beppe palmieri

Massimo Bottura nel 2018: lo stato dell’arte

“La mia banda suona il rock, ed è un’eterna partenza, viaggia bene ad onde medie, a modulazione di frequenza..” il primo pensiero va a Ivano Fossati mentre percorro  la strada che mi porta all’Osteria Francescana di Modena, il giorno … continua »

Il concorso enologico del Vinitaly è la prossima guida di cui non sentivamo il bisogno?

Il concorso enologico del Vinitaly è la prossima guida di cui non sentivamo il bisogno?

Si mettano l’animo in pace quei produttori che non vedevano l’ora di appendere in cantina il “Diploma di Gran Menzione”: qualunque cosa volesse dire, non esiste più e con lui andranno via, come lacrime nella pioggia, tutte le medaglie che … continua »

Aguzza la vista. Cosa c’è nel boccione da cinque litri di Bottura?

Mi rivolgo a te, o Bacco, dio del vino e dell’ebbrezza. A te, protettore di noi incalliti sbevazzoni, alzo le mie preghiere, il mio grido di dolore e una domanda che mi intorcina le budella da che ho visto questa continua »

Ultimi desideri | Tre vini da bere prima della ghigliottina

Faccio outing: ho una passione viscerale per Oenoteque Dom Perignon. Ieri ho provato la versione Rosé 1992, in commercio da pochi mesi in poche decine di bottiglie sul mercato italiano. Costa una tombola, vi avverto, ma è un … continua »

Bere solo grande Borgogna è peccato. Ve lo dice una peccatrice seriale

Vorrei rinascere Marco Reitano, sommelier della Pergola all’Hilton di Roma. L’uomo assaggia abitualmente le migliori bottiglie del mondo, e lo pagano pure. Sere fa abbiamo bevuto insieme tre Borgogna memorabili, due bianchi e un rosso. E siccome l’amicizia è condivisione, … continua »