asolo

I vini di Montello e Asolo al gusto dei contemporanei. Parte seconda

Mi viene a prendere nei pressi dell’avveniristica stazione ferroviaria di Savona, sospesa e protesa in avanti, verso la città e il porto, perché dal basso, un tempo, era stato previsto un hangar per autobus. Linda mi aspetta di sotto, con … continua »

I vini di Montello e Asolo al gusto degli antichi. Parte prima

Se c’è un filo rosso che segna implacabilmente la storia dell’Italia dei comuni, sino al più recente processo di unificazione, è quello legato all’imposizione fiscale e ai conseguenti tentativi di svicolare da essa. Le ragioni furono, come si può ben … continua »

Questa la proposta di regolamentazione del Prosecco Colfondo (o Col Fondo?)

A grande richiesta, le slide proiettate dal prof. Michele Antonio Fino in occasione della presentazione di una proposta di regolamentazione del Prosecco Col Fondo, svoltasi a Col San Martino il 16 luglio 2014. Il nostro Giovanni Corazzol ha brillantemente raccontato … continua »

Prosecco Colfòndo: c’è del torbido nella Marca trevigiana

In provincia di Treviso Follador è cognome piuttosto diffuso. E’ la cosiddetta cognominizzazione (sic)  di nomi di mestiere attribuiti ai capostipiti. Il follador è chi si occupa delle operazioni di follatura, termine con cui si possono indicare tanto i trattamenti … continua »

La frase del giorno | Il Prosecco è banale e le donne sono tutte zoccole

Luca Ferraro non ce l’ha fatta più e di fronte a cotanta banalità ha sclerato di brutto. Inutile dire che Luca, piccolo produttore di un grande Prosecco, è da oggi il nostro Colfondista di riferimento (ti stimo, fratello). D’altronde come … continua »

Degustazione di 8 Prosecco colfòndo raccontata da una produttrice

Carolina Gatti (col padre Lorenzo) è un’attiva e orgogliosa produttrice di Prosecco sur lie. Traduzione: il Prosecco limpido usualmente in commercio è figlio di una tecnica che al tempo di Adamo ed Eva non c’era: sur lie significa col continua »

Libano, l’abbinamento è servito

Amo la contaminazione, il meticciato e la cucina libanese è pane per i miei denti. Un pò di Francia, qualche spunto turco, ingredienti arabeggianti e una valanga di spezie: il pranzo è servito. Insomma, l’avrete capito, in Libano ce n’è … continua »