Mutonia e Barbacan, il nebbiolo in Valtellina che evoca scenari da Mad Max

Mutonia e Barbacan, il nebbiolo in Valtellina che evoca scenari da Mad Max

di Graziano Nani

A Santarcangelo di Romagna si può cavalcare un toro meccanico che monta il motore di una Citroen 2 CV. Siamo a Mutonia, base di una comunità che rifiuta lo stile di vita contemporaneo per dedicarsi alla creazione di sculture con materiali metallici di scarto. Osteggiati da sempre dalle istituzioni, i Mutoidi sono molto amati dalla popolazione del luogo. Tutto per loro si può trasformare: rottami, motori, pezzi di lamiera diventano cyborg, mostri di ferro e tecno-insettoni. Sono veri artisti ma soprattutto grandi artigiani.

Come Matteo di Barbacan, che con la sua famiglia raccoglie Nebbiolo da 6 ettari di vigna in Valtellina. Il Söl 2012 è la fotografia di un’annata né precoce né tardiva, senza stress idrici, che ha saputo regalare un ottimo tenore alcolico. È questo l’approccio dell’azienda: non fissare scelte di cantina sempre uguali ma lavorare in ottica di valorizzazione delle singole annate, che in Valtellina tipicamente cambiano molto l’una dall’altra. Il profumo del Söl è grandioso, un bouquet di viole che esplode sotto il naso senza farsi pregare, mentre in bocca è un universo di frutti rossi costellato di grani di pepe come tante meteoriti lontane. Si accompagna a straccetti di cervo, sella di capriolo e bistecca di rinoceronte meccanico di Mutonia.

SÖL 2012
Provenienza: Valtellina Superiore DOCG
Produttore: Barbacan
Uve: 100% Nebbiolo Chiavennasca
Prezzo: 18 euro

barbacan

Illustrazione di Filip Morganti. Immagine principale: Globalproject.info

avatar

Graziano Nani

Frank Zappa con il Brunello, Hulk Hogan con il Sassella: per lui tutto c’entra con tutto, infatti qualcuno lo chiama il Brezsny del vino. Divaga anche su Gutin.it, il suo blog. Sommelier AIS, lavora a Milano ma la sua terra è la Valtellina: i vini del cuore per lui sono lì.

1 Commento

avatar

Vinocondiviso

circa 2 anni fa - Link

Sol 2013 assaggiato di recente mi ha lasciato un po' interdetto. Naso fine ed interessante ma in bocca il legno "offuscava" un po' la purezza del nebbiolo di montagna.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.