Moet & Chandon 1911 per brindare a un incontro con Gwyneth Paltrow

di Antonio Tomacelli

Se vi aggiudicate Il lotto n.128 in asta da Christie’s questo weekend, avrete diritto a scolarvi le sei bottiglie di Moet & Chandon 1911 comodamente seduti nella cantina del ristorante Del posto, chez Mario Batali, New York. Gwyneth Paltrow, che non è proprio l’ultima delle sgallettate, ha una prenotazione da mesi e magari sarebbe felice di cenare con voi. In alternativa segnalo che, la stessa sera, si svolgerà un tête-à-tête tra Salman Rushdie e Michael Stipe. Non trovate sia una splendida occasione per tirargli in testa una delle bottiglie? “Licenziare i R.E.M.” è un atto che grida vendetta, o no?

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

5 Commenti

avatar

Mauro Risso

circa 8 anni fa - Link

Cazzarola ho dato un occhiatina alla carta vini del posto (NY) però direi ricarichi poco invasivi... buahahahahah!!!! Prosecco 80€ e vai! ;-)

Rispondi
avatar

Roberto

circa 8 anni fa - Link

Tomacelli non hai mai nulla da dire mi pare... Una volta passi, due e sei sull'orlo del precipizio. Siamo così, ci piace fare ginnastica coi polpastrelli e nessuno ti obbliga a seguirci. Se proprio devi farlo, sii simpatico perché la vita è troppo breve per perder tempo con commentatori ripetitivi e noiosi. [ale]

Rispondi
avatar

Roberto

circa 8 anni fa - Link

(ale) o chi per lui... primo magari scrivi un commento firmandoti, secondo come hai aperto un blog in cui accetti i commenti postivi anche ripetitivi, accetti anche quelli negativi, altrimenti chiudilo. Si chiama democrazia!

Rispondi
avatar

Roberto

circa 8 anni fa - Link

Ah si, dimenticavo che seguo e leggo ciò che voglio, oppure Mussolini è un tuo parente?

Rispondi
avatar

antonio tomacelli

circa 8 anni fa - Link

No, ma nessuno mi obbliga a sopportare le persone arroganti in casa mia, ti pare? Poi, se non ti piace l'arredo, nessuno ti obbliga a restare.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.