champagne

Storia delle bollicine dall’antichità ad oggi. Di Champagne e sorprese. (Post enorme)

Storia delle bollicine dall’antichità ad oggi. Di Champagne e sorprese. (Post enorme)

Questo post è la rielaborazione di un altro post che ho scritto altrove, e serve a definire quel che dirò alla quarta serata del Corso sul vino di Intravino organizzato da me e Fiorenzo a Genova, dedicata appunto agli spumanti. continua »

Modena Champagne Experience 2017, com’è andata e cosa abbiamo bevuto

Modena Champagne Experience 2017, com’è andata e cosa abbiamo bevuto

Tantissime cuvée, una varietà mai vista prima. E un mondo in continuo fermento quello dello Champagne in Italia. Una moda di ritorno, che si fa ogni anno più consapevole e pervasiva, tanto che nel business si butta chiunque con partnership … continua »

L’incredibile invenzione dello Champagne, a Milano da Gran Cru

L’incredibile invenzione dello Champagne, a Milano da Gran Cru

Dove sono finite tutte quelle invenzioni che promettevano faville e poi si sono tramutate in un clamoroso flop? Me lo chiedo ammirando il rarissimo minidisk che custodisco gelosamente sulla scrivania di casa. Alcune, come i lego in fibra ottica, sono … continua »

Dom Pérignon P2 2000: lo abbiamo bevuto per voi

Dom Pérignon P2 2000: lo abbiamo bevuto per voi

Non si riesce a sapere se Richard Geoffroy abbia letto L’ordine del Tempo di Carlo Rovelli. Ma presentando l’atteso nuovo P2 di Dom Pérignon alla stampa, ha affermato tra l’altro che “il tempo è una spirale, con il passato a … continua »

Lo Champagne, in fondo, è stato inventato per noi. Ma noi chi? Dom Perignon P2 1998

Lo Champagne, in fondo, è stato inventato per noi. Ma noi chi? Dom Perignon P2 1998

Me ciami Brambilla e fu l’uperari lavori la ghisa per pochi denari
e non ho in tasca mai la lira per poter fare una bevuta con lei

Non sono Brambilla e non faccio l’operaio, ma quasi. E come la … continua »

Hail to England. Il metodo classico in Inghilterra, storia assaggi e inevitabili confronti

Hail to England. Il metodo classico in Inghilterra, storia assaggi e inevitabili confronti

Hail to England, lo storico disco tributo alla perfida Albione dei Manowar, risale al 1984. Fu inciso per scusarsi di un tour promesso e poi cancellato. Fu un notevole successo di pubblico e ci ha lasciato almeno due pezzi validi: … continua »

Successo del Prosecco e provincialismo italiota. Un’analisi ignorante

Successo del Prosecco e provincialismo italiota. Un’analisi ignorante

Vado al dunque senza troppe perifrasi perché successo del Prosecco – ok, non come lo Champagne ma un minimo di elasticità mentale regalatevela ogni tanto – e provincialismo italiota sono un tandem inscindibile tipo gemelli omozigoti. Quando fa capolino uno, … continua »

Il genio di Davide Oldani per l’anteprima Dom Ruinart Blanc de Blancs 2006 e Rosé 2004

Il genio di Davide Oldani per l’anteprima Dom Ruinart Blanc de Blancs 2006 e Rosé 2004

Il consolidato rapporto tra la maison Ruinart e Identità Golose vede, ormai da tre anni, una sala dedicata a Identità di Champagne, l’incontro tra alta cucina e bollicina francese a metà tra il laboratorio di idee e una raffinata … continua »

La cronaca del declino di Ais Lazio è quasi commovente. Il caso della serata Côte des Blancs

La cronaca del declino di Ais Lazio è quasi commovente. Il caso della serata Côte des Blancs

A volte uno tocca il fondo per risalire ma qui mi sembra si siano messi a grattare. C’era una volta la gloriosa Ais Lazio che sub specie Bibenda faceva tante cose e vedeva tanta gente. Poi dopo i travagli post-matrimoniali … continua »

Dom Pérignon Rosé 2005 è talmente buono che non lo chiamerete mai più nemmeno rosé

Dom Pérignon Rosé 2005 è talmente buono che non lo chiamerete mai più nemmeno rosé

Il global warming apre prospettive inaspettate in Champagne, lo ripetiamo da tempo. Per i visionari come Richard Geoffroy e il suo fidato scudiero Vincent Chaperon significa soprattutto coltivare il pinot nero in questa regione immaginandone una vita del tutto nuova. … continua »

Lo Champagne deve avere la bollicina grossa e si beve nella flûte. Perché tutto quel che sai è falso

Lo Champagne deve avere la bollicina grossa e si beve nella flûte. Perché tutto quel che sai è falso

Appena raggiungi un punto fermo arriva qualcuno che ti smonta. L’enomondo non si salva da questo fenomeno e difatti ecco The Guardian che, in questo articolo, ci demolisce le residue certezze: “uno studio rivela che lo Champagne con le … continua »

Brunello di Montalcino: si vende perché è un mito o è un mito perché si vende?

Brunello di Montalcino: si vende perché è un mito o è un mito perché si vende?

Dopo la centesima telefonata a base di “cercheremmo un’azienda a Montalcino” e dopo aver visto il prezzo del Brunello sfuso e delle vigne raddoppiare in due anni (e dopo aver letto della vendita di Biondi-Santi ai francesi, ndr), … continua »