abbinamenti

Cocai, il lambrusco buono per tutte le occasioni

Cocai, il lambrusco buono per tutte le occasioni

Davide Bassani ci invia un post a bimestre ma noi sentiamo lo stesso il bisogno insopprimibile di pubblicarlo. Sarà perché ci piace?

Questo ottobre è stato (anche se in ritardo, con i suoi caldi fuori regola) il primo autentico mese … continua »

Scuola di abbinamento cibo-vino: Francesco Previtera al Signum di Salina, edizione 2016

Scuola di abbinamento cibo-vino: Francesco Previtera al Signum di Salina, edizione 2016

Toccherà davvero mettere Salina e il suo Signum tra gli appuntamenti annuali dove tornare. Per seguire passo passo le invenzioni di Martina Caruso in cucina, e soprattutto (siamo ultra-appassionati dell’abbinamento) per il lavoro di Francesco Previtera, il coraggioso sommelier che … continua »

Scuola di abbinamento Champagne: Vito Mollica e Walter Meccia con Cristal Louis Roederer

Scuola di abbinamento Champagne: Vito Mollica e Walter Meccia con Cristal Louis Roederer

È un vecchio adagio: lo Champagne è il vino più facile da abbinare al mondo. Quindi pare davvero difficile sbagliare nel proporlo in abbinamento ai piatti. Salvo poi casi eccezionali, dove per esempio lo Champagne è di altissima qualità (e … continua »

Ruinart e la luce dello chardonnay: vecchio, nuovo o nuovissimo mondo

Ruinart e la luce dello chardonnay: vecchio, nuovo o nuovissimo mondo

Se c’è una maison che ha saputo legarsi anima e core allo chardonnay in Champagne, tanto da riuscire a sdoganare il Blanc de Blancs presso il grande pubblico, quella è Ruinart. La più antica maison di Champagne (1729!) è anche … continua »

La vocazione del vino naturale (e i suoi abbinamenti)

La vocazione del vino naturale (e i suoi abbinamenti)

Mi accade spesso di aprire a caso vecchi numeri di Porthos, e trovare spunti di riflessione attuali. Porthos è stato, per chi non lo sa, la fanzine sul vino più fondamentale del nuovo millennio. Ora che ha chiuso le stampe … continua »

Food truck e vino? Quattro idee possibili

Quello che una volta era il camioncino del porchettaro oggi si chiama food truck. L’inglesismo di questa rinominazione del lavoro in stile decrescita felice non mi perturba: se è lecito, cioè, lamentare il fatto che i lavoratori siano costretti a … continua »

Ho meditato sugli abbinamenti possibili al vino da meditazione

Ero solo un garzone nel noviziato della roteazione del bicchiere da degustazione, che applicava la regola autoprodotta dell’1/4 (¼ sui pantaloni, ¼ sul tavolino, ¼ sul vicino, ¼ nel bicchiere) quando sentii parlare, in una delle ultime lezioni del primo … continua »

Coppie male assortite. Quattro abbinamenti cibo/vino pure peggio di Elisa Isoardi con Matteo Salvini

Una descrizione che mi piace nella terminologia tecnica da sommelier è abbinamento armonico. Cioè l’unione amorosa tra cibo e vino quando ogni componente si armonizza, appunto. Uso anche il suo contrario, disarmonico. Esempio: “ammazza che abbinamento disarmonico, pizza e … continua »

Categorie esistenziali: sei un tipo wine&food o ti senti food&wine?

Le categorie fanno comodo; è scomodo trovarcisi dentro ma non c’è dubbio alcuno che tornino utili ogni volta che dobbiamo o semplicemente vogliamo classificare qualcosa o qualcuno. Gli esperti bevitori di vino, quelli che, per intenderci, ricordano le peculiarità delle … continua »

Tartufo e sapori di Langa e San Miniato, paralleli e meridiani tra cucina, nebbiolo e sangiovese

E’ spesso complicato tracciare paralleli tra sangiovese e nebbiolo, ma in questa stagione, dove il richiamo del tartufo è primigenio e atavico, ci sono due zone più di altre sotto i riflettori: Alba e le Langhe, e San Miniato, che … continua »

Partagás serie P No.2, il moderno culto del sigaro è qui

Gli appassionati non scherzano, e ci vanno giù pesanti nel definire questo sigaro. Perché forse è l’esempio più illustre della moda estrema cubana, che vede nell’intensità e nella potenza il marchio di fabbrica. Eppure ci deve essere qualcosa, in questo … continua »

Scuola di abbinamento formaggi e Champagne: Taleggio, Salva Cremasco e Provolone Padano

I formaggi rappresentano nel campo alimentare quanto di più simile all’idea di terroir si possa immaginare. I pascoli, e determinati capi di bestiame, sono capace di dare tonalità e profumi unici e caratteristici, alla pari di tanti villages della Champagne. … continua »