Cotarella

Il sogno perverso di un giovane wineblogger

Il sogno perverso di un giovane wineblogger

Ho fatto un sogno strano. Nel sogno c’è Andrea Gori che copia la lista dei primi dieci vini di Luca Gardini, tranne due. Il primo e l’ultimo. Poi va dalle case vinicole e si fa regalare 500 bottiglie a testa: … continua »

Non crederai mai a come trattano il vino a Expo 2015: clicca qui!

A poche ore dall’inaugurazione ufficiale dell’Expo, Intravino è in grado di pubblicare tutte le ultime novità su A Taste of Italy, il padiglione e/o vetrina del vino italiano. La prima, vera, grande notizia è che a tre giorni dall’inizio…… continua »

Se io fossi l’organizzatore del padiglione vino all’Expò 2015, leggerei questo articolo

Le esposizioni internazionali.
Un grande impulso alla diffusione e alla divulgazione delle conoscenze tecnologiche, non solo nel settore vitivinicolo, viene dato dalle Esposizioni universali che, a partire dal 1851, con la prima grande esposizione di Londra, accompagnano e comunicano al … continua »

Il padiglione del vino all’Expò 2015 mi ricorda qualcosa: il Vinitaly, ma più costoso

Bad news per gli amici produttori: il padiglione dedicato al vino nell’Expò di Milano non servirà a promuovere i migliori vignaioli d’Italia ma solo i più ricchi. Per partecipare al “Taste of Italy”, gestito dal Vinitaly con il supporto di … continua »

Storie di coraggio. La recensione in centesimi del libro di Oscar Farinetti può riservare sorprese

Ne ho comprate due copie e una l’ho regalata. Lo rifarei. Perché il libro è divertente e 12 storie del vino italiano ben assortite sono una lettura spassosa anche per chi del vino se ne sbatte e beve senza pensarci … continua »

Annata 2013? Molto buona, grazie ai most(r)i concentrati

Annata 2013? Molto buona, grazie ai most(r)i concentrati

Se enologi del calibro di Riccardo Cotarella dichiarano su ogni media disponibile che la vendemmia 2013 sarà eccellente, l’atteggiamento generale potrà variare dal cauto ottimismo allo sfrenato entusiasmo, ma non potrà accettare voci dubbiose, pena il rischio letale di passare … continua »

Leggendo i 3 Bicchieri 2014 della Campania pensi: Cotarella, Andreotti, Prima Repubblica

Non sono un esperto di vini campani ma dopo aver beccato alla cieca un Fiano di Avellino per il suo tocco fumé (1990, Vadiaperti) sento di possedere facoltà paranormali. Vengo da Civitanova Marche, patria della Pasqualina, sensitiva e consulente … continua »

Abbiamo chiesto all’onorevole Massimo Fiorio (PD) il perché dell’ultima trovata: un’interrogazione parlamentare sul vino naturale

“Occorre fare chiarezza su cosa significa ‘vino naturale’: molte bottiglie con questa etichetta stanno invadendo il mercato italiano. Si tratta di una definizione ad oggi autodisciplinata che rischia di disorientare i consumatori e penalizzare i produttori”. Con queste parole Massimo … continua »

Metti una cena a sera #2. (Vitigni) Proletari di tutti il mondo, unitevi!

Mercoledì. Compagni avanti, il gran partito non vale più di una partouze. Basta coi movimenti operai e gli intellettuali organici: la stella Michelin tira più di quella rossa e al confronto con Ikarus la Potëmkin è un ferrovecchio. Or non … continua »

Asta Pandolfini | I supertuscan in assaggio fanno sempre una certa figura e non conoscono crisi

Non capita tutti i giorni di partecipare ad un’asta di vini: ora, per non rischiare, meglio non esserci durante l’esecuzione della stessa, non sia mai che un colpo di tosse, un improvviso crampo con la mano alzata, la distrazione di … continua »