Luca Gardini sommelier campione del mondo a Santo Domingo

di Andrea Gori

In gara a Santo Domingo, durante il meeting annuale della WorldWide Sommelier Association, Luca Gardini e Ivano Antonini erano i due supersommelier in rappresentanza dell’Europa (Luca) e dell’Italia (Ivano). Dopo una finale al cardiopalma, nella notte (4:09 in Italia) la notizia che tutti aspettavamo: Luca Gardini, del ristorante Cracco di Milano, è campione del mondo. Dopo le semifinali scritte e pratiche, sono rimasti in gara 3 finalisti sul palco ovvero Luca, Héctor García per Santo Domingo e Milan Krejčí per la Repubblica Ceca. Finale combattuta con il ceco davvero all’altezza della sua fama e il sommelier di casa galvanizzato dalla situazione.

Luca ha fatto una bella prova, è stato un attore nei tempi e nei modi: il domenicano era molto emozionato e il rappresentante della repubblica ceca ha perso molto con la degustazione salvo poi recuperare, ma non a sufficienza, con la decantazione, fatta con i guanti bianchi e l’accoglienza.

Ecco alcune foto dell’evento direttamente da Santo Domingo (ringraziamo AIS per la collaborazione e i costanti aggiornamenti)

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

41 Commenti

avatar

falletto

circa 9 anni fa - Link

Lo conosco bene e ci ho lavorato. Assurdo il risultato! Cento mila volte meglio altri sommelier italiani. Viva il festival dei ciuchi. Ma nessun purosangue all'orizzonte...

Rispondi
avatar

Simone e Zeta

circa 9 anni fa - Link

Non sono molto d'accordo, per la mia esperienza, Luca Gardini è il solo Sommelier che sa quel che dice parlando di Vino, anche nelle degustazioni da Acciai e Legni, etc. Un sommelier che ha travalicato i confini della Sala e "capisce" il vino fin dalle prime fasi, è certamente da premiare. Che poi in Italia ci siano Sommelier bravi è noto, che molti si avvicinano a lui non direi. Comunque la coppa la portiamo a casa!!

Rispondi
avatar

Dan Lerner

circa 9 anni fa - Link

Mah, magari c'hai ragione pure tu, però intanto ha vinto lui... Brutta bestia la polemica gratuita. P.S.: la prossima volta vai tu, che glielo fai vedere cosa vuol dire essere bravi per davvero.

Rispondi
avatar

Chiara

circa 9 anni fa - Link

Brutta cosa l'invidia di chi deve sempre rimanere dalla parte di chi applaude...del resto per un minuto di gloria evidentemente ci si spende anche nel definire ciuchi dei professionisti che lavorano sodo, studiano e si preparano con puntualità e grande determinazione..e poi lo pseudonimo anonimo aiuta del distillare queste perle di banalità..consiglio un bagno di umiltà

Rispondi
avatar

Francesco Marchio

circa 9 anni fa - Link

Sono d'accordo con te.Rispetto per chi lavora duramente e con sacrificio riesce a portare in alto l'Italia del Vino, almeno quella....

Rispondi
avatar

Mark

circa 8 anni fa - Link

The actual best Sommelier in the World is Gerard Basset (Enrico Bernardo in 2004, Tasaki in 1995, Giuseppe Vaccarini in 1978, to mention a few) won in april 2010 in Chile. Mr. Gardini has partecipated in a competition organized by his father; the worldwide sommelier association is represented in only about 10 country in the world (italians working in these countries), in Italy is represented by the AIS but the only serious and professional association is ASPI (of Giuseppe Vaccarini). ASPI is the only recognized association (from the ASI, represented in more than 45 countries in the world) that can send Sommeliers to partecipate in European and World competitions. In a few words Sig. Gardini is definately not the best in the world since he didn't compete with the most professional and best sommeliers in the world! couple of links below: http://www.italiaatavola.net/articoli.asp?cod=4328 http://www.rexbibendi.com/forum/viewtopic.php?p=39940&start=0

Rispondi
avatar

Enrico Pacciani

circa 9 anni fa - Link

Sono andato a sul sito http://www.worldsommelier2010.com/ per vedere l'elenco dei Paesi partecipanti. Leggo che il candidato italiano era Antonini, mentre Gardini era il candidato dell'Unione Europea, elencata tra le nazioni partecipanti accanto a Francia, Olanda, Germania, ecc - come se l'una non fosse un ente sovrastatatale che include le altre: sono perplesso. Una curiosità: Andrea, hai modo di scoprire quanti soci conta la WSA nei soli confini italiani (i soci AIS, insomma) e quanti in tutto il resto del mondo?

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 9 anni fa - Link

circa 100mila in tutto il mondo, di cui 30mila in italia AIS poi le nazioni più rappresentate nella WSA sono Spagna e USA

Rispondi
avatar

Enrico Pacciani

circa 9 anni fa - Link

Grazie Andrea. Curiosamente, né la Spagna né gli USA sono nell'elenco dei partecipanti al Certamen del Mejor Sommelier del Mundo pubblicato sul sito ufficiale :-/ Per caso puoi anche aiutarmi a capire la genesi della doppia candidatura italiana, con bandiera tricolore e bandiera paneuropea?

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 9 anni fa - Link

Dato che non esiste una selezione continentale, europea, americhe, australia e oriente ma solo quelle nazionali, partecipa alla semifinale chi ha vinto nei rispettivi paesi la selezione nazionale. Se non ci sono candidati, per esempio Spagna o USA, significa che non sono state fatte le selezioni in quel paese. Per adesso oltre ai candidati nazionali partecipa per regolamente anche chi ha vinto il campionato europeo precedente. Nel caso riescano ad organizzare altri campionati continentali avremmo in futuro possibilità di altri "candidati doppi"

Rispondi
avatar

Sandro

circa 9 anni fa - Link

la spagna è uscita dalla WSA e a quanto sembra anche gli USA

Rispondi
avatar

massimo sacco

circa 9 anni fa - Link

Andrea comunque la Spagna é in osservazione da ormai più di un anno all'ASI dopo che era passata nel WSA ha richiesto di passare nel ASI. Comunque non é questo il punto ma piuttosto il fatto che l'Italia ha bravissimi sommeliers come te come Luca che meriterebbero di confrontarsi con i vari Isa Bal, Andreas Larsson, Gerard Basset, Dominique Laporte, Paolo Basso e la new wave femminile che arriva dal Canada e dalla Romania. Un vero peccato avere due titoli con attori differenti, bisognerebbe unificare come nella boxe

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 9 anni fa - Link

Fra le doti del signor Gardini, sottolineerei la riconosciuta capacità di saper far "girare" la sua cantina in modo eccellente. Certo, la sfida all'ultimo descrittore può pure essere una bel momento folkloristico, ma per un sommelier incardinato dentro un ristorante è davvero molto più importante saper comunicare il vino in modo comprensibile, allenare una brigata di servizio all'altezz dell'ambiente, e far ruotare la cantina senza troppe rimaneneze)

Rispondi
avatar

nicola a.

circa 9 anni fa - Link

E Vaiiii

Rispondi
avatar

Leonardo Romanelli

circa 9 anni fa - Link

Nessuno ha notato che il Gori si è alzato alle 4 per dare la notizia? CHe uomo!

Rispondi
avatar

roberto gatti

circa 9 anni fa - Link

Secondo me ha spostato l'orologio all'indietro, per fare vedere a tutti che lui è un vero lavoratore...... ( possiamo dire indefesso ?? ). P.S. ) Ciao Andrea sto naturalmente scherzando...

Rispondi
avatar

giovanni

circa 9 anni fa - Link

Qualcuno mi sa spiegare qual'è la differenza tra la WorldWide Sommelier Association e l'ASPI? Perchè ci sono 2 Campionati del mondo?? Qual'è quello riconosciuto nei paesi esteri?? Qualcosa non mi quadra.

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 9 anni fa - Link

Esistono solo due associazioni mondiali di Sommelier ovvero WSA (con a capo AIS) e la "vecchia" ASI (con a capo i Francesi) di cui fa parte ASPI per l'Italia (ovvero Vaccarini) e non AIS. Ciò fa sì che esistano due campioni mondiali, due campioni europei e via dicendo, un pò come nella boxe ;-)

Rispondi
avatar

ken-ray

circa 9 anni fa - Link

scusa andrea.. ma tu, sommo eroe del calice, perchè non hai partecipato? troppo forte lo so, sei un fuori categoria. voglio indire un nuovo concorso tra supercampeones.

Rispondi
avatar

Pietro

circa 9 anni fa - Link

Mi spiace, ma non è così: una è un'associazione finta ovvero la WSA, dove non solo non solo non sono rappresentati molti paesi, ma anche dove i paesi rappresentati lo sono solo da italiani all'estero. E' un campionato che non certifica proprio nulla. date un occhiata al sito sui partecipanti dei vari paesi e poi mi fate sapere. L'unica accreditata a livello mondiale è l'ASI

Rispondi
avatar

giovanni

circa 9 anni fa - Link

Questa è la verità(purtroppo). Il vero mondiale riconosciuto a livello mondiale è quello dell'ASI(di cui fa parte l'ASPI italiana)ed il campione mondiale 2010 ed anche MASTER OF WINE è un certo Gérard Basse(Inghilterra). l'Italia con la Worldwide Sommelier Association non può più partecipare alla manifestazione mondiale.

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 9 anni fa - Link

fate come volete e dite quello che vi pare ma Luca mette in riga Aldo Sohm, Gerard Basset e pure Larsson , forse anche con le mani bendate. Facciamo una colletta e organizziamo una gara all star?

avatar

Francesco

circa 9 anni fa - Link

Con le mani bendati e gli occhi legati??? Impara l'italiano ahahaha

avatar

Andrea Gori

circa 9 anni fa - Link

@francesco, il senso si capisce, rispondi nel merito della questione e non sulla forma, pliz

avatar

Angelo Di Costanzo

circa 9 anni fa - Link

Gori Andrea emerito Avvocato dell'Ais, se lo sentisse Gardini (padre)! :-) Luca è bravo, paga forse "l'ingombrante" figura paterna, ma uno che alla sua giovane età annoverà già tutto "l'oro" del medagliere della trafila professionistica Ais non esiste - credo - nella storia dell'associazione. Gori conferma? P.S.: chi razzola male ha solo pepe al cu..o!

Rispondi
avatar

andrea

circa 9 anni fa - Link

non intendo fare un ennesima volta la guerra della associazioni di sommelier, ma mi sembra giusto dare qualche precisioni, perchè non trovo questa informazione molto onesta. Luca Giardini è stato eletto miglior sommelier del mondo... della WSA!!!! (per info: la WSA è l'associazione internazionale inventata dall' AIS, dopo essere usciti dell'ASI nel 2007(association de la sommelerie internationale) per aver il loro proprio concorso di miglior sommelier... dal 2008!!!... hanno collegamenti in solo 14 paesi... e non c'e la Francia!!! sarà perchè non ne capiscono niente di vino, loro...ah ah ah!!!). Il concorso SERIO di miglior sommelier del mondo si è svolto in Cile in aprile scorso, ed è stato eletto Gerard Basset (UK). Questo concorso è organizzato dall'ASI dal 1969, che federa 45 paesi (intendo associazioni nazionali pre-esistenti, non di serie B o create da italiani residenti all'estero per l'occasione). L'associazione ufficiale (per le candidature ai concorsi, non parlo dei corsi) in italia è una sola: l' ASPI (di Vaccarini, miglior sommelier del mondo 1978), che questo anno ha mandato Fabio Masi (4° in classifica) per rappresentare l'Italia. Il concorso ASI del 2004 aveva premiato Enrico Bernardo (vi ricordate?). Il prossimo concorso ufficiale si svolgerà a Tokyo nel 2013. Consiglio la lettura di questo articolo: http://www.italiaatavola.net/articoli.asp?cod=4328

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 9 anni fa - Link

scusami mA lo avevo già scritto qua: http://www.intravino.com/primo-piano/luca-gardini-campione-del-mondo-sommelier-a-santo-domingo/#comment-20603 e anche nella prima riga del post c'è scritto chiaro "campione mondiale WSA" quale sarebbe la "precisazione"? Non credo che l'ASI abbia l'esclusiva mondiale del termine sommelier e non c'è neanche un limite minimo di tesserati o di paesi rappresentati per poter definire una associazione "mondiale". Ogni associazione ha il prestigio e il valore che la gente gli da e che ritiene giusto quindi credo che sia WSA che ASI possano farsi il loro mondiale, no?

Rispondi
avatar

giovanni

circa 9 anni fa - Link

Abbiamo capito che ha vinto il mondiale sommelier del WSA!! Ma l'unico riconosciuto fuori dai nostri confini è il mondiale ASI!! Ora io personalmente conosco sia Fabio Masi,sia Gerrard Basset e sia Luca Gardini e ti posso dire che professionalmente siamo distanti....Molto ditanti(mi riferisco alle mani bendate)!!

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 9 anni fa - Link

scusa, riconosciuto da chi? mi sembra ovvio che l'ASI non riconosca dignità di titolo al WSA e mi sembrerebbe ovvio anche il discorso contrario (anche se così non è). Forse non sarebbe inutile ricominciare da dove tutta la polemica è nata fra AIS e ASI (o meglio la componente francese che praticamente monopolizza quest'ultima). Qunato a Gardini ho avuto modo di conoscerlo e vederlo servire e degustare. Probabilmente manca di esperienza ed eloquio rispetto a Basset, certo non di competenza. Infine, E LO SOTTOLINEO, è un campione di gestione del magazzino. Volendo fare un paragone calcistico direi che il primo è più fantasista, il secondo è un killer d'area di rigore, magari con meno estro ma che butta sempre la palla in goal.... ti pare poco?

Rispondi
avatar

massimo sacco

circa 9 anni fa - Link

Luca purtroppo non lo conosco personalmente, ma sembra un ragazzo molto ben preparato ed in più é molto giovane. ASI non riconosce il titolo WSA solo perché non sono presenti le associazioni nazionali ufficiali. Gerard lo conosco personalmente, ed ho fatto un concorso con lui, e ti posso garantire che di " mostri" come lui in giro ne ho visti molto pochi; forse Enrico. Inoltre per ottenere il master Sommelier ed il Master of Wine devi averne di conoscenze!!!! Puo darsi che adesso non gestisca più la cantina ma prima lo faceva personalmente e non era quella di un piccolo ristorante. Comunque, secondo me, un sommelier che non gestisce o fa girare la cantina non merita neanche di essere chiamato sommelier. Luca é giovane ha il tempo davanti a lui e magari otterrà il Master of Wine ed il Master Sommelier e senz'altro ancora vittorie di prestigio

avatar

sandro

circa 9 anni fa - Link

grazie Andrea della precisazione. Purtroppo la verità è questa hanno messo insieme dei sommelier che non rappresentano una nazione (Francia, Albania etc) perchè non vi è stata selezione nazionale nei loro paesi. come si può quindi decidere che il vincitore è il migliore del mondo? sarà il migliore dei presenti al limite..

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 9 anni fa - Link

infatti è il migliore del mondo per la WSA... Inutile continuare a cercare il pelo nell'uovo

Rispondi
avatar

massimo sacco

circa 9 anni fa - Link

Come rappresentante dell'ASI, e sono Italiano dunque non é fatta di soli francesi, posso assicuravi che la Francia non ha assolutamente partecipato al concorso WSA

Rispondi
avatar

massimo sacco

circa 9 anni fa - Link

concordo anchze io ne ho fatto uno http://www.vinieterroir.com/2010/10/luca-gardini-miglior-sommelier-del.html

Rispondi
avatar

Sommelier

circa 9 anni fa - Link

Senza entrare nella polemica (anche se la realtà dei fatti checchè se ne dica viene fuori) vorrei sottolineare come ad impatto mediatico solo in Italia si sa che Gardini è Miglior Sommelier del Mondo WSA. Mi sembra strano che un concorso così prestigioso, con 14 nazioni partecipanti ed altrettanti validissimi Sommelier, abbia una così netta differenziazione di copertura mediatica fra Italia e resto del Mondo. Qui prime pagine e TG1, da altre parti un deserto. Basta fare un giro sulle prime X pagine di Google per capire (ANSA nostrum a parte). Quando vedo cose così io qualche domanda me la pongo, ma giornalismo e blog italiani stanno ancora a discutere se è meglio il Prosecco o il Veuve Cliquot. Basta fare 2+2, sapere che Munoz e Bell hanno diseredato la WSA 2 anni dopo averla fondata, vedere chi è il rappresentante per i singoli paesi di questa WSA (sul sito Giappone e UK sono molto divertenti) vedere i nomi dei partecipanti al Concorso Mondiale ecc ecc Poi dopo, solo dopo, si capisce perchè Gardini è il Miglior Sommelier del Mondo.

Rispondi
avatar

giovanni

circa 9 anni fa - Link

Altro fatto da sottolineare è che la finale mondiale del WSA viene fatta solo nella lingua ITALIANA.

Rispondi
avatar

massimo sacco

circa 9 anni fa - Link

ah questo non lo sapevo. Davvero non viene svolta in una lingua diversa da quella madre del candidato? Normalmente le lingue ufficiali dei concorsi sono inglese, francese e spagnolo

Rispondi
avatar

Sandro

circa 9 anni fa - Link

ma va dai...non ci credo...non è possibile come ha fatto il candidato della repubblica ceca? ci sarà un regolamento che spiega bene

Rispondi
avatar

Sandro

circa 9 anni fa - Link

il video http://www.youtube.com/watch?v=sgvNA7XeROM&feature=related

Rispondi
avatar

andrew

circa 7 anni fa - Link

gardini credo sia il sommellier piu bravo del mondo intero....e uno spettacolo sentirlo parlare e dire con esattezza la tipologia di vino solamente basandosi dell odore senza doverlo assaggiare...e uno spettacolo....ed e giusto premiarlo...grande luca e grande italia!!!

Rispondi
avatar

dude

circa 5 anni fa - Link

luca gardini master of wine o master sommelier...ma di che c... state parlando... neanche al cinema, la preparazione e il livello per avere quei due titoli in italia non li conoscete ancora....

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.