camillo donati

Il Lambrusco, per me questo sconosciuto

Il Lambrusco, per me questo sconosciuto

Beata ignoranza, non so un accidente di Lambrusco.

Ne ho assaggiati diversi senza mai capirci molto se non che:
-mettono allegria (sì lo so, suona tipo: hanno il ritmo nel sangue);
-si maritano al cibo in modo imbarazzante;
-credo di
continua »

Gli auguri di Capodanno secondo Intravino (ehi, chi ha nascosto lo Champagne?)

Gli auguri di Capodanno secondo Intravino (ehi, chi ha nascosto lo Champagne?)

Quest’anno i soliti post pieni di Grandi Dame, Saloni, Corboni, Perignoni, Giachessoni etc. ci fanno una pippa. Qui siamo originali e alternativi fino alla fine (dell’anno, obviously). Poi, per carità, licet stappare quod ve pare. Ma questa di Capodanno … continua »

Vini frizzanti e Italian Grape Ale, mondi non così lontani

Vini frizzanti e Italian Grape Ale, mondi non così lontani

Se può essere vero che un punto di contatto tra il mondo della birra e quello del vino è rappresentato dai Lambic e dai suoi derivati, dalle birre a fermentazione spontanea prodotte cioè nel Pajottenland belga, è altrettanto vero che … continua »

Tutte le aziende con chiocciola di Slow Wine 2017

Tutte le aziende con chiocciola di Slow Wine 2017

Ritengo sia da anni una delle liste più interessanti proposte dalle guide di settore, perfettibile come tutte ma ottima traccia di riflessione sulla viti-enologia italica. Quello delle chiocciole di Slow Wine – riconoscimento all’azienda che si contraddistingue per incarnare a … continua »

Discutendo coi Roscioli. Il bancone della Salumeria con cucina più famosa del mondo

Discutendo coi Roscioli. Il bancone della Salumeria con cucina più famosa del mondo

L’ombelico del mondo enogastro in Italia è lungo circa 5 metri e si trova a Roma in via dei Giubbonari 21, a due passi da Campo de’ Fiori. È il bancone di una Salumeria con cucina, un ristorante atipico, una … continua »

Vittorio Graziano

Vittorio Graziano è un piccolo trattato sull’Emilia controvento del vino artigianale. Il rovescio di una medaglia che sul Lambrusco ha saputo costruire numeri mastodontici di bibita gassata fordista ma anche quantità umane di vino civile e vincente. Graziano è la … continua »

Tutti dicono Lambrusco. Intravino-Bignami: tutto il Lambrusco in dieci bottiglie

Tutti dicono Lambrusco. Intravino-Bignami: tutto il Lambrusco in dieci bottiglie

Il mondo si divide in due grandi categorie: i lettori di Intravino e quelli che scelgono un vino “a orecchio”. A loro, al 99,9% degli italiani che una volta l’anno sbevazzano, sono dedicati questi post che a confronto Bignami ci … continua »

Altro che libri: i 10 vini che ti cambiano la vita. Comincio io

Io a 10 libri che mi hanno cambiato la vita potrei pure arrivarci ma un po’ dovrei mentire per farmi bello quindi basti sapere che alle scuole medie feci una eccellente tesina su Cent’anni di solitudine, ok? Se scavo nel … continua »

Osteria Bottega. “I tortellini più buoni di Bologna, del mondo” e poi Daniele Minarelli, un fuoriclasse

Osteria Bottega. “I tortellini più buoni di Bologna, del mondo” e poi Daniele Minarelli, un fuoriclasse

Bologna, 8 anni dopo la laurea, scintilla delle stesse cose che a suo tempo non vedevo. Il turismo che cresce in doppia cifra l’ho invece intuito subito, schivandone le tentazioni lungo il percorso pianificato: da San Donato all’Osteria Bottega passando … continua »

Rifermentazioni naturali e riflessioni notturne

Che silenzio da queste parti. Mi aggiro a passo felpato per la redazione digitale di Intravino e mi accorgo di essere assolutamente solo, non c’è traccia di anima viva. Beh, comprensibile, si è fatta una certa ora e immagino tutti … continua »

I capisaldi della Via Emilia

Pensi alla Via Emilia, magari d’estate, e subito la mente vola alla pianura. Calda e apparentemente infinita. Alle sue città, ordinatamente riposte sulla mappa una dopo l’altra. Dal finestrino scorrono via veloci, il panorama sembra sempre lo stesso. Pensi alle … continua »

Parlare di vino naturale è confrontarsi con la lettera di Giovanna Morganti, nient’altro

Giovanna Morganti è una produttrice chiantigiana che adoro. “Naturale”, diremmo sapendo che l’etichetta non precisa abbastanza. Ha pubblicato una lettera sul sito del Consorzio Vini Veri, quasi in risposta al nostro post “L’idiozia di due fiere naturali separate continua »