Arcagna, Galeae, Posaù. E poi Luvaira, Pini, Giuncheo, Curli. Chi ama il Rossese di Dolceacqua avrà già riconosciuto questi nomi, che si leggono su alcune delle etichette più famose per questa denominazione. Durante la scorsa rassegna Mare&Mosto i produttori di … continua »

L’Alsazia e il tramonto dei vini varietali, Marcel Deiss e la nuova classificazione

Dimenticate tutto ciò che conoscete sull’Alsazia. O anche: tutto ciò che pensate di sapere su questa celebre regione bianchista francese è, ormai, falso. La rivoluzione prossima ventura porterà ad una nuova classificazione con Grand Cru e Premier Cru sul modello … continua »

Le Vigne 2008 Sandrone | Dell’eterno dilemma tra Barolo cru e assemblaggio

Un assaggio che fa tornare d’attualità il mai sopito dibattito sull’opportunità di fare vini da singolo cru o da assemblaggio di vigneti diversi. È noto che Veronelli si batté con decisione perché i produttori langaroli scrivessero ben in evidenza il … continua »

Le Menzioni ufficiali del Barolo… E una classificazione ufficiosa. Quella di Alessandro Masnaghetti

È uscito lunedì il primo E-book di Enogea: “Barolo 2001-2008. Assaggi e classificazione dei Cru“. Si va da uno a cinque stelle (e 4 cinque stelle superiori) ed è gran bel lavoro. Questa è l’introduzione di Alessandro continua »

La classificazione dei cru di Barolo ha senso. Parola di tradizionalista

La calligrafia del Fantini sulla sua monografia di fine Ottocento affatica un po’ la vista, ma è bellissima e memorabile quanto la ricchezza delle approfondite indagini dell’autore sulla storia della vite e del vino nella Provincia di Cuneo. Con il … continua »

La nuova frontiera è parlare di Barolo e classificazione gerarchica dei cru

“È uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo”. E da qualche parte si dovrà pur iniziare. Io partirei così.
Le “Menzioni Geografiche Aggiuntive” del Barolo sono state approvate nel 2009. Proviamo a vedere che cosa è successo … continua »

Il Masna si fa Bordeaux, e fa di nuovo centro su iPhone

Già me lo immagino Alessandro Masnaghetti, l’editore di Enogea, che mentre fa i soliti giri di degustazione per gli Chateau bordolesi chiede insistentemente di parcelle, vigneti, impianti e suddivisioni nel territorio vinicolo più dorato al mondo. Immagino le facce dei … continua »