Barolo

Chi ha comprato all’asta una bottiglia di whisky per 50.000 euro?

Chi ha comprato all’asta una bottiglia di whisky per 50.000 euro?

Si è chiusa con un realizzo totale di 650.000 euro (diritti inclusi) e una percentuale di lotti venduti superiore al 90% la decima asta di Vini pregiati e distillati, organizzata in Sala Bolaffi a Torino in collaborazione con Slow continua »

L’eredità di Citrico: Brunate le Coste e Cannubi San Lorenzo Ravera 1995-2015

L’eredità di Citrico: Brunate le Coste e Cannubi San Lorenzo Ravera 1995-2015

Le ricette di Beppe Rinaldi sono ormai consegnate alla storia della nostra enologia ma i suoi vini hanno lasciato tracce indelebili nel Barolo e nella mente e bocca di degustatori, enologi e vignaioli di tutto il mondo. Dai suoi 3,8 … continua »

Nuovi ettari, stessa energia di sempre: i vini di Vietti impressionano

Nuovi ettari, stessa energia di sempre: i vini di Vietti impressionano

Vietti è, ormai, una casa dai toni ecumenici per la capacità di radunare il meglio delle vigne della Langa che conta: sono sedici e tutte vinificate separatamente. È un mosaico impressionante di attenzione al territorio che si ripete ogni anno … continua »

Tre assaggi veloci in un post stringato. Gaja, Philippe Starck (lo Champagne) e Sam Vinciullo

Tre assaggi veloci in un post stringato. Gaja, Philippe Starck (lo Champagne) e Sam Vinciullo

“Stando a pensarci molto si scrive troppo e si dice poco”.
Anonimo veneziano

La fonte battesimale del blogging nel cuore umido delle calli veneziane. Peccato che questo “anonimo” che tiro fuori ogni tanto, e immancabilmente a sproposito, sia solo un … continua »

Perché non aboliamo l’imbottigliamento fuori zona del Barolo? Esempio pratico (dalla Svizzera)

Perché non aboliamo l’imbottigliamento fuori zona del Barolo? Esempio pratico (dalla Svizzera)

Il casus belli è una bottiglia trovata ad una festa tra amici in Svizzera, un Barolo dimenticabilissimo: “Quasso”. Importato (sfuso) da Selectvini di Canelli e imbottigliato da Coop, che lo vende nei suoi supermercati in suolo elvetico ad una cifra … continua »

I terroir di Gaja tra Giurassico e Terziario: Langhe, Montalcino, Bolgheri

I terroir di Gaja tra Giurassico e Terziario: Langhe, Montalcino, Bolgheri

È piuttosto facile parlar male di Gaja. Soprattutto dei suoi vini, che molti continuano a definire legnosi, pesanti e inapprocciabili in gioventù e destinati a passare di cantina in cantina, fino ad essere bevuti in improbabili wine bar asiatici o … continua »

È morto Beppe Rinaldi

È morto Beppe Rinaldi

Dopo alcuni mesi di straziante malattia, è morto Beppe Rinaldi. Con lui se ne va una grande anima del Barolo classico, austero e riservato, un autentico punto di riferimento per quelle Langhe che ha sempre amato visceralmente contribuendo a definirne … continua »

Fare un regalo da 200 euro con 2 bottiglie. Sfida accettata, datemi una mano

Fare un regalo da 200 euro con 2 bottiglie. Sfida accettata, datemi una mano

Ci scrive un’amica-lettrice da Roma e purtroppo non possiamo accontentarla perché non siamo un’enoteca fisica, anzi non siamo proprio un’enoteca, ma tutt’al più un sito su cui trovare spunti d’acquisto molto pregnanti. Ci scrive quindi Marina (nome di fantasia):

Tra … continua »

Nebbiolo Prima 2018 | Tra i Barolo 2014 qualche bella sorpresa c’è. Eccovi 18 vini

Nebbiolo Prima 2018 | Tra i Barolo 2014 qualche bella sorpresa c’è. Eccovi 18 vini

Annata difficile la 2014 nel comprensorio di Barolo, ma non dappertutto. Pioggia, grandine, muffa, e poi pioggia, ancora pioggia, freddo, tant’è che ad agosto i produttori più anziani parlavano di un’annata tipo anni ‘70, quando dovevi vendemmiare le uve del … continua »

Nebbiolo Prima 2018 | Roero 2015 e Roero Riserva 2014: la musica sta cambiando (in meglio)

Nebbiolo Prima 2018 | Roero 2015 e Roero Riserva 2014: la musica sta cambiando (in meglio)

Nebbiolo Prima 2018, secondo giorno di assaggi in orizzontale dedicati alla sponda sinistra del fiume Tanaro. Due anni fa, dopo l’assaggio di Roero 2013 e Riserva 2012, scrivevo “Cari produttori del Roero (rosso), sarà ora di fare un esame continua »

Il vino assoluto esiste e qui ne elenco almeno tre

Il vino assoluto esiste e qui ne elenco almeno tre

Esiste il vino assoluto? C’è nelle pieghe dell’eno-qualcosa un’oncia, un mezzo caratello, una radice cubica di pulcianella in grado di farti pronunziare la fatidica frase: ne vorrei sempre una bottiglia in cantina? Risposta: “non si può, non sta bene, occorre … continua »

Io mi tengo il Brunello, e pazienza per il cavolfiore e le mutande

Io mi tengo il Brunello, e pazienza per il cavolfiore e le mutande

Finita la bufera del Vinitaly, torniamo stremati ai nostri borghi sperduti e ripiombiamo nei soliti discorsi che si ripetono uguali in tutte le terre dei grandi vini italiani; in Valdorcia, nelle Langhe o nella Valpolicella, è ovunque la stessa minestra. … continua »