Mangiare a Trani. Gallo Restaurant e quel <em>risopatateecozze</em> che non ti aspetti

Mangiare a Trani. Gallo Restaurant e quel risopatateecozze che non ti aspetti

di Antonio Tomacelli

La vista sull’incantevole porticciolo turistico di Trani giustificherebbe qualunque nefandezza gastronomica, tipo un menù turistico a 8 euro, ma voi sedetevi tranquilli: state per godervi una delle più buone tavole pugliesi sotto l’attenta regia del Maestro di Cerimonie Alessandro Gallo. Ai fornelli c’è quel diavolo di Mario Musci, mano sicura e affidabile anche quando non cucina (leggi: crudi di pesce), capace di stravolgere un classico come “Riso, Patate E Cozze” (tutto maiuscolo, mi raccomando) senza pagare pegno per la Lesa Maestà di uno dei piatti-icona della cucina pugliese.

Ecco, iniziamo proprio da quello che viene servito come un innocuo antipasto, in realtà il piatto-killer della giornata: cinque cozze impanate e fritte, patate a specchio, chips di riso e pomodorino passito. Il tutto entra di diritto nel “Manuale della perfetta cottura e consistenza” che un giorno, lo giuro, scriverò. La cozza fritta, una vecchia conoscenza da queste parti, spiazza e seduce e se il confronto con l’originale è impossibile, il piatto è comunque azzeccato e irriverente.

Schermata 2016-06-07 alle 10.52.28

Il pane e i taralli basterebbero per un pranzo sontuoso con un giro d’olio ma non fatevi distrarre e date un morso alla ricciola sul crostino, giusto per avere un’idea di ciò che vi aspetta: uno dei migliori piatti di pesce crudo della costa pugliese per freschezza e sapore. Centellinate ogni singola fettina di pesce, crostaceo o mollusco e scordatevi il sushi: qui il pesce crudo è una fede. Integralista.

Schermata 2016-06-07 alle 10.48.41

Gamberi rossi di Gallipoli, scampi, ricciola, spigola, sgombro, tartare di tonno e poi ostriche, cozze e frutti di mare di ogni specie e varietà: cos’altro vi serve per essere felici?

Schermata 2016-06-07 alle 11.01.18

Schermata 2016-06-07 alle 10.50.22

Dopo gli “antipasti” un primo che sa di mare e di terra di Puglia: e allora via di troccoli ai gamberi, mandorle e, dio la benedica, cima di rapa. Equilibrio dei sapori millimetrico con la rapa che danza sul filo del mare senza prendere il sopravvento sui gamberi.

Schermata 2016-06-07 alle 10.55.28

Si chiude in bellezza con il baccalà Morro gratinato al pistacchio e corn flakes su crema di topinambur e sponzali – a sort of porri — piatto come sempre ben eseguito e più territoriale di quanto sembri. Finale dei dolci perfetto ma migliorabile: un tocco di Puglia in più non guasterebbe (le mandorle, il vincotto, i sospiri di Bisceglie…), ricalcando l’ottima carta dei vini con tante etichette regionali e i soliti noti per il turista americano che berrebbe l’Amarone anche sul branzino (e, credetemi, lo fa).

Schermata 2016-06-07 alle 10.57.36

Capitolo prezzi: vi distaccherete con gioia da un biglietto da 50 euro escluso i vini, consapevoli che la felicità e un paio d’ore affacciati sul più bel lungomare d’Italia, non hanno prezzo.

Schermata 2016-06-07 alle 19.21.20

Schermata 2016-06-07 alle 11.03.37

Gallo Restaurant
Via Statuti Marittimi, 48/50
70059 Trani (BT)
Tel.Fax 0883 487255
Cell. 349 8419429

 

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

2 Commenti

avatar

Denis

circa 4 anni fa - Link

Oibò! Siamo su intravino e non ci dici cosa hai bevuto? Una tirata d'orecchi!

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 4 anni fa - Link

Un ottimo rosato, chettelodicoaffà (Melograno, Nero di Troia della cantina la Marchesa)

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.