Milano da bere. Con ghiaccio

di Antonio Tomacelli

Piazza Castello a Milano questa mattina

Mentre a Milano erano lì che festeggiavano, è scoppiato improvviso l’inverno. Non si spiega altrimenti il blocco della città al primo colpo di gelo. Aereoporti, treni e strade sono in tilt, il nord è chiuso per ferie. Ed è finito pure lo champagne, come da foto scattata ‘stamattina a Piazza Castello. [Immagine: Corriere Milano]

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

1 Commento

avatar

Franco Ziliani

circa 10 anni fa - Link

Antò, ma sei pazzo? Non può essere una bottiglia di Champagne, ma di "spumante italiano" con il quale il ministro padano Zaia ci prescrive/invita a brindare autarchicamente, anche con un video diffuso dal sito Internet de Il Giornale: http://www.ilgiornale.it/gastronomia/il_ministro_zaia_auguri__ai_lettori_giornale_brindiamo_tutti_italiano/agroindustria-italiano-agricoltura-brindisi-ministro-capodanno-spumante-luca_zaia/22-12-2009/articolo-id=408929-page=0-comments=1 Non ti azzardare più a dire che é "sciampagna" altrimenti arrivano le camicie verdi...

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.