L’Antitrust multa Eataly: il “vino libero” non è poi così libero da solfiti

L’Antitrust multa Eataly: il “vino libero” non è poi così libero da solfiti

di Antonio Tomacelli

L’Antitrust ha emesso la sentenza: il bollino “vino libero” non dice la verità o, perlomeno, confonde il consumatore, e ora Eataly dovrà pagare una multa da 50.000 euro. Tutto è nato da una denuncia del Codacons secondo la quale i vini del consorzio “Vino Libero”, in vendita nei supermercati di Oscar Farinetti, non sarebbero effettivamente liberi da solfiti, pesticidi e diserbanti ma, come dichiarato dal consorzio, “la dose massima di solfiti è inferiore almeno del 40% rispetto al limite previsto per legge”. L’Antitrust ha pertanto invitato Eataly a modificare gli adesivi presenti sulle bottiglie, integrandoli con la dicitura “libero da concimi di sintesi, libero da erbicidi, libero da almeno il 40% dei solfiti rispetto al limite previsto per legge”. Per chi volesse approfondire la sentenza è scaricabile qui

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

Nessun Commento

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.