Papi, Ruby, bunga bunga. Bere per dimenticare

di Fiorenzo Sartore

Noi siamo enofili. Siamo quel genere di persone che fondano una passione su una bevanda alcolica. E, come sappiamo bene, l’alcol va assunto in quantità molto moderate. Io, per esempio, non ricordo di aver mai bevuto tanto da perdere il controllo, o stare male. Forse una volta, due, da ragazzino, ho esagerato. Ma in anni di passione (e di mestiere), anni di assaggi, bevute, cene, pranzi, non mi sono mai ubriacato. Non è per bravura o abilità, semplicemente sento quando è troppo, mi fermo, e sto bene così. So, appunto, che fa male, ma non è nemmeno salutismo. Diciamo che è una forma di rispetto per me stesso.

In questi giorni mi succede un fatto strano. La visione dello spettacolo a cui siamo tutti sottoposti, il terribile spettacolo di un vecchio capo di stato alle prese con quello che sapete, e che non ho nemmeno la forza di riassumere, mi sta dando l’angoscia. Succede che ormai cerco di evitare la lettura dei giornali, la TV, i siti di news: senza successo. Facebook, i forum, i blog, pure i siti stranieri, contengono sempre e solo riferimenti a questo show straziante, ignobile, terrificante. Vorrei riuscire a non sapere niente, vorrei mettere la testa sotto la sabbia. Vorrei non dover saltare sul telecomando per spegnere le sconcezze urlate da una signora con la faccia livida, tumefatta, laida.

Per la prima volta in vita mia, vorrei ubriacarmi. Vorrei stordirmi, come si fa con una droga, dimenticare quel che succede. Probabilmente vorrei dimenticare anche questo atteggiamento, che spero passeggero. Certo è che per la prima volta in vita mia guardo l’oggetto della mia passione (e del mio mestiere) come una sorta di stupefacente. Insomma, vediamo se la condivisione allevia la pena: a voi, è successo mai?

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

43 Commenti

avatar

davide bonucci

circa 9 anni fa - Link

TV e giornali vanno assunti senza esagerare. Come l'alcol, come il sesso. In questo caso, evitare l'overdose di informazioni monotematiche su quel che combinavano alcuni vecchietti libidinosi al Bunga Bunga può aiutare. Mi basta sapere quali sono le conseguenza politiche e sociali che quei fatti comportano. Fatti non derubricabili a vita privata. E nemmneno da dimenticare con l'alcol, vanno tenuti ben a mente. Pensiamo solo per quanto tempo sono andati avanti con Clinton e la stagista. Qui c'è materia per discuterne per altri due anni. O tagliare subito la testa al toro, mettere Letta o Tremonti in ruolo ufficiale (togliendo questo individuo che non riesce più nemmeno a far bene il lavoro di facciata) o tornare a votare, sarebbe la cosa più sensata, invece che continuare questo stillicidio di figure di m. internazionali...

Rispondi
avatar

antonio tomacelli

circa 9 anni fa - Link

"In terms of political sex scandals, Berlusconi makes the Bill Clinton affair look like a game of Monopoly." Tratto da un famoso blog americano...

Rispondi
avatar

Massimiliano Montes

circa 9 anni fa - Link

Eh! Eh! Sei invidioso, di la verità. Un esercito di ninfette che vogliono fare Bunga Bunga con te, e Kenray e Morichetti con la bavetta che guardano dal buco della serratura... Altro che enofili... (evidentemente scherzo ;-))

Rispondi
avatar

antonio tomacelli

circa 9 anni fa - Link

Ti dirò: ho cercato nelle 350 pagine di verbale e non ho mai trovato le parole "vino", "birra" o almeno "champagne". Non riesco a immaginare una festa senza almeno uno di questi elementi essenziali :-)

Rispondi
avatar

Massimiliano Montes

circa 9 anni fa - Link

Hai letto 350 pagine di verbale??? Che fegato! Erano interessanti ;-) ? A me la Macrì ha confessato che si brindava a Krug millesimato, tranne Er Pecora scureggiante che beveva litri di Lambrusco... P.S. Dove le hai lette le 350 pagg? A letto? In studio?

Rispondi
avatar

antonio tomacelli

circa 9 anni fa - Link

Montes, collegati!! :-) Ho detto che ho "cercato" Le pagina del pool di Milano sono in formato PDF, e quindi hanno la possibilità di trovare le parole come faresti con un qualunque motore di ricerca. Poi vabbeh, un po' le ho lette, ma dopo un po' mi sono annoiato: il finale di tutte le storie era sempre lo stesso :-D

Rispondi
avatar

Massimiliano Montes

circa 9 anni fa - Link

Ti sei salvato in curva... vabbè Concordo sul finale noioso, niente vino, solo bunga bunga. Mah... (ma non era Fabbretti quello che il vino gli faceva quest'effetto?)

avatar

Francesco Fabbretti

circa 9 anni fa - Link

mica ho capito che effetto mi farebbe il vino.... mi basta sperare che non sia nocivo

avatar

Massimiliano Montes

circa 9 anni fa - Link

Nocivo no, anzi! Ricordo un commento su un prioré roche... :-) Un salutone, Max

avatar

Massimiliano Montes

circa 9 anni fa - Link

Errata corrige. Mi dicono che non erano presenti ne Er Pecora ne Donna Assunta. Loro queste cose non le fanno.

Rispondi
avatar

daniela

circa 9 anni fa - Link

evidente che lo sballo era di un altra origine..... tante le sorgenti.. avere una tipologia di cervello scadente è gia qualcosa di basso livello...non occorre bere un calcio nel sedere ben eseguito sarebbe auspicabile e forse fruttuoso :-)

Rispondi
avatar

Athos

circa 9 anni fa - Link

@Antonio, però nei vari servizi televisivi che vanno in onda, si vede spesso il premier che beve bollicine con un bicchiere da degustazione Iso. :-) maremma...

Rispondi
avatar

Eleutherius Grootjans

circa 9 anni fa - Link

...nessuna sorpresa, ché in quei siti (e par consequence su quei verbali) non si profondono i liquidi dei quali lei speranzosamente cercava menzione. Esempio: il gran gala in onore di Muhammar (quello che è uso girare in tendone come Moira Orfei, solo che alla Moira non concedono Villa Doria Pamphili) e degli ottocento illustri di scorta alla Caserma Salvo D'Acquisto: birra zero, champagne zero, quanto al c.d. vino due vinastri in puro stile Ruhr o Togliattigrad che è meglio non menzionare - di facile reperibilità nella migliore GDO - e tutto questo isciacquio a innaffiare piatti creativamente studiati per stupire: caprese (tricolore), risotto tricolore, tricolore pure il secondo. Brindisi a moscato, sulle ardite note tutte italiche di un duo. Ora, mi si perdoni per l'aver rimosso i nomi, ma come farei a ricordare due vini che fanno il paio a "L'Italiano" cutugnesco, o alla "Italia" del fu Reitano e alle tante tarantelle in arrangiamento-ascensore?

Rispondi
avatar

Davide Bonucci

circa 9 anni fa - Link

In compenso, questi festini hanno dato una bella spinta ai fatturati della Pfitzer. Che ringrazia anche per la pubblicità occulta e continuata

Rispondi
avatar

Silvana Biasutti

circa 9 anni fa - Link

Eh no, caro Sartore,l'oggetto "della tua passione e del tuo mestiere" non è uno stupefacente: è uno dei piaceri della vita, come l'amore, l'amatriciana, il caffè yemenita, la luna che batte sul paesaggio innevato, il sole a picco mentre cammini sulla spiaggia, camminare per diciotto chilometri e arrivare stanchi, una cena con gli amici, un libro che non riesci a smettere di leggerlo, rock&roll, adagio for strings, una gita al mare, ricordare, un bicchiere che rotea piano in controluce, champagne, i canti gregoriani, una telefonata attesa, il sangiovese (per quanto mi riguarda, ma anche il nebbiolo, ma anche pinot nero, ma anche ...), mangiare quando hai molta fame, svegliarsi al caldo e fuori è freddo, ...! Spegnere la televisione e vivere, please.

Rispondi
avatar

daniela

circa 9 anni fa - Link

@silvana questo si che è ragionare !

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 9 anni fa - Link

Oh yeaaahh, per me sì che é uno stu...stu...stupefacente! Dopo circa quattro decadi il vino continua a stupefarmi e ciò mi ha aiutato a passare indenne attraverso altre seduzioni più effimere e dannose. Posso stare senza bere vino, mi succede quasi tutti i giorni a pranzo se non lavoro, ma ammetto di sentirne la mancanza, quindi ne sono in parte dipendente. Fra i 16 e i 20 anni ho preso tre o quattro sbronze, mischiando intrugli vari, ma non per dimenticare bensì perché mi stavo proprio divertendo. Ho imparato a conoscere i miei limiti, che purtroppo con l'età aumentano (per l'alcol, tutto il resto é ok). Riguardo al bere per dimenticare, dipende cosa: per le strullate come quelle d'attualità non c'é problema, faccio più fatica a ricordarmele. Per i dolori veri non basta la cantina di Fabbretti, quindi meglio astenersi del tutto.

Rispondi
avatar

gionni1979

circa 9 anni fa - Link

Le sbronze non fanno dimenticare, ti fanno venire solo un gran mal di testa.... Una bella bottiglia di vino riesce a non farti pensare per un pò di tempo alla m...a che ci circonda!!!!! E poi di qualcosa dobbiamo essere dipendenti, sennò che tristezza sarebbe!!!ho anche smesso di fumare....

Rispondi
avatar

Dan Lerner

circa 9 anni fa - Link

Mi consenta caro Fiorenzo una precisazione piccola ma non da poco: lo spettacolo terribile ce lo sta offrendo un vecchio capo di governo e non di stato. Lo Stato, per fortuna, siamo noi. Non tutto è ancora perduto.

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 9 anni fa - Link

vero. l'ho gia' fatto pres. della rep. son vittima della propaganda.

Rispondi
avatar

P'tò

circa 9 anni fa - Link

Mi permetta di dissentire al suo commento... proprio perchè lo Stato siamo noi, dovremmo bere sino al coma etilico! Il "poverino" che vive in una "topaia", sullo scranno è giunto per "merito" nostro :-( P.S. E adesso non si inizi col dire "per mio merito, no". Non saranno gli autori, i commentatori, i lettori di questo blog ma ad ogni modo componenti dello Stato (comatoso).

Rispondi
avatar

Dan Lerner

circa 9 anni fa - Link

P'tò, in realtà io credo che siamo d'accordo. Come capo di governo ci rappresenta tutti, ma non è espressione di tutti. Chi oggi dissente e patisce, invece di sbronzarsi per dimenticare dicendo "non sono Stato io", può darsi da fare e -somma fortuna della democrazia- cambiare. Allora sì che una allegra bevuta ci starà bene...

Rispondi
avatar

monica

circa 9 anni fa - Link

....purtroppo mi sa che lo Stato sono quei signori che invidiano b e quelle signorine che invidiano chi può fare il bunga bunga....UN BOCCIONE DI VINO PER FAVORE.....almeno provo a dimenticare :-)

Rispondi
avatar

Angelo Di Costanzo

circa 9 anni fa - Link

Francamente non capisco il senso di questo post. Semmai decidessi di ubriacarmi non lo farei certo per le nefandezze di tipi come quelli lì. Mi sembra piuttosto quasi un tentativo di "migliorare" l'indicizzazione sul web del sito. E i tags sembrano andare in quella direzione... P.S.: con tutto il rispetto per gli scritti di Fiorenzo, che premetto di leggere sempre con interesse.

Rispondi
avatar

CavoloVerde Athos

circa 9 anni fa - Link

quoto

Rispondi
avatar

Nic Marsèl

circa 9 anni fa - Link

L'alcol è uno stupefacente ed è sempre stato usato come tale in tutta la storia del genere umano. Il vino senza alcol non avrebbe senso proprio per questo motivo. Sul tema c'è un sacco di ipocrisia : chiunque beve vino lo fa per mille motivi, non ultimo per l'effetto che provoca sul sistema nervoso. Il vino e gli alcolici sono stupefacenti consentiti dalla legge italiana, al contrario di altre sostanze, solo per interesse commerciale, tant'è che si possono persino pubblicizzare. Io non ho mai bevuto per dimenticare, al contrario a volte mi capita di sentirmi talmente bene e talmente felice da arrivare a desiderare di scolarmi una bottiglia intera. Quindi Fiorenzo, non ti capisco ;-)

Rispondi
avatar

kenray

circa 9 anni fa - Link

io non guardo da nessun buco. sia chiaro. e il tempo delle pippe, quando battevo tutti i records con le vhs di moana, è passato da tempo. piuttosto non distogliamo lo sguardo da queste penose vicende. annotiamo tutto con precisione svizzera. ricordiamocelo quando in futuro saremo chiamati alle urne. mettiamo da parte articoli di giornale e registriamo le trasmissioni televisive a futura memoria, a scopo didattico, affinchè un giorno potremo farle vedere ai nostri figli. stiamo sobri e concentrati. mai come in questo momento la nostra società civile corre pericoli. facciamo le sentinelle della civiltà e iniziamo a mostrare i denti. la misura è colma e certa gente deve tornare nelle fogne dalle quali proviene. dopo, finita l'era dello psicopatico erotomane e sessomaniaco, potremo si brindare, e financo ubriacarci senza provare sensi di colpa. hasta siempre

Rispondi
avatar

Tommaso Farina

circa 9 anni fa - Link

Tanto quelli bravi siete voi. Bravi a fare predicozzi finto-indignati. Quanta retorica e quante cazzate moralistiche in questo post.

Rispondi
avatar

antonio tomacelli

circa 9 anni fa - Link

Vangelo di Luca 17,2 Guai a colui per cui avvengono (gli scandali). È meglio per lui che gli sia messa al collo una pietra da mulino e venga gettato nel mare…

Rispondi
avatar

Tommaso Farina

circa 9 anni fa - Link

Sob.

Rispondi
avatar

Cellar Tours

circa 9 anni fa - Link

mi spiace, perchè questo intervento è assolutamente OT rispetto al post. E’ una mia curiosità ed è una domanda seria, senza nessuna volontà polemica: chi, come te, si dichiara “cattolico tradizionalista, nemico di qualsiasi forma di clericalismo e laicismo, ma anche delle derive smidollate del cattolicesimo progressista. Insomma, cattolico integralista ultratradizionalista antiecumenico e antiscientista” come fa a difendere Berlusconi? Già il fatto che è pluridivorziato, che bestemmi & co dovrebbe metterti a disagio, figuriamoci tutta ’sta faccenda del puttaniere … e non mi riferisco ai risvolti penali (minorenni, concussione, etc),ma proprio al fatto che sia un “utilizzatore finale” come ha dichiarato Ghedini. Me lo spiegheresti, per favore?

Rispondi
avatar

Marossi

circa 9 anni fa - Link

Per carità, lasciate stare la Bibbia, o almeno leggetela. Il passo citato si riferisce a chi dà scandalo ai bambini. Poi ci sarebbero, sempre nella Bibbia, quei passi, qua e là, sul perdono. E quella convinzione, cocciutamente cristiana, che è meglio non giudicare gli altri. Infine, singolare la frase: "Succede che ormai cerco di evitare la lettura dei giornali, la TV, i siti di news: senza successo. Facebook, i forum, i blog, pure i siti stranieri, contengono sempre e solo riferimenti a questo show straziante, ignobile, terrificante". Perché anche io cercavo di evitare tutto ciò, e me lo ritrovo pure su un sito di argomento enologico. Ah, la coerenza...

Rispondi
avatar

Massimiliano Montes

circa 9 anni fa - Link

"I HAVE NO DREAMS... ma mi piace u pilu"

Rispondi
avatar

kenray

circa 9 anni fa - Link

quello che offende non è quello che fa il tuo amico silvio quello che offende è che ci siano persone che, al par suo, ammiccano e strizzano l'occhiolino. silvio può fare ciò che vuole, anche commettere reati come ha fatto, ma non può essere ingiudicabile perchè eletto dal popolo. tanto le dovevo addendum finto indignato? scusa tomacelli ma c'è una freccia fuori dal sito che li fa arrivare tutti qui?

Rispondi
avatar

CavoloVerde

circa 9 anni fa - Link

Se qualcuno si vuole definire "giornalista", allora deve dare eroica dimostrazione di parlare e scrivere solo di quello che gli compete, anche se la nave sta affondando. Questo articolo di Sartore NON vuole parlare di ruby, silvio, ecc. ma è fa intelligentemente ironia per far credere di non voler parlare di questa cosa. MA lo fa fare agli altri, come spesso fa il furbo Fabio Fazio, sapendo già prima che avrebbe scatenato commenti di detrattori e sostenitori. In pratica da spazio alla politica in un contenitore che dovrebbe occuparsi di altro. Ciao

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 9 anni fa - Link

chi sarebbe 'sto bel tipo che si vuole definire "giornalista"?

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 9 anni fa - Link

E qual'é la nave che affonda in questo caso? Sartore fai l'eroico e portaci in salvo, nuotando controcorrente ma sempre all'interno di un contenitore.

Rispondi
avatar

CavoloVerde Athos

circa 9 anni fa - Link

"Giornalista" riferito al concetto del mestiere, forse chi scrive su una testata non ritiene di fare il giornalista? E a qualunque titolo lo faccia non è forse responsabile di quello che scrive? Riguardo la nave è questa http://zucconi.blogautore.repubblica.it/2011/01/24/alle-scialuppe/ mi pareva chiaro... Altre domande?

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 9 anni fa - Link

Si: puoi spiegarti meglio?

Rispondi
avatar

Fiorenzo Sartore

circa 9 anni fa - Link

per quanto mi riguarda, per carita', io sono iscritto al sacerrimo ordine dei bloggaroli. il giornalismo e' roba ben piu' seria. noi bloggaroli scriviamo un po' ovunque quel che ci pare con soverchio sprezzo del pericolo. tuttavia, si', siamo sottoposti ai codici in vigore nell'amato belpaese, ergo siamo responsabili delle nostre cogitazioni. un po' come tutti, pero'.

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 9 anni fa - Link

Il prossimo che sento dire "Ha! State facendo politica" come fosse una cosa sporca o esclusiva dei politici di mestiere, giuro "metto mano alla pistola" (cit)

Rispondi
avatar

CavoloVerde Athos

circa 9 anni fa - Link

Che violenti! ;-)

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.